Toshiba lancia il primo dispositivo DMFC

Toshiba lancia il primo dispositivo DMFC

La prima fonte di energia a celle di combustibile sarà distribuita in edizione limitata solamente sul mercato giapponese

di pubblicata il , alle 10:40 nel canale Telefonia
Toshiba
 

Toshiba Corporation ha annunciato nel corso della passata settimana il lancio del primo dispositivo a celle di combustibile di tipo DMFC (direct methanol fuel-cell). Si tratta di Dynario, una fonte di alimentazione esterna in grado di erogare energia a prodotti consumer mobile. Il prodtto è una "edizione limitata": sarà disponibile solamente sul mercato giapponese ad un prezzo non esattamente popolare.

Dynario ha dimensioni compatte, 150mm x 21mm x 74,5mm, ed è provvisto di un serbatoio in grado di contenere 14ml di combustibile. Con un "pieno" è in grado di generare una differenza di potenziale di 5V e da 400mA, che consente di caricare due telefoni cellulari, impiegando cioè la metà del combustibile per ciascuno. La ricarica si effettua mediante apposite cartucce da 50ml di combustibile ciascuna.

Dynario viene proposto al prezzo di 29800 Yen, ovvero circa 325 dollari. Le cartucce di ricarica sono commercializzate in pacchetti da 5 unità, al prezzo di 3150 Yen e cioè circa 35 dollari. Come anticipato in apertura, Toshiba propone Dynario come prodotto in edizione limitata: saranno infatti disponibili solamente 3000 unità, ordinabili solamente dal sito web giapponese di Toshiba. Le consegne prenderanno il via nella giornata di domani, mentre già dallo scorso 22 Ottobre è possibile commissionare gli ordini.

Il colosso giapponese intende inoltre utilizzare il lancio di questo prodotto come prima reale "prova sul campo", raccogliendo i pareri e le critiche degli utenti per lo sviluppo dei prossimi prodotti DFMC.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
drago8928 Ottobre 2009, 10:44 #1
se la tengano
helmen8428 Ottobre 2009, 10:45 #2
AHAHAH

Caricare il telefono a metanolo...fra un po' ci si ferma in autogrill e si fa il pieno anche al telefono?

Tanto costa COSI' poco!
El Bombastico28 Ottobre 2009, 10:52 #3
Anche considerando un utilizzo in ambienti estremi (deserto o foresta tropicale), vedo sempre meglio le celle fotovoltaiche.
fpg_8728 Ottobre 2009, 10:53 #4
con 35$ ti ricarichi il cell 10 volte ( ogni cartuccia può caricare max 2 cell )... un pò cara questa energia...
fpg_8728 Ottobre 2009, 10:56 #5
Originariamente inviato da: El Bombastico
Anche considerando un utilizzo in ambienti estremi (deserto o foresta tropicale), vedo sempre meglio le celle fotovoltaiche.


totalmente concorde... con 30-40€ ( e basta ) ti carichi il cell quando vuoi ( sole permettendo )...
Human_Sorrow28 Ottobre 2009, 11:42 #6
Originariamente inviato da: El Bombastico
Anche considerando un utilizzo in ambienti estremi (deserto o foresta tropicale), vedo sempre meglio le celle fotovoltaiche.


All'ombra di una foresta il fotovoltaico è l'ideale!!

Ti voglio vedere arrampicarti in cima ad un albero di 50mt. e stare a braccio testo col palmare verso il sole ad aspettare che si ricarica ...

El Bombastico28 Ottobre 2009, 12:05 #7
vabbè, era x dire! E poi, cazzo, troverai qualche buco con un po' di sole!
Tommy_Angelo28 Ottobre 2009, 13:07 #8
A utile sta cosa.. è ampliamente nota la presenza di molte persone che vagano nella foresta tropicale e cercano di ricaricare un cellulare :\ ma stiamo scherzando? ricaricare un cellulare con del combustibile? qua invece di progredire regrediamo... è inutile sviluppare delle tecnologie dicendo: "e ma se dovesse capitare" che tanto lo sanno tutti che una situazione cosi non capiterà mai..
Non è un attacco a chi ha scritto il post sulla foresta, era solamente per far capire che a me sembra un po' tanto inutile come cosa.
v1doc28 Ottobre 2009, 13:27 #9
Originariamente inviato da: Tommy_Angelo
A utile sta cosa.. è ampliamente nota la presenza di molte persone che vagano nella foresta tropicale e cercano di ricaricare un cellulare :\ ma stiamo scherzando? ricaricare un cellulare con del combustibile? qua invece di progredire regrediamo...


Non posso che quotarti, le celle di combustibile sono una involuzione della teconlogia, non una evoluzione.
Chiancheri28 Ottobre 2009, 14:03 #10
sia che l'energia la crei tu dal combustibile, sia che la crea l'enel, non è che se la prendi dalla presa elettrica l'energia è più pulita... sopratutto in italia dove l'energia proviene quasi tutta da gas e combustibili vari. In ogni caso l'energia generata in una centrale a parità di combustibile, è maggiore per cui in parte è vero che è una involuzione. Ma se utilizziamo lo stesso ragionamento per le automobili lì è ancora peggio......

l'evoluzione energetica immediatamente più utile per l'elettronica sono le batterie. Batterie molto più performanti, pulite, in grado di assicurare molta più autonomia una volta reperita l'energia da una presa elettrica, esistono già. Il GROSSO problema di fondo è solo uno: I BREVETTI

Ci sono brevetti che permetterebbero alle automobili di utilizzare batterie che assicurerebbero PARECCHI km di strada con una sola carica, ma parliamo appunto di brevetto, cosa che molti dicono che serve a tutelare l'ingegno, ma spesso tutela più le lobby.... a discapito dell'ingegno umano e del benessere della società. Alla fine bisogna reinventare centinaia di vole la ruota prima di averne una libera dai brevetti e facilmente usabile e sfruttabile da tutti.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^