Ecco Android 12L, un nuovo OS pensato per tablet, foldable e dispositivi ChromeOS

Ecco Android 12L, un nuovo OS pensato per tablet, foldable e dispositivi ChromeOS

Big G sta preparando un nuovo aggiornamento per Android 12 pensato per i dispositivi con ampi schermi, come i tablet, ma non solo. Ecco quali saranno le novità previste per inizio 2022

di pubblicata il , alle 11:31 nel canale Telefonia
GoogleAndroid
 

La scorsa settimana Google ha rilasciato Android 12 per i dispositivi della serie Pixel, e adesso ha annunciato quello che chiama il primo "feature drop" chiamato Android 12L. La "L" sta per "large" e indica i dispositivi con display di grandi dimensioni, poiché l'obiettivo di questa versione è proprio l'adattamento degli elementi dell'interfaccia utente su tablet, dispositivi pieghevoli e dispositivi ChromeOS.

Android 12L dovrebbe essere rilasciato nei primi mesi del 2022, proprio quando dovrebero arrivare i nuovi tablet e smartphone foldable con il nuovo OS preinstallato. Gli sviluppatori possono già utilizzare un'anteprima del feature drop attraverso l'emulatore, mentre una prima versione beta potrebbe presto essere rilasciata per Lenovo Tab P12 Pro. In seguito arriverà anche una versione di anteprima per i dispositivi Pixel, dal momento che Android 12L sarà anche rilasciato su smartphone (anche se gran parte delle novità non sarà visibile su device dallo schermo di piccole dimensioni).

Android 12, un aggiornamento con feature per i device dal display ampio

Secondo i dati diffusi da Google, nel mondo sono circa 250 milioni i dispositivi pieghevoli, i tablet e i dispositivi con ChromeOS, e solo nell'ultimo anno sono state registrate 100 milioni di registrazioni di tablet Android per una crescita del 20% su base annua. E' anche da specificare che Android è stato spesso criticato per la sua scarsa ottimizzazione su tablet rispetto ad altri sistemi operativi dedicati, e con Android 12L Google potrebbe rispondere a queste annose critiche.

L'interfaccia utente di Android 12L è stata perfezionata per l'utilizzo su schermi di grandi dimensioni in diversi elementi. Ad esempio nelle notifiche, nelle impostazioni rapide, nella schermata di blocco, nella schermata Home e in quella delle app in background, e molto altro. In molti casi, in presenza di display di ampie dimensioni, le schermate verranno suddivise in due colonne, così come tutte le app di sistema sono state ottimizzate per accogliere più elementi su schermo attraverso la visualizzazione in colonne. Una nuova barra dedicata aiuterà l'utente a passare da un'app all'altra al volo, mentre la modalità split screen che consente di usare due app affiancate su schermo contemporaneamente sarà più facile da raggiungere. Tutte le app, inoltre, saranno compatibili con lo split screen.

Insieme al rilascio di Android 12L, Google sta esortando gli sviluppatori ad aggiornare le loro app per adattarsi alle novità, aiutandoli specificando tre step di dimensioni per le schermate: Compatto per gli smartphone, Medio per smartphone pieghevoli e tablet di piccole dimensioni, ed Espanso per tablet in modalità orizzontale e computer. C'è anche una nuova API che consente alle app di rilevare la presenza della piega nei display o di eventuali cerniere, consentendo l'uso di queste come separatori naturali dell'interfaccia utente.

Infine gli utenti di tablet o foldable verranno avvisati nella descrizione delle app su Google Play Store qualora le stesse non fossero ottimizzate per il proprio dispositivo. Big G opererà nuovi controlli per valutare la qualità di ogni app rispetto alle nuove linee guida per i display di ampie dimensioni, con tutte le novità che dovrebbero essere rilasciate e attivate entro la fine del prossimo anno.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
acerbo28 Ottobre 2021, 12:43 #1
Era ora, apple lo ha fatto da anni con ipad os, anche se OS é un parolone, basta prevedere un'interfaccia piu' adeguata ed obbligare gli editors a sviluppare applicazioni fatte ad hoc.
La politica di google é completamente strampalata, da anni non se li cagano piu' i tablet perché hanno deciso di puntare su chrome os e su quel fantomatico fucsia che non si é mai visto ed ora se ne escono con sta roba, adesso mi aspetto un nuovo tablet pixel.
Che poi L (large) fà ridere, con questo andazzo gli smartphone avranno schermi grandi come i tablet di 5 anni fà
Il mio primo tablet é stato un asus google nexus 7 (il migliore che abbia mai avuto), oggi 7" é la diagonale degli ultimi smartphone.

P.S.

Ho installato android 12 da qualche giorno, l'OS mi sembra un po' piu' reattivo e le applicazioni si aprono un po' piu' velocemente, ma da un punto di vista estetico la nuova interfaccia fà davvero cagare, inoltre ci sono meno personalizzazioni rispetto ad android 11.
s0nnyd3marco28 Ottobre 2021, 14:00 #2
Anch'io sono un po' confuso dalle scelte di google in effetti. Fucsia non si sa che fine abbia fatto. ChromeOS ha avuto un buon successo, pero' ora stanno espandendo Android anche per i display grandi. Invece di unificare Android con ChromeOS, li fanno sovrapporre.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^