Asus rimanda l'aggiornamento di Padfone a Jelly Bean promesso per oggi

Asus rimanda l'aggiornamento di Padfone a Jelly Bean promesso per oggi

A causa di alcuni problemi nella prima versione distribuita in modalità FOTA, Asus si vede costretta a rimandare l'aggiornamento di Padfone ad Android Jelly Bean promesso per oggi

di pubblicata il , alle 09:31 nel canale Telefonia
ASUSAndroid
 

Asus aveva promesso per oggi l'aggiornamento ad Android 4.1 Jelly Bean per il suo Padfone, particolare smartphone nato per vivere in simbiosi con uno chassis tablet. L'aggiornamento era molto atteso dai possessori dell'ibrido smartphone/tablet, soprattutto dopo la presentazione di Padfone 2, che porta in dote proprio Jely Bean.

Dalla sua pagina Facebook, Asus Italia informa che però l'aggiornamento subirà un ritardo, al momento non meglio precisato, ma che dovrebbe contenersi comunque entro la fine del primo trimestre 2013. Alcuni problemi alla prima versione del firmware distribuita Over-The-Air hanno costretto Asus a ritirare l'update e a rimandare l'arrivo di Jelly Bean sul primo Padfone. Ecco la nota ufficiale.

Purtroppo dobbiamo informarvi che nella fase di verifica che precede la distribuzione via FOTA abbiamo riscontrato un problema con il firmware "JellyBean" per il Padfone, che ci ha obbligati a ritirare l'update ed effettuare una revisione prima del definitivo rilascio. E questo farà slittare la data di effettiva disponibilità. Quindi l'update non verrà distribuito dal 6 di febbraio (come inizialmente previsto) bensì più avanti, in una data ancora da confermare ma comunque entro il primo trimestre di quest'anno. Sappiamo che la notizia scontenterà tutti coloro che già pensavano di poter testare il nuovo firmware da qui a un paio di giorni e ci scusiamo per l'imprevisto. La nostra priorità è fornire la miglior esperienza utente e questa decisione non è stata presa alla leggera. Ci impegniamo a ridurre al minimo il ritardo e a rilasciare il firmware update per i possessori di Padfone nel tempo più breve possibile. Grazie a tutti della pazienza e della fiducia!

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
PhoEniX-VooDoo06 Febbraio 2013, 11:22 #1
non capisco, ASUS, Samsung, HTC.. Sony e compagnia bella a conti fatti non fanno altro che applicare una skin e qualche shortcut qua e la a quello che è android "vanilla", eppure quando c'e da aggiornare è sempre un dramma, mesi e mesi di attesa, ritardi... manco dovessero riscrivere l'OS da zero.

mah!
Beltra.it06 Febbraio 2013, 13:24 #2
Originariamente inviato da: PhoEniX-VooDoo
non capisco, ASUS, Samsung, HTC.. Sony e compagnia bella a conti fatti non fanno altro che applicare una skin e qualche shortcut qua e la a quello che è android "vanilla", eppure quando c'e da aggiornare è sempre un dramma, mesi e mesi di attesa, ritardi... manco dovessero riscrivere l'OS da zero.

mah!


la cosa è non poco più complessa...

ad ogni modo, dico... ma è mai possibile che debbano aspettare sempre l'ultimo secondo?...


inutile dire quanto le aziende siano cadute davvero in basso, e che non gliene importi più nulla del consumatore finale...
nickmot06 Febbraio 2013, 14:24 #3
Originariamente inviato da: Beltra.it
la cosa è non poco più complessa...

ad ogni modo, dico... ma è mai possibile che debbano aspettare sempre l'ultimo secondo?...


inutile dire quanto le aziende siano cadute davvero in basso, e che non gliene importi più nulla del consumatore finale...


E' evidente che sia così.
Loro i soldi li hanno già presi, applicazioni e pubblicità non vanno in tasca a loro, ma a google. Ergo non hanno il minimo interesse a supportare il prodotto, per loro è molto più conveniente vendertene un altro.
Brajang06 Febbraio 2013, 17:33 #4
Originariamente inviato da: nickmot
E' evidente che sia così.
Loro i soldi li hanno già presi, applicazioni e pubblicità non vanno in tasca a loro, ma a google. Ergo non hanno il minimo interesse a supportare il prodotto, per loro è molto più conveniente vendertene un altro.


Questo è verissimo... però questo è anche il motivo per il quale questi dispositivi registrano vendite ridicole rispetto alla concorrenza "ortofrutticola". Magari puoi comprarne uno, ma sicuramente non ne comprerai mai più, e se hai sentito qualche amico lamentarsi sicuramente non lo comprerai.
E' assurdo che acquistando dispositivi android non google experience si abbia un supporto software così ridicolo. Sicuramente inizialmente per un'azienda è oneroso dare un supporto software adeguato, ma sul lungo termine farà la differenza tra scaffale e carrello

Io sicuramente non sono un esperto dell'economia mondiale ma le aziende dovrebbero porsi qualche domanda quando in giro vedi solo iphone, terminali google experience e qualche samsung (che sta li dov'è solo grazie alla comunity che "babysitta" i suoi terminali top di gamma e fornisce rom alternative che hanno dato loro la fama di cui godono) come cellulari realmente performanti, il resto sono solamente terminali uberhd con superfotocamere e processori e ram che farebbero invidia a qualche desktop di qualche generazione fa che però sono inutilizzabili a causa di sistemi operativi buttati la alla meno peggio con 0 ottimizzazione e fermi a 3-4 release precedenti all'ultima disponibile. Sicuramente è assurdo che prima di acquistare un prodotto del genere bisogna andare a controllare se la comunity si sia impegnata a sviluppare rom alternative che lo rendano quantomeno utilizzabile.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^