Moto Z2 Play: il ritorno di Motorola in grande stile. La recensione

Moto Z2 Play: il ritorno di Motorola in grande stile. La recensione

Motorola, alias Lenovo, torna finalmente in Italia e lo fa con un telefono dalle caratteristiche interessanti ma soprattutto con un design originale e la possibilità di usare i Moto Mods: accessori capaci di ampliare l'esperienza d'uso. Ecco la nostra recensione del nuovo top di gamma dell’azienda.

di Bruno Mucciarelli pubblicato il nel canale Telefonia
MotorolamotoAndroid
 

Più di 40 anni fa Motorola ha introdotto il primo telefono mobile della storia e, fin dalla sua fondazione nel 1928, è sempre stata l'avanguardia della tecnologia, inventando e brevettando molti dei protocolli e delle tecnologie che rendono oggi possibile la comunicazione mobile. Oggi Motorola fa il suo ritorno in Italia lanciando il suo nuovo dispositivo di punta, il Moto Z2 Play, per soddisfare ogni tipo di utente anche grazie all’invenzione dei suoi Moto Mods. Chiaramente lo abbiamo provato e vi diciamo le nostre impressioni in questa recensione qui su Hardware Upgrade.

[HWUVIDEO="2389"]Moto Z2 Play: il ritorno di Motorola in grande stile. La recensione[/HWUVIDEO]

Design

Inutile girarci intorno ma squadra che vince non si cambia e Motorola sembra aver preso alla lettera questo detto perché il nuovo Moto Z2 Play cambia davvero di poco il suo aspetto estetico proponendosi al suo pubblico in una veste più snella e leggera ma sempre con un corpo originale e soprattutto “molto” sottile. Alla base della volontà di non cambiare il design c’è però un motivo quanto mai valido: quello di rendere compatibili anche in questa nuova generazione tutti i vecchi Moto Mods introdotti con il primo Moto Z Play. In questo dobbiamo rendere merito a Motorola di aver fatto una mossa interessante tenendo conto di tutti i suoi utenti che potranno dunque utilizzare anche i vecchi accessori innovativi che più avanti scopriremo.

Come detto il design dello Z2 Play non cambia e il device si presenta con un corpo realizzato completamente in alluminio, anche nella parte posteriore oltre che nella cornice. Un plus non indifferente che permette di ottenere solidità al telefono soprattutto quando lo si prende in mano e lo si utilizza. Piacevole al tatto e originale alla vista, il Moto Z2 Play, è un device importante con dimensioni che lo caratterizzano pari a 156.2 x 76.2 x 5.99 millimetri. Sì avete capito bene lo spessore è inferiore a 6 millimetri che dunque si riduce di un millimetro rispetto al passato rendendolo praticamente uno dei più sottili smartphone presenti sul mercato.

Per il resto il telefono si presenta abbastanza lineare nelle forme con gli angoli arrotondati e forse qualche cornice, superiore ed inferiore, di troppo ma è inevitabile con un corpo così sottile. Su di un lato troviamo il classico pulsante di accensione e spegnimento, in questo caso leggermente zigrinato in modo da trovarlo nell’immediato, quindi il bilanciere del volume con due tasti separati. Dal lato opposto nessun pulsante visto che il carrello per la nanoSIM e per la MicroSD per l’espansione della memoria è stata posta nella parte superiore. In quella inferiore invece presente la porta USB Type-C e il foro per il jack da 3.5 mm. Inevitabile non osservare al posteriore la presenza della fotocamera principale che rimane fortemente in rilievo a causa anche di uno spessore davvero esiguo anche per i sensori multimediali di ultima generazione.

Display

Il nuovo Moto Z2 Play possiede un pannello Super AMOLED da 5.5 pollici Full HD che sembra lo stesso presente nella generazione passata. Niente di male visto che il pannello risulta grande, con una superficie importante ma soprattutto con un rendimento ottimale in tutte le situazioni. Sì, perché possiede un eccellente contrasto, una temperatura sempre tarata in modo preciso e soprattutto angoli di visione ampi oltre a colori decisamente vivaci.

E’ palese che utilizzando la tecnologia AMOLED il display non riesca a dare il meglio sotto la luce diretta del sole. In questo caso infatti anche con il Moto Z2 Play in alcune circostanze abbiamo avuto qualche difficoltà nella visualizzazione dei contenuti soprattutto in questi giorni di estate. Nulla di grave visto che di contro con i contenuti più scuri il display riesce a dare il meglio di sé permettendo una resa superiore.

Parlando di display non si può non menzionare il fatto che in Motorola, forse a causa dell’esiguo spessore dello smartphone, si è deciso di porre l’unico altoparlante nella capsula auricolare. In questo caso il risultato non è propriamente come ci si attenderebbe. Il suono che fuoriesce non risulta corposo o di qualità sia per le chiamate in vivavoce che per i suoni di sistema. Sufficiente la pressione sonora che solo con l’aggiunta del Moto Mods JBL raggiunge un livello decisamente ottimale. Peccato per questo.

Hardware

Il nuovo Moto Z2 Play è un dispositivo di fascia media. Per questo possiede un il nuovo processore di Qualcomm Snapdragon 626, un Octa-Core con clock da 2.2 GHz che rispetto al passato Snapdragon 625 migliora le prestazioni ma anche e soprattutto le autonomie. Il processore è affidabile e anche performante in situazioni di stress estremo. Fa quello per cui è stato progettato e lo fa anche bene con risposte sempre immediate e con lag praticamente inesistenti.

  Moto Z2 Play
OS Android 7.1.1 Nougat
Processore Qualcomm Snapdragon 626
8 Core @ 2.2 GHz
RAM 4 GB
Display Super AMLOED 5,5"
Risoluzione 1920 x 1080 (401 PPI)
Storage 64 GB
Espandibili via microSD fino a 256GB
Fotocamere Retro 12 MP f/1.7 PDAF
Flash Dual - LED
Video 4K@30fps / 1080p@60fps
Fronte 5 MP f/2.2
Video 1080p@30fps
Connettività 4G LTE  
Wi-Fi 802.11ac dual-band
Bluetooth 4.2
GPS / A-GPS / GLONASS
NFC
Porte USB Type-C
Audio jack 3,5mm
Batteria Li-Ion 3.000 mAh non rimovibile
Ricarica rapida Turbo Charger
Dimensioni 156,2 x 76,2 x 5,99 mm
Peso 145 g

Al fianco del processore è presente una scheda grafica Adreno 506 capace di avviare i giochi anche più pesanti in modo veloce e senza intoppi. Per la fluidità del sistema ci pensano i 4GB di RAM che donano ad Android 7.1.1 Nougat velocità e facilità di utilizzo. Per quanto riguarda invece la memoria interna dove poter catalogare ogni tipo di video, immagine o musica il Moto Z2 Play possiede di default 64GB che possono essere espansi con una MicroSD fino a 256GB.

Le applicazioni si aprono e si chiudono velocemente e il multitasking riesce a funzionare sempre bene con il richiamo delle app praticamente istantaneo riuscendo a far divenire un piacere utilizzare il Moto Z2 Play durante tutto il giorno. Se vi chiedete se il Moto Z2 Play scalda durante le operazioni più energivore la risposta è dipende. Sì, perché in alcune situazioni anche di poco stress il corpo in alluminio tende a scaldare nella zona della CPU mentre durante la navigazione o anche durante l’uso con giochi il telefono non raggiunge quasi mai temperature da renderlo intoccabile. E’ palese comunque che lo spessore veramente esiguo non ha permesso a Motorola di estremizzare la dissipazione del calore che dunque deve per forza passare per la scocca che comunque quasi mai si surriscalda eccessivamente.

Interfaccia grafica: Android Nougat 7.1.1

Come detto in precedenza sul Moto Z2 Play è presente l’ultima versione di Android Nougat, la 7.1.1 che non viene praticamente personalizzata da Motorola se non per alcune feature che migliorano l’usabilità del device in alcune situazioni. Il Moto Z2 Play punta alla sostanza e lo smartphone visivamente risulta molto vicino ai vari Nexus di Google con la presenza del Multi Windows che permette di utilizzare due applicazioni simultaneamente o anche i toogle rapidi nel menu delle notifiche. Come detto Motorola ci mette del suo solo con l’applicazione Moto che racchiude Moto Action, Moto Display e Moto Voice.

Cosa consentono di fare? Con Moto Action sarà possibile automatizzare alcune operazioni come silenziare una chiamata, attivare la torcia o magari accendere la fotocamera realizzando semplici gesti con lo smartphone in mano. Moto Display invece attiva sul device un vero e proprio Ambient Display mostrando le notifiche non appena abbiamo la mano nei paraggi del telefono. Infine Moto Voice si tratta di un sistema di voce integrato che permette di controllare il telefono con la propria voce. Peccato che al momento tale funzionalità sia supportata solo in inglese, portoghese e spagnolo.

 

Fotocamera

Per quanto riguarda il comparto fotografico del nuovo Moto Z2 Play dobbiamo annoverare la presenza di una fotocamera a singolo sensore sul retro da 12 megapixel con autofocus laser e doppio Flash LED. Non è presente la stabilizzazione ottica ma il sensore possiede un’apertura focale decisamente ampia da f/1.7 che permette di ottenere scatti buoni anche in condizioni di luce bassa.

Sì le foto scattate dallo smartphone sono di buon livello con dettagli e colori nella media. Non possiamo pretendere troppo dallo smartphone che si mantiene in linea con la sua fascia di prezzo ma che in qualche modo migliora le prestazioni della precedente generazione. Lo scatto risulta veloce come anche la messa a fuoco che permette una buona precisione. Di certo la qualità degli scatti è direttamente connessa alla quantità di luce presente sulla scena. Nel momento in cui la luminosità si abbassa ecco che si abbassano anche i dettagli degli scatti e compare del rumore nelle immagini.

Anteriormente presente invece un sensore da 5 megapixel classico con apertura focale f/2.2 che risulta degno di nota forse per la presenza di un Flash LED bicolore capace di regalare selfie luminosi anche in ambientazioni con poca luce. Qualità sufficiente per quanto riguarda gli scatti e nulla di più.

 

Per quanto riguarda i video il dispositivo permette di registrare fino ad una risoluzione di 4K a 30 fps con un risultato accettabile sia per quanto riguarda la qualità delle immagini in termini di colori ma anche per quanto concerne la fluidità delle riprese. Peccato per l’assenza della stabilizzazione delle immagini che proprio nei video tende a farsi sentire più che mai.

Autonomia

Seppure con uno spessore inferiore di 6 millimetri, Motorola, è riuscita comunque a porre nel nuovo Moto Z2 Play una batteria da 3.000 mAh. Vero è più piccola della passata generazione ma è pur vero che l’azienda è riuscita ad ottimizzare al massimo i consumi e grazie al display non troppo energivoro, al processore parco nei consumi e alla bravura nell’ottimizzazione software il telefono riesce a convincere fortemente sotto questo punto di vista.

Tutto questo permette di utilizzare il telefono senza troppa parsimonia riuscendo ad arrivare comunque a sera con qualche percentuale di carica residua con un utilizzo misto tra chiamate, messaggi ma anche navigazione su web, e riprese con la fotocamera. E’ palese che non riusciamo ad ottenere le autonomie della prima generazione ma è anche vero che con il Moto Z2 Play comunque non ci si deve preoccupare di portare dietro power bank per ricariche improvvise. Da non dimenticare la presenza del Turbo Charger che velocizza la ricarica dello smartphone che passa dallo 0% al 100% in poco più di un’ora e mezza.

Moto Mods

Impossibile parlare e recensire un Moto Z2 Play senza menzionare i Moto Mods che risultano una parte imprescindibile della filosofia di questo smartphone. Presentati con la prima generazione del device, Motorola a differenza di LG, ha deciso di continuare sulla strada degli accessori con la A maiuscola rinnovandoli e aggiungendone di nuovi. In questo caso abbiamo avuto modo di provare il Moto Mods SoundBoost 2 realizzato in collaborazione con JBL che altro non è che un vero e proprio speaker a doppia cassa capace di unirsi allo smartphone con il classico magnete e permettere di amplificare la musica riprodotta dallo stesso.

In questo caso il Moto Mods di JBL possiede una propria batteria capace di riprodurre per 10 ore continuative i contenuti multimediali. Un plus non indifferente che costa un centinaio di euro ma che di certo potrà allietare le vostre giornate con musica di qualità.

Conclusioni

Per le conclusioni partiamo dal prezzo del nuovo Moto Z2 Play che viene venduto a 499 euro. Sì effettivamente un prezzo elevato per un prodotto di fascia media ma sinceramente il nuovo smartphone di Motorola a me piace. Piace per il suo design, forse non troppo ergonomico, forse non eccellente per quanto riguarda la fotocamera ma di certo un campione nelle autonomie, nel software ottimizzato dall’azienda e con accessori molto ben fatti e tutti molto utili.

Il Moto Z2 Play è migliorato e di molto rispetto alla scorsa generazione con un’azienda alle spalle matura e ora più decisa che mai di sapere come indirizzarsi nel futuro. Guardandolo nei confronti della concorrenza effettivamente potrebbe essere facilmente battuto economicamente parlando ma molte volte quello che si paga meno non è sempre meglio e in questo caso di sicuro il mercato online saprà ridimensionare velocemente il prezzo di vendita del Moto Z2 Play che comunque non possiamo non promuovere nella maggior parte dei suoi aspetti.

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Bestio01 Agosto 2017, 13:23 #1
Dispositivo interessante, peccato che anche qui manca la MOD che mi interesserebbe di più... una tramaledetta tastiera fisica QWERTY!
Non la smetterò mai di rimpiangere il Desire Z.

L'Hasselblad True Zoom non sembrerebbe male, ma non so se vale la pena spendere 250€ per questo "MOD", invece di una fotocamera compatta digitale semiseria (che almeno non dovremo buttare quando cambieremo smartphone)
emanuele8301 Agosto 2017, 14:04 #2
Originariamente inviato da: Bestio
Dispositivo interessante, peccato che anche qui manca la MOD che mi interesserebbe di più... una tramaledetta tastiera fisica QWERTY!
Non la smetterò mai di rimpiangere il Desire Z.

L'Hasselblad True Zoom non sembrerebbe male, ma non so se vale la pena spendere 250€ per questo "MOD", invece di una fotocamera compatta digitale semiseria (che almeno non dovremo buttare quando cambieremo smartphone)


Io oltre la batteria supplementare non riesco a dare un senso ai gadget intercambiabili. a meno di non avere una borsa sempre con se non puoi farci stare in tasca tutto, ma anche solo un accessorio come la hasselblad...
Ok boh dici vado a far un picnic e mi porto le casse per sentire un po di musica, ah ma poi devo fare una foto e come faccio? meglio u altoparlante bluetooth. il proiettore poi è il massimo della inutilità secondo me.

unico accessorio decente sarebbe un joypad e come hai detto tu una tastiera fisica di modo da essere produttivi magari quando fai viaggi lunghi.
majinbu701 Agosto 2017, 15:48 #3
Terminale interessante, ma con un prezzo al di fuori della sua fascia di mercato, intorno ai 350 € lo vedrei come un'ottimo acquisto.
MitchBook01 Agosto 2017, 16:43 #4
Modello di punta? Il Z2 Play? Veramente il modello di punta è il Z2 Force che è stato presentato in America e a breve anche in Europa. In termini di prestazione pura il Z 1st Edition era, seppur di poco, più potente quindi non è di punta in nulla. Diciamo che semplicemente è l'ultimo presentato per l'Italia
kean3d02 Agosto 2017, 03:56 #5
mah.. fotocamera orrendamente sporgente, quando lo usi appoggiato al tavolo giochi all'equilibrista?
audio senza altoparlante.. no comment
pipperon05 Agosto 2017, 11:31 #6
Originariamente inviato da: kean3d
mah.. fotocamera orrendamente sporgente, quando lo usi appoggiato al tavolo giochi all'equilibrista?
audio senza altoparlante.. no comment


Veramente il fatto che sia sporgente e' un megaplus.
Se e' sporgente anziche essere inutilizzabile per una foto potrebbe essere solo scadente.
pipperon05 Agosto 2017, 11:38 #7
"apertura focale decisamente ampia da f/1.7 che permette di ottenere scatti buoni anche in condizioni di luce bassa"

Non e' una macchina fotografica ma una webcam sfortunata.
L'apertura focale sui telefoni serve per evitare le centriche di diffrazione su un sensore NON fotografico.
Una macchina fotografica, anche di pochi soldi ma seria, varia il diaframma per adattarsi alla luce e modificare la PDC.
Una webcam e' si affamata di luce per il sensore stolto, ma ha un problema piu' grande: il sensore subisce l'interferenza della focale gia' ad aperture che non avrebbero senso su un oggetto del genere.

Chiediamoici inoltre perche, con un'apertura del genere, si riesca ad avere tutto a fuoco.
Piangere non e' permesso soprattutto se si e' speso piu' di 300E pensando che faccia foto.

http://allarovescia.blogspot.it/201...ixel-utili.html

La fisica e' una basxarda.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^