Motorola Moto X4: la recensione del nuovo mid-range senza Moto Mods

Motorola Moto X4: la recensione del nuovo mid-range senza Moto Mods

Motorola "rispolvera" la serie X dei suoi smartphone che in passato avevano trovato successo ma che ultimamente erano stati trascurati. Il nuovo Moto X4 presentato ad IFA 2017 vuole imporsi nella fascia media. Ci riuscirà? Ecco la nostra recensione.

di Bruno Mucciarelli pubblicata il , alle 10:01 nel canale Telefonia
Motorola
 

Il Moto X aveva la reputazione di essere uno tra i migliori smartphone Android del passato nella fascia media. Abbandonato da Motorola, Lenovo, cerca di risollevare le sorti della linea presentando a Berlino, durante gli eventi di IFA 2017, il nuovo Moto X4, un medio gamma che vuole prevalere per la presenza di una doppia fotocamera al posteriore e per l’utilizzo di materiali pregiati. Deve certamente farsi spazio nell’affollato mondo di quella fascia di prezzo dove dovrà lottare con molti abili concorrenti ma anche con i fratelli Moto Z2 Play e Moto GS5 Plus. Riuscirà con i suoi 449€ a farsi vedere dal pubblico? Non è facile dirlo ma intanto vi diciamo cosa ci è piaciuto e cosa no di questo nuovo Moto X4 nella nostra recensione.

DESIGN: niente Moto Mods ma vetro

Partendo da un’analisi puramente estetica il nuovo Moto X4 convince almeno personalmente. E’ un device che punta ad ottenere da subito un feedback positivo dall’utente sia per il suo aspetto frontale, tipico degli ultimi device Motorola, sia per l’uso di materiali premium come il metallo e il vetro. A differenza dei fratelli della linea Z, il nuovo Moto X4, al posteriore non permette l’uso degli ormai famosi Moto Mods ma viene impreziosito con una back cover a doppia curvatura in vetro Gorilla Glass che, oltre a proteggere dai graffi, è capace di dare lucentezza allo smartphone e permette un'impugnatura salda in mano. Inevitabili purtroppo le ditate che stazioneranno facilmente sia nella parte posteriore che in quella anteriore.

La diagonale ridotta del display permette di avere delle dimensioni non troppo importanti e pari a 148.35 x 73.5 millimetri con uno spessore di 7.99 millimetri ed un peso di 163 grammi. Il telefono in mano si mantiene ben equilibrato e la scocca in alluminio e vetro garantiscono una buona solidità. La parte frontale vede la presenza di un pulsante Home non fisico dove si nasconde un lettore delle impronte digitali sempre rapido nello sblocco del device. Nessun altro pulsante qui visto che in Motorola si è deciso di posizionare nella parte bassa del display i classici pulsanti virtuali direttamente sullo schermo.

Inferiormente si trova la porta USB Type-C che supporta anche la ricarica rapida quindi il jack da 3.5mm e uno dei vari microfoni. Ai lati del device presente nella parte destra il pulsante di accensione e spegnimento leggermente zigrinato per renderlo individuabile nell’immediato rispetto al bilanciere del volume. Superiormente trova posizione l’altro microfono assieme al carrello per le due nanoSIM o in alternativa per una nanoSIM e la microSD capace di espandere la memoria del device. Infine posteriormente fa bella vista il modulo della Dual Cam abbastanza sporgente e racchiuso in una struttura circolare dove è presente anche il Flash dual tone.

Da non sottovalutare per la prima volta nella serie Moto la certificazione IP68 presente nel nuovo Moto X4 capace di renderlo dunque resistente all’acqua come anche alla polvere. Un plus per chi è interessato a questo tipo di feature e che Moto X4 possiede a differenza dei suoi fratelli solo “splashproof”.

DISPLAY: niente 18:9 ma un buon 16:9

Accendendo il Moto X4 ci si trova di fronte ad un pannello di buona qualità della dimensione di 5.2 pollici con finitura curva 2.5D. E’ un pannello LTPS IPS con una risoluzione Full HD da 1920x1080 pixel e 424 PPI. Dimenticatevi la moda del momento con un form factor a 18:9 perché in questo caso Motorola mantiene la classica forma 16:9 che per un device medio gamma potrebbe risultare una scelta indovinata. A livello tecnico il pannello non raggiunge delle luminosità elevate ma grazie alla presenza di neri profondi riesce comunque ad ottenere un buon contrasto e una buona resa nell’utilizzo quotidiano.

La qualità è nella media con una restituzione dei colori abbastanza fedele e con un sensore di luminosità mai pigro. La luce diretta del sole non crea particolari fastidi ed anzi in questo caso visionare i contenuti sul pannello è semplice sintomo che in Motorola si è lavorato bene sotto questo punto di vista.

Interessante trovare attivo il Moto Display seppure il pannello non risulti un classico AMOLED dove solitamente Motorola pone tale funzionalità. Ricordiamo come la funzione del Moto Display permetta agli utenti di avere sotto controllo l’orologio e le notifiche anche con il device in standby grazie all’accensione di pochi pixel nel momento in cui i sensori del telefono avvertono del movimento. E’ palese che la mancanza di un display AMOLED non permetta di ottenere la stessa profondità dei neri del Moto Display come anche è palese avvertire un maggiore consumo della batteria che di certo non si era vista con il fratello Moto Z2 Play in tal senso.

HARDWARE: ottimizzazione con lo Snapdragon 630

Continuando la recensione del nuovo Moto X4 si passa inevitabilmente per quello che altro non è che il cuore pulsante del device ossia il suo processore. In questo caso Motorola ha deciso di porre all’interno del Moto X4 la nuova CPU Qualcomm Snapdragon 630: un Octa-Core con Cortex A-53 e clock fino a 2.2 GHz coadiuvati da una scheda grafica Adreno 508. Il processore lavora bene sul nuovo Motorola con una buon compromesso tra prestazioni e richieste energivore.

Per la memoria in questo caso si parla di 4GB di RAM che riescono, grazie anche alla presenza di un software praticamente stock tipico nelle scelte Motorola, a soddisfare le richieste dell’utente il quale difficilmente vedrà "laggare" il device durante le operazioni di routine. Ben gestita la RAM che permette di aprire un elevato numero di applicazioni e soprattutto di mantenere attivo anche il multiwindows, ossia due app in simultanea, senza alcuna problematica.

  Motorola MOTO X4
OS (al lancio) Android 7.1.1 Nougat
Processore Qualcomm Snapdragon 630 Octa-Core a 2.2GHz
RAM 4 GB
Display LTPS IPS 5.2" Full HD (16:9)
Risoluzione 1920x1080 px con 424 PPI
Storage (al lancio) 64 GB + MicroSD fino a 256GB
Fotocamera Posteriore

Dual Camera:
Principale 12MP (f/2.0) +
Grandangolare 8MP (f/2.2)
Video 4K UHD @30fps

Fotocamera Anteriore 16MP
Extra

4G LTE con 600 Mbps in Download
NFC
Sensore impronte digitali
Certificazione IP-68

Porte USB Type-C + jack da 3.5mm
Batteria 3.000 mAh + Ricarica rapida
Dimensioni 148.35 x 73.5 x 7.99 mm 
Peso 163 gr 
 

Il telefono garantisce prestazioni elevate anche durante sessioni di gioco impegnative graficamente parlando e l’ottimizzazione del processore è tale che il device non scalda eccessivamente anche durante situazioni di stress elevato. Le buone qualità del device non vengono replicate nel campo dell’audio e della ricezione. Sì, perché se la rete funziona bene in zone ampie nel momento di una perdita del segnale, in zone più coperte, lo smartphone farà fatica a recuperare la rete in pochi secondi.

Nulla di preoccupante ma con il Moto Z2 Play non avevamo notato questa difficoltà. L’audio in capsula risulta di buona qualità, forte e cristallino. Qualità che non troviamo nello speaker il quale invece risulta sufficiente sia con le chiamate in vivavoce che nella riproduzione di musica o altri suoni di sistema. Connettività completa con il Wi-Fi di tipo Dual Band, quindi il Bluetooth 5.0, il GPS con A-GPS GLONASS , il modulo NFC e quello per la rete LTE che può raggiungere i 600 Mbps in download.

INTERFACCIA GRAFICA: Android 7.1.1 Nougat ''stock''

Motorola ha sempre abituato i suoi utenti ad un’interfaccia grafica snella e praticamente stock rispetto a quanto delineato da Google ed il suo Android. Anche per Moto X4 le cose non cambiano e il telefono viene equipaggiato con Android 7.1.1 Nougat. Il software possiede pochi fronzoli e si mantiene concreto nell’uso di tutti i giorni con fluidità e soprattutto per la presenza di tutte le funzionalità introdotte dall’azienda di Mountain View, dal multitasking avanzato alle scorciatoie nelle varie app o ancora il multiwindows.

Motorola chiaramente ci mette anche del suo e oltre ad ottimizzare al meglio l’interfaccia sull’intero terminale inserisce le sole personalizzazioni racchiuse nell’applicazione Moto. Parliamo chiaramente di Moto Key capace di salvare password ed utilizzare il sensore di impronte digitali per accedere ai siti web, Moto Actions per utilizzare gesti precisi per controllare lo smartphone come accendere la torcia o aprire la fotocamera. Parliamo anche di Moto Display che gestisce tutte le impostazioni relative alle notifiche da mostrare nel momento in cui il display è in standby ed infine Moto Voice, purtroppo non disponibile in italiano, il quale permetterebbe di controllare il device attraverso i comandi vocali.

 

FOTOCAMERA: doppia con funzionalità interessanti

Il comparto multimediale del nuovo Moto X4 vede la presenza di una doppia fotocamera al posteriore dotata di un sensore da 12MP con apertura focale da f/2.0 e di un altro sensore da 8MP con apertura focale f/2.2. Il funzionamento è quello visto in altri smartphone concorrenti ossia l’uso del secondo sensore come obiettivo grandangolare capace di ampliare la scena di scatto fino a ben 120 gradi.

Gli scatti realizzati dal device sono in linea con la fascia di prezzo dello smartphone. Nella media le foto realizzate in ambientazioni con molta luce dove i parametri vengono ottimizzati e dove si riesce ad ottenere un livello medio di dettaglio con un buon contrasto soprattutto se si utilizza la funzionalità HDR che può entrare anche in automatico.

 

Quando la luminosità si abbassa sulla scena gli scatti risultano meno dettagliati con presenza di rumore. Discreta la fotocamera anteriore che seppure con un sensore da 16MP, impostato di default a 4MP, riesce a far scattare immagini nella media del segmento con una velocità di messa a fuoco da correggere perché non veloce.

Interessante la modalità che permette di scattare foto con una singola tonalità di colore mostrando l’effetto in diretta durante la ripresa dello scatto. Il risultato è decisamente buono e la fotocamera riesce a regolare quasi sempre la funzionalità anche in situazioni difficili. Presente anche il riconoscimento degli oggetti anche se non risulta poi così immediato e funzionale, come anche l’effetto bokeh il quale spesso realizza scatti troppo artefatti.

Per i video il Moto X4 permette di registrare fino ad una risoluzione massima di 4K a 30 fps. In questo caso non è presente la stabilizzazione ottica delle immagini anche se è possibile usare quella digitale a 1080p. Messa a fuoco buona come buone anche le prestazioni dei sensori che realizzano comunque video di discreta qualità in situazioni di luce ottimali.

AUTONOMIA: batteria da 3.000 mAh

Per quanto concerne l’autonomia all’interno del Moto X4 è presente una batteria da 3.000 mAh che grazie all’ottimizzazione del processore ma grazie anche alla precisa e puntigliosa lavorazione di Motorola sul sistema operativo riesce a realizzare delle buone prestazioni in termini di autonomia.

Nella nostra prova con un utilizzo abbastanza intenso sia otto rete 4G che sotto Wi-Fi è stato possibile arrivare a sera senza troppe problematiche. Il display non troppo energivoro come anche il processore permetteranno di mantenere bassi i consumi e questo a favore dell’utente finale che dunque potrà usare il device senza restrizioni. Oltretutto presente l’alimentatore Turbo Power capace di ricaricare rapidamente il Moto X4.

CONCLUSIONI

Il Moto X4 provato viene venduto sul mercato ad un prezzo di 449€. Un prezzo importante anche se il potenziale che il device possiede e propone agli utenti nell’utilizzo di tutti i giorni risulta concreto. Materiali premium come il vetro e l’alluminio, software praticamente stock con Android 7.1.1 Nougat che probabilmente verrà aggiornato ad Android 8.0 Oreo, fotocamera in linea con quelle del segmento, doppia e con funzionalità interessanti.

Il Moto X4 però si scontrerà inevitabilmente con alcuni suoi fratelli sempre di Motorola ma anche con altri device di questa stessa fascia capaci di proporsi al pubblico ad un prezzo inferiore. Di certo la presenza di Motorola alle spalle e le peculiarità che lo contraddistinguono potrebbero farlo emergere soprattutto nei prossimi mesi quando il mercato tenderà ad abbassare il suo prezzo di vendita. Allora potrà essere ancora più un buon affare.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Benjamin Reilly18 Novembre 2017, 17:59 #1
a proposito di telecamere, quello che mi son spesso chiesto è la ragione per cui esse tendano ad alterare l'immagine ad esempio del viso omettendo particolari che dovrebbero essere visibili tipo le orecchie e tendendo ad ingrandire i particolari più vicini all'obiettivo, quindi alterando il risultato dell'immagine tridimensionale riprodotta in bidimensionale. La doppia telecamera aiuta oppure esse operano separatamente?
fabiomax5618 Novembre 2017, 20:42 #2
450€ per un mid range?????
stefy_9124 Febbraio 2018, 16:33 #3
Questo modello l'ha comprato un mio amico ma non mi sembra così buono...

Comunque ho trovato dei buoni consigli anche su Portale Verde

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^