Google Pixel XL su Geekbench con 4GB di RAM e un punteggio non troppo esaltante

Google Pixel XL su Geekbench con 4GB di RAM e un punteggio non troppo esaltante

Il 4 ottobre Google dovrebbe presentare due nuovi dispositivi che rappresenteranno il nuovo corso della compagnia. Si chiameranno Pixel, e non più Nexus

di pubblicata il , alle 11:31 nel canale Telefonia
GoogleAndroid
 

Manca probabilmente molto poco alla presentazione della nuova famiglia di smartphone Pixel. La società sta infatti per abbattere la storica serie Nexus per presentare un nuovo approccio nella categoria: se quest'ultima infatti si basava su dispositivi prodotti da terze parti, la nuova vedrà il logo Google, e solo quello, sul retro dei terminali. I nuovi smartphone saranno probabilmente prodotti da società di terze parti, ma cambierà totalmente la comunicazione da parte di Big G.

Google Pixel XL su GeekBench

Per il pubblico saranno i primi smartphone Google veri e propri, e non solo dispositivi su cui la compagnia fornirà pieno supporto lato software. Come abbiamo già anticipato più volte basandoci sulle indiscrezioni trapelate sull'argomento, Google è in procinto di svelare due dispositivi caratterizzati da dimensioni diverse per i display: il più grande, Marlin, è stato avvistato per la seconda volta su GeekBench 4, con un punteggio di 3951 che non fa strappare i capelli.

All'interno della pagina apparsa sul database del benchmark si leggono alcune caratteristiche essenziali del dispositivo, come ad esempio un processore Qualcomm Snapdragon da 4 core a 1,59GHz (probabilmente non si tratta della frequenza massima) supportato da un quantitativo di 4GB di RAM. Al momento in cui scriviamo non si hanno certezze sulla CPU, con i rumor che si sono mostrati particolarmente discordanti sull'argomento: alcuni sostengono che ci sarà Snapdragon 820, altri il più nuovo 821.

Installato sullo smartphone utilizzato per il test si trova Android 7.1 Nougat, versione del sistema del robottino verde non ancora rilasciata al pubblico. Marlin, che probabilmente prenderà il nome di Pixel XL, non sarà interessante solamente per le caratteristiche tecniche integrate, ma soprattutto perché potrebbe essere il primo dispositivo sul mercato incentrato principalmente sulla realtà virtuale, facendo leva su una delle caratteristiche dell'ultima versione di Android (Google Daydream).

Pixel e Pixel XL dovrebbero adottare display rispettivamente da 5,2 e 5,5 pollici, differenziandosi anche per alcune scelte hardware in modo da rendere il secondo modello più appetibile a fronte di un prezzo superiore. I due dispositivi dovrebbero essere annunciati il prossimo 4 ottobre.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Portocala19 Settembre 2016, 13:23 #1
Fare un suo "top" di gamma e senza le ultime novità non gli farà fare una bella figura soprattutto se vuole spingere sul marchio Pixel.

Spero sia solo un muletto e non quello definitivo.
s0nnyd3marco19 Settembre 2016, 16:29 #2
Originariamente inviato da: Portocala
Fare un suo "top" di gamma e senza le ultime novità non gli farà fare una bella figura soprattutto se vuole spingere sul marchio Pixel.

Spero sia solo un muletto e non quello definitivo.


Tutto sta nel rapporto qualita' prezzo: se fanno un buon telefono, senza per forza essere il non plus ultra e lo vendono ad un prezzo onesto e garantiscono gli aggiornamenti a lungo, per me puo' anche starci.
squalho19 Settembre 2016, 19:27 #3
Originariamente inviato da: s0nnyd3marco
Tutto sta nel rapporto qualita' prezzo: se fanno un buon telefono, senza per forza essere il non plus ultra e lo vendono ad un prezzo onesto e garantiscono gli aggiornamenti a lungo, per me puo' anche starci.

Concordo. Google non ha risorse per sviluppare hardware e deve appoggiarsi a fornitori esterni per tutto o quasi. In questa situazione e` difficile per Google competere con i top di gamma.

C'e` poi anche da dire che mentre Apple e Samsung sviluppano top di gamma per generare profitti, Google non tira mai fuori un euro dai suoi dispositivi, sono sempre fatti per far entrare l'utente nel mondo Google e poi monetizzare attraverso pubblicita`.

Insomma, credo che Google abbia zero interesse a fare un top di gamma.
albatros_la20 Settembre 2016, 10:28 #4
5.2" lo "standard", 5.5" l'XL.
Dunque uno smartphone 4.7" (che è già una certa padella) sarebbe un XS?
Mercato pessimo, nel quale si pensa che l'ergonomia entri (sì e no) in gioco solo quando il telefono sta in mano, anzi, nelle mani viste le dimensioni.
NighTGhosT20 Settembre 2016, 13:59 #5
Originariamente inviato da: albatros_la
5.2" lo "standard", 5.5" l'XL.
Dunque uno smartphone 4.7" (che è già una certa padella) sarebbe un XS?
Mercato pessimo, nel quale si pensa che l'ergonomia entri (sì e no) in gioco solo quando il telefono sta in mano, anzi, nelle mani viste le dimensioni.


Ma e' sempre molto soggettiva la cosa, ognuno di noi ha mani diverse

Io ad esempio sono sempre riuscito benissimo a usare LG Flex 2 (5.5 di diagonale) con una mano....poi sono passato al Nexus 5x che coi suoi 5.1 era ancor meglio........e ora sono ripassato ai 5.5 con l'S7 Edge in arrivo....non credo di aver problemi nemmeno qua dato che ha la stessa diagonale del Flex 2

Pero' almeno per me 5.5 e' il limite massimo per poterne fruire con una mano soltanto.
albatros_la22 Settembre 2016, 16:45 #6
Originariamente inviato da: NighTGhosT
Ma e' sempre molto soggettiva la cosa, ognuno di noi ha mani diverse

Io ad esempio sono sempre riuscito benissimo a usare LG Flex 2 (5.5 di diagonale) con una mano....poi sono passato al Nexus 5x che coi suoi 5.1 era ancor meglio........e ora sono ripassato ai 5.5 con l'S7 Edge in arrivo....non credo di aver problemi nemmeno qua dato che ha la stessa diagonale del Flex 2

Pero' almeno per me 5.5 e' il limite massimo per poterne fruire con una mano soltanto.

Il significato della mia frase era l'opposto, e cioè che si pensa che l'ergonomia entri in gioco solo quando si utilizza il dispositivo (e talvolta nemmeno quella volta), mentre non si pensa che qualcosa di "portatile" debba godere anche di un'ergonomia relativa al trasporto. In parole semplici, avere una "piastra" in tasca è una rogna, per le tasche e per tutto quello che ci sta attorno, ammesso e non concesso che ci entri, nelle tasche!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^