Un nuovo chip per trasmissioni radio a 60GHz

Un nuovo chip per trasmissioni radio a 60GHz

Presso il Georgia Institute of Technology sviluppato un chip integrato per trasmissioni radio a 60GHz, ideale per dispositivi portatili

di Andrea Bai pubblicata il , alle 17:03 nel canale Telefonia
 

Il Georgia Electronic Design Center (di seguito GEDC), presso il Georgia Institute of Technology, ha realizzato un chip CMOS in grado di effettuare trasmissioni digitali radio alla frequenza di 60GHz. Un chip di questo tipo permetterà di accelerare la realizzazione di dispositivi e sistemi di comunicazione wireless ad elevata velocità: i bassi costi della produzione CMOS, infatti, rendono questo chip facilmente implementabile.

Una trasmissione a 60GHz consente, per esempio, di poter realizzare sistemi in grado di trasferire un elevato volume di dati in pochi secondi: Stephane Pinel, ricercatore che ha lavorato al progetto, ha condotto un esperimento con il nuovo chip a 60GHz effettuando il trasferimento di un segnale video in alta definizione non compresso a velocità nell'ordine di qualche decina di gigabit al secondo. Il team di ricerca del GEDC è stato in grado di raggiungere velocità di 15 Gbps ad 1 metro, 10 Gbps a 2 metri e 5 Gbps a 5 metri.

L'Ecma International ha recentemente annunciato la volontà di giungere ad uno standard internazionale per le tecnologie a radio frequenza che rendono possibile il trasferimento dati a 60GHz. Le specifiche di questa tecnologia, che coinvolgono chip in grado di inviare segnali RF nella banda dei 60GHz, dovrebbero essere pubblicato come standard ISO nel corso del 2009.

Joy Laskar, direttore del GEDC e membro del comitato Ecma 60GHz , ha dichiarato: "Siamo convinti che questo nuovo standard rappresenti un notevole passo avanti. Gli utenti potranno disporre di prodotti in grado di instaurare trasmissioni a corto raggio e ad elevata velocità nel giro di due o tre anni. Questo chip rappresenta il più elevato livello di integrazione per soluzioni single-chip wireless a 60GHz".

"Questa tecnologia è senza dubbio la maggior promessa per nuove applicazioni consumer ed IT" ha dichiarato Dark Kirovski, senior researcher presso la divisione Microsoft Research. "La decisione di Ecma di aprire un tavolo per la standardizzazione internazionale delle frequenze a 60GHz ci porta vicini alla realizzazione di tale promessa".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

27 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7726 Gennaio 2009, 17:10 #1
Cavolo.. spettacolare!!
Peccato ci vorrà un po' prima di vederlo effettivamente all'opera!
supertigrotto26 Gennaio 2009, 17:19 #2

bello ma......

ormai bisognerà stare attenti ai disturbi provocati dalle trasmissioni radio/elettromagnetiche
blackshard26 Gennaio 2009, 17:37 #3
Giustapposto per il wi-max
DarkBandit26 Gennaio 2009, 17:39 #4
Bellissimo!!speriamo arrivino in fretta...ma sicuramente ci vorrà un'antenna o qualcosa del genere,non è integrata in quel chippino vero?
Bongio226 Gennaio 2009, 17:52 #5
Ma avete visto le distanze?
Uno dei pochi ambiti di utilizzo sarà rendere wireless la connessione pc/monitor o blu-ray/tv (tipo la sony ex1) oppure un sostituto del WUSB...
blindwrite26 Gennaio 2009, 18:10 #6
Guardate che la notizia non sono i 60Ghz raggiunti in se... con tecnologia PHEMT si è già da tempo a frequenze ben maggiori, la cosa strabiliante è che ci siano riusciti con la tecnologia CMOS che è collaudatissima ed economica.
SwatMaster26 Gennaio 2009, 18:27 #7
Originariamente inviato da: Bongio2
Ma avete visto le distanze?
Uno dei pochi ambiti di utilizzo sarà rendere wireless la connessione pc/monitor o blu-ray/tv (tipo la sony ex1) oppure un sostituto del WUSB...


Sì, davvero... Bisogna anche vedere come si comporta con dei muri od in generale degli ostacoli- in mezzo.
darkestsky26 Gennaio 2009, 19:38 #8
All'aperto potrebbe avere problemi: onde elettromagnetiche a 60 GHz possono presentare problemi di riflessione e/o rifrazione quando colpiscono le gocce d'acqua della pioggia!
lucusta26 Gennaio 2009, 19:38 #9
non si comportano, punto.
gia' a 300Khz hai problemi con i muri, a 3Ghz li passi, ma non piu' di 2, a 60Ghz ci puoi fare uno scanning 3D, leggento le riflessioni (topografia satellitare in remote sensing).
se pero' la potenza e' adeguata, il muro lo buchi agevolmente... (armi EHF, microonde ad alta energia).
g.luca86x26 Gennaio 2009, 20:03 #10
la freq di 60 Ghz non è stata scelta a caso... infatti è la frequenza di risonanza dell'ossigeno atmosferico che introduce un picco enorme nell'attenuazione spaziale del segnale. Infatti l'unico uso del 60 Ghz, fino ad ora è stato per i radar automobilistici, in quanto il segnale già dopo 50-100m è già bello che attenuato (mi sembra che l'attenuazione spaziale extra dell'atmosfera sia a 60 GHz circa 20 dB al Km, che è qualcosa di mostruoso!). Per l'antenna non è un problema, visto che la lunghezza d'onda e 5mm e basta un semplice dipolo labda/2 o un patch in microstriscia. Riguardo i muri un'onda elettromagnetica non si propaga passandoci attraverso ma per diffrazione degli spigoli (ogni sistema radio si comporta così!)... cmq per la topografia da satellite e comunicazioni in generale, proprio per l'attenuazione dell'atmosfera, non si usa assolutamente il 60 GHz, infatti si riparte con le frequenze dai 72 GHz circa! certo che per applicazioni a cortissimo raggio sarebbe una figata se riuscissero davvero a commercializzare un chip a 60 GHz funzionante per una miriade di casini riguardanti l'adattamento di impedenza e il circuito. Parola di ing eln dei sistemi wireless...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^