Dagli smartphone alle auto: il parabrezza della Ford GT è in Gorilla Glass

Dagli smartphone alle auto: il parabrezza della Ford GT è in Gorilla Glass

Ford ha annunciato che la sua hyper-car sarà la prima ad utilizzare un parabrezza in robusto Gorilla Glass, lo stesso vetro che protegge i display degli smartphone di fascia alta

di Nino Grasso pubblicata il , alle 11:01 nel canale Telefonia
Ford
 

Ford ha annunciato che la Ford GT sarà la prima auto al mondo a essere dotata di parabrezza e lunotto copri-motore realizzati con la tecnologia ibrida Gorilla Glass di Corning. Il Gorilla Glass è un materiale leggero e ad altissima resistenza che da anni ormai, in diverse iterazioni della tecnologia, ricopre e protegge i display degli smartphone di fascia alta. In questo modo la supersportiva dell'Ovale Blu viene alleggerita di oltre 5kg con diversi vantaggi sul piano delle prestazioni pure.

Ford GT

La società promette che, grazie al Gorilla Glass, la Ford GT migliorerà non solo in prestazioni, ma anche in consumi ed efficienza di frenata. Il nuovo vetro di Corning infatti è più sottile del tradizionale vetro laminato e ha anche effetti sull'handling della vettura grazie all'abbassamento del baricentro. Vengono migliorati infatti trasferimento dei pesi in curva e l'aerodinamica, il tutto a vantaggio della piacevolezza di guida e soprattutto del tempo sul giro in pista.

Il Gorilla Glass della Ford GT non è identico tuttavia a quello che troviamo sugli smartphone, ed è progettato per rispondere alle esigenze delle applicazioni automotive. Per la supersportiva americana, nella fattispecie, Corning ha preparato una soluzione a tre stradi ibridi vetro-termoplastica del 32% più leggeri rispetto ai vetri tradizionali, pur guadagnando in robustezza e resistenza alle collisioni di ghiaia, sassi e grandine. Questi risultati sono stati ottenuti in soli quattro mesi di sviluppo, e ci sono enormi potenzialità per ulteriori applicazioni della tecnologia in ambito automotive.

Un tradizionale parabrezza in vetro laminato si compone di 2 lastre temprate, unite da un collante termoplastico trasparente. Si tratta di una soluzione introdotta agli albori, o quasi, dell'industria delle automobili e ancora oggi è ampiamente utilizzata nel settore. La nuova tecnologia in Gorilla Glass invece si basa su 3 strati: un cristallo temprato esterno, una termoplastica trasparente e fonoassorbente interna e un pannello ibrido ad altissima resistenza.

Ford GT, parabrezza in Gorilla Glass

La soluzione è spessa circa 3 o 4 millimetri, laddove i vetri tradizionali più comuni sono fra i 4 e i 6mm. La resistenza del nuovo pannello è comunque sensibilmente superiore grazie ad un processo di manifattura più certosino che riduce le contaminazioni del materiale grezzo, prevede un trattamento speciale degli spigoli e si avvale di un apposito rinforzo chimico. Il Gorilla Glass sarà disponibile sulla Ford GT nel 2017, ma l'Ovale blu promette che verrà applicato in futuro anche su ulteriori modelli della gamma della società.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

20 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
sopress18 Dicembre 2015, 11:31 #1
sarà dura mettere la pellicola secondo voi?
LASCO18 Dicembre 2015, 12:15 #2
miglioramenti di prestazioni per riduzione di peso di 5 Kg mi sembra un pò ridicolo da dire!
Per quanto riguarda l'abbassamento del baricentro, siamo nell'ordine dei 2-3 millimetri e non so quanto sia influente.
Mparlav18 Dicembre 2015, 12:53 #3
Ogni riduzione di peso è critica sulle auto, soprattutto sportive.

E' una ricerca che si porta avanti su qualsiasi componenti: dai cerchi in lega all'imbottitura dei sedili, dal tipo di plastica della plancia, a componenti in fibra di carbonio per cofano motore o tetto.
Non fanno eccezione i vetri laterali ed il parabrezza, dove spesso si usa il policarbonato nei modelli da competizione.
eddie8118 Dicembre 2015, 14:37 #4
Originariamente inviato da: Mparlav
Ogni riduzione di peso è critica sulle auto, soprattutto sportive.

E' una ricerca che si porta avanti su qualsiasi componenti: dai cerchi in lega all'imbottitura dei sedili, dal tipo di plastica della plancia, a componenti in fibra di carbonio per cofano motore o tetto.
Non fanno eccezione i vetri laterali ed il parabrezza, dove spesso si usa il policarbonato nei modelli da competizione.


Si, nel manuale di certe auto consigliano un clistere prima di mettersi alla guida per non incidere sulle prestazioni.
Simonex8418 Dicembre 2015, 14:44 #5
Risparmiano 5kg di vetro e poi magari ci sale il solito industriale paffutello da 90-100kg
sortac18 Dicembre 2015, 14:49 #6
basta che non si rompe al minimo impatto come quello dei cellulari...
Mparlav18 Dicembre 2015, 15:52 #7
Originariamente inviato da: eddie81
Si, nel manuale di certe auto consigliano un clistere prima di mettersi alla guida per non incidere sulle prestazioni.


Eh, si vede che sei un'esperto in materia
Eress18 Dicembre 2015, 16:20 #8
Sinceramente mi sembra la classica non notizia.
Bestio18 Dicembre 2015, 17:05 #9
Originariamente inviato da: Simonex84
Risparmiano 5kg di vetro e poi magari ci sale il solito industriale paffutello da 90-100kg


Ricorderò sempre su un forum di appassionati di auto, un tizio scriveva di aver messo i pannelli delle portiere in carbonio sulla sua Mitsu EVO e risparmiato 3kg...
Ed un'altro gli ha risposto "a Antò, pesi 120kg, nun sarebbe mejo che te mettessi a dieta?"

Originariamente inviato da: Mparlav
Eh, si vede che sei un'esperto in materia


Lascia perdere, oramai viviamo in un mondo dove la gente per trasportare i suoi 70KG scarsi di peso si trascina dietro 2 tonnellate di metallo...
Mparlav18 Dicembre 2015, 17:38 #10
Originariamente inviato da: Bestio
Ricorderò sempre su un forum di appassionati di auto, un tizio scriveva di aver messo i pannelli delle portiere in carbonio sulla sua Mitsu EVO e risparmiato 3kg...
Ed un'altro gli ha risposto "a Antò, pesi 120kg, nun sarebbe mejo che te mettessi a dieta?"


Tu scherzi, prova a chiedere ai piloti a che dieta devono sottostare per non superare certi limiti di peso

In ogni caso, la ricerca maniacale della riduzione di peso è vecchia quanto la storia delle auto sportive, prima nasce nel mondo delle competizioni, poi arriva alle vetture sportive e via via sulle altre.
La Mclaren sulla MP4-12C si "vantava" di aver ridotto 3Kg cambiando il tipo di camblaggio e 10Kg usando la batteria al Litio, e parliamo di 5 anni fa'.

Questo su auto di oltre 200.000 come la Ford della news.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^