Cyanogen nella bufera, Kondik rassicura

Cyanogen nella bufera, Kondik rassicura

Il fondatore di Cyanogen Inc interviene per stemperare i recenti rumor sui provvedimenti che potrebbero portare ad un consistente taglio al personale ed alla ridefinizione degli obiettivi aziendali.

di pubblicata il , alle 15:01 nel canale Telefonia
Google
 

Steve Kondik, fondatore di Cyanogen Inc, è recentemente intervenuto per chiarire alcuni aspetti della strategia aziendale, dopo la diffusione di recenti rumor sui presunti licenziamenti e sullo spostamento del focus dall'attività di sviluppo di CyanogenMod (la nota ROM custom basata sul sistema operativo Android) a quella di realizzazione di app mobile. 

CyanogenMod non sta andando da nessuna parte, né Cyanogen Inc interromperà i suoi sforzi verso l'obiettivo di renderla disponibile per un'utenza più ampia.

Con questa frase Steve Kondik apre il suo intervento nel blog ufficiale, che continua ripercorrendo alcune tappe fondamentali del percorso compiuto dalla ROM custom CyanogenMod, rilasciata per la prima volta sette anni fa e, successivamente, divenuta il principale oggetto dell'attività imprenditoriale di Cyanogen Inc, la società fondata da Kondik tre anni fa. 

Nessun cambio di rotta sul fronte dello sviluppo dalla ROM CyanogenMod, sottolinea la figura simbolo del progetto: 

Cyanogen Inc (me compreso) supporterà ancora il progetto a continuerà ad avere un ruolo attivo nel suo sviluppo. Contrariamente a quanto si crede, non stiamo spostando l'attenzione sulle app, né stiamo archiviando CM. Avremo presto ulteriori informazioni sul sito. 

Kondik smentisce quindi seccamente i recenti report sulla rinnovata strategia commerciale e sull'interruzione dello sviluppo della ROM CM, ma non il riferimento ai presunti tagli al personale. Secondo quanto riportato sul finire della settimana scorsa da Android Police, Cyanogen Inc. avrebbe deciso di ridurre del 20% il suo staff, un taglio motivato dalla scelta di interrompere lo sviluppo di CyanogenMOD dedicandosi a quello di app Android. 

Mentre manca la conferma sul taglio al personale, l'intervento di Kondik rassicura gli utenti Android che, nel corso degli anni, hanno apprezzato la ROM personalizzata sviluppata dal team CyanogenMod. Si ricorda che il relativo progetto si è evoluto sino ad andare al di là dei confini della community di appassionati di modding.

La società di Kondik, infatti, è riuscita a stringere relazioni importanti con produttori di smartphone, a partire da OnePlus, che hanno tratto beneficio dalla piattaforma software personalizzata con la ROM CM. Il futuro del progetto, per il momento, non sembra essere in discussione, anche se, per ulteriori informazioni, sarà opportuno attendere la pubblicazione delle ulteriori informazioni nel sito ufficiale a cui ha fatto riferimento Steve Kondik.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
s0nnyd3marco26 Luglio 2016, 15:11 #1
Ma Cyanogen inc non è responsabile di CyanogenOS, mentre CyanogenMod è portata avanti dalla comunità
adaant26 Luglio 2016, 15:36 #2
Originariamente inviato da: s0nnyd3marco
Ma Cyanogen inc non è responsabile di CyanogenOS, mentre CyanogenMod è portata avanti dalla comunità


Infatti anche io sapevo cosi
Z.e.t.26 Luglio 2016, 16:05 #3
CyanoGenMod è free
CyanoGenOS no.

E io che pensavo fosse il solito articolo di Nino Grasso.
matrix8326 Luglio 2016, 17:20 #4
Come al solito si fa sempre lo stesso errore perchè si scrive senza sapere di cosa si parla.
Cyanogen Inc. = Cyanogen OS (aka COS) = Sviluppato dai dipendenti pagati
Cyanogen Inc. != CyanogenMod (aka CM) = Sviluppato dalla comunità di volontari = Non è di Cyanogen Inc.
LEARN THE DIFFERENCE!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^