Synaptics: nel 2018 in arrivo il primo lettore di impronte digitali sotto il display

Synaptics: nel 2018 in arrivo il primo lettore di impronte digitali sotto il display

L'azienda annuncia di aver dato il via alla produzione di massa dei sensori di impronte progettati per essere posti al di sotto dei display dei futuri smartphone. Ecco i dettagli dei nuovi "Clear ID FS9500".

di Bruno Mucciarelli pubblicata il , alle 11:01 nel canale Telefonia
 

Gli smartphone usciti durante tutto il corso del 2017 hanno visto l'introduzione di sensori per il riconoscimento delle impronte digitali posti nella parte anteriore o posteriore del device come pulsante fisico ma anche la novità di scanner per l'iride come quello di Samsung o scanner facciali come il Face ID di Apple. Nessuno purtroppo ha avuto la possibilità di introdurre un lettore delle impronte digitali al di sotto del display e questo perché la tecnologia alla base del nuovo sistema non era ancora pronta. Synaptics ha però annunciato di aver dato il via alla produzione di massa dei nuovi sensori Clear ID FS9500 ossia la nuova famiglia di sensori per la lettura delle impronte digitali che potranno dunque essere integrati nel display dei futuri smartphone.

“I consumatori preferiscono l'autenticazione delle impronte digitali sulla parte anteriore del telefono cellulare, e l'industria degli smartphone sta rapidamente spostando la realizzazione dei device con display OLED senza cornici. La collocazione naturale del sensore di impronte digitali è nel display stesso”, ha detto Kevin Barber, vice presidente senior e direttore generale della divisione cellulare di Synaptics. “I sensori di impronte digitali Synaptics Clear ID sono più veloci, più conveniente e più sicuri di altrnative biometriche e questa tecnologia rappresenta un importante cambiamento e una forte opportunità per il mercato degli smartphone.”

Dalla presentazione ufficiale di Synaptic si capisce come il nuovo Clear ID eccella, a detta dell'azienda, anche con le dita fredde, bagnate o asciutte e, visto che è protetto dal vetro, è resistente, antigraffio e impermeabile. La tecnologia dei sensori di impronte in-display consente agli utenti di bloccare il dispositivo in molteplici situazioni, anche quando il terminale è posizionato sul tavolo, da qualsiasi angolazione, o mentre si trova nel supporto per auto.

In passato abbiamo visto come Qualcomm con il nuovo Vivo avessero anticipato la volontà di inserire al di sotto del display un sensore delle impronte digitali ma come quest'ultimo, almeno dalle prime prove, risultasse non proprio veloce nel riconoscimento del dito dell'utente registrato sintomo che la tecnologia non fosse ancora affinata come invece ci si attende dalle prossime evoluzioni. Proprio per questo Synaptic ha già fatto sapere di aver stretto collaborazioni con cinque dei principali produttori di smartphone, di cui però non è stato fatto il nome, anche se il riferimento al funzionamento del Clear ID su un display "infinity" e OLED potrebbe rimandare a Samsung.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
300013 Dicembre 2017, 11:10 #1
Ma funzionano anche con impronte ricalcate o riescono a riconoscere se non c'è del sangue caldo che gira dietro l'impronta?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^