OPPO conferma: il prossimo Find X sarà fra i primi smartphone con Snapdragon 8 Gen 2

OPPO conferma: il prossimo Find X sarà fra i primi smartphone con Snapdragon 8 Gen 2

In occasione dello Snapdragon Summit 2022 OPPO conferma nuovamente la partner con Qualcomm, anticipando che il prossimo flagship della serie Find X adotterà il nuovissimo Snapdragon 8 Gen 2 annoverando tutti i suoi benefici

di pubblicata il , alle 13:40 nel canale Telefonia
OppoQualcomm
 

Anche OPPO ha partecipato allo Snapdragon Summit 2022 come partner di Qualcomm, annunciando che la collaborazione con il produttore americano verrà portata avanti anche nella prossima generazione. OPPO ha quindi confermato che i prossimi flagship della serie Find X beneficeranno del processore Snapdragon 8 Gen 2, annunciato proprio in occasione del Summit.

I prossimi flagship OPPO Find X adotteranno il nuovo SoC Snapdragon 8 Gen 2

La presenza del nuovo SoC Qualcomm consentirà agli smartphone OPPO Find X di supportare la tecnologia ray tracing in hardware. Le due aziende hanno collaborato sin dalle prime fasi di sviluppo dei driver di nuova generazione così che gli utenti possano sperimentare sin da subito una funzione di ray tracing completamente ottimizzata basata su un hardware di nuovissima concezione. OPPO ha anche dimostrato i progressi ottenuti dalla collaborazione con Qualcomm e Google nell'implementazione della tecnologia Google Cloud Vertex AI NAS su uno smartphone, che aumenterà l'efficienza energetica diminuendo la latenza dell'elaborazione AI nei dispositivi mobile.

Tutti i dettagli su Qualcomm Snapdragon 8 Gen 2

Ufficiale: i prossimi flagship OPPO Find X adotteranno il nuovo SoC Snapdragon 8 Gen 2

A commentare la novità è stato Pete Lau, Senior Vice President e Chief Product Officer di OPPO:

"La collaborazione tra OPPO e Qualcomm Technologies ha raggiunto una nuova fase. Insieme, abbiamo condotto ricerche in diverse aree tecnologiche all'avanguardia che supporteranno lo sviluppo e l'implementazione di tecnologie innovative sui dispositivi mobile. Grazie alla vasta esperienza di OPPO nel campo della grafica mobile e dell'intelligenza artificiale, e alle potenti capacità del nuovo Snapdragon 8 Gen 2, OPPO e Qualcomm Technologies hanno segnato una svolta nella tecnologia di ray tracing mobile e hanno portato per la prima volta Google NAS sugli smartphone. Non vediamo l'ora di estendere la nostra collaborazione con Qualcomm Technologies per ridefinire l'esperienza degli smartphone e garantire una tecnologia sempre più all'avanguardia a milioni di utenti in tutto il mondo".

OPPO sarà fra i primi produttori di smartphone a fornire una soluzione di ray tracing open-sourced per dispositivi mobile, con le ottimizzazioni sviluppate che consentiranno di applicare la tecnologia di ray tracing a scene di gioco complesse sui dispositivi mobile.

Allo Snapdragon Summit 2022 i visitatori hanno potuto testare la tecnologia di ray tracing dal vivo grazie a OPPO, l'unico produttore presente al Summit a mostrare l’utilizzo di questa tecnologia su dispositivi equipaggiati con il nuovo processore. Su un device dotato di Snapdragon 8 Gen 2, infatti, con più effetti di ray tracing attivati, i titoli mobile possono girare a una velocità costante di 60 fps, fornendo al contempo ombre e riflessi realistici. Rispetto alla precedente generazione di software, l'efficienza di rendering del ray tracing è aumentata di un fattore pari a 5 e ha ridotto il carico di lavoro della CPU del 90%, grazie all'elaborazione della GPU in hardware. Grazie alle novità, infatti, gli sviluppatori non avranno più la necessità di simulare via software quanto possibile con il rendering ray tracing in hardware, portando sugli schermi degli smartphone un'illuminazione avanzata anche in scene di gioco complesse.

I prossimi flagship OPPO Find X adotteranno il nuovo SoC Snapdragon 8 Gen 2

Ricordiamo inoltre che OPPO è stato il primo produttore di smartphone a sviluppare la tecnologia di ray tracing su dispositivi mobile tramite software. Dal 2020 ha realizzato un ecosistema aperto intorno a questa tecnologia che riunisce creatori, sviluppatori di giochi e piattaforme di sviluppo di software di gioco con PhysRay SDK.

OPPO ha inoltre lavorato con Qualcomm e Google per migliorare le future capacità dell’intelligenza artificiale sui dispositivi mobile. Grazie alle ottimizzazioni degli algoritmi di intelligenza artificiale basate sulle caratteristiche specifiche del chip, l'implementazione di OPPO ha permesso di ridurre del 27% la potenza dell'algoritmo di rilevamento del bersaglio (ATR) e del 40% la latenza di calcolo.

La collaborazione fra OPPO e Qualcomm non è una novità assoluta, dal momento che le due aziende lavorano insieme da parecchio tempo. Le piattaforme mobile di punta Snapdragon sono presenti in diversi smartphone di OPPO e l'anno scorso OPPO Find X5 Pro è stato uno dei primi a implementare lo Snapdragon 8 Gen 1. Anche le serie Find X3 e Reno6 beneficiano della tecnologia Snapdragon di Qualcomm.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
supertigrotto16 Novembre 2022, 18:06 #1
Mi raccomando Oppo (ho il tuo Oppo whatch 1 che adoro) non distinguerti dalla massa,fai lo smartphone con il notch o con il buco,così sarai una delle tante....

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^