Un bambino su cinque usa tutti i giorni un dispositivo mobile

Un bambino su cinque usa tutti i giorni un dispositivo mobile

In base a una ricerca condotta negli Stati Uniti, sono già il 17% gli utilizzatori di smartphone/tablet nella fascia di età da 0 a 8 anni. Sorprese per quanto riguarda la TV e le console di gioco

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 08:21 nel canale Tablet
 

Il progresso tecnologico degli ultimi decenni ha fatto segnare traguardi inimmaginabili anche per molti film e libri di fantascienza del passato: ciò che oggi è una realtà consolidata come smartphone, internet, GPS e via dicendo, solo negli anni '80' del secolo scorso semplicemente non esistevano (se non in forma di prototipi o per usi limitatissimi).

Una delle conseguenze dirette di questa folle corsa del progresso è la coesistenza di generazioni radicalmente differenti per tipo di educazione, esperienza di vita e modalità di approccio alla vita di tutti i giorni. I bambini di oggi nascono immersi nella tecnologia, ben più di quanto è toccato a chi li ha preceduti. Emergono interessanti dati in seguito a una ricerca statistica di Common Sense Media, come riportato da Mashable, che permette di avere un piccolo spaccato delle tendenze odierne.

La ricerca ha preso come campione 1463 genitori statunitensi, ai quali è stato chiesto di indicare le attività svolte più comunemente dai proprio figli, in una fascia di età compresa fra 0 e 8 anni. Il risultato vede al primo posto (60% del campione) la lettura, sia condotta personalmente dal bambino sia raccontata dal genitore. Straordinariamente solo al secondo posto la TV (58%), mentre più staccata troviamo la visione di DVD. Emerge però un fatto chiaro e inedito per chi è più grandicello, ovvero che ben il 17% interagisce giornalmente con tablet e smartphone (questi ultimi per giocare con le app), staccando di 3 punti percentuali il PC.

In drastico calo le console di gioco, sia in formato portatile (7%) sia da tavolo (6%). Fanalino di coda di questa particolare classifica è la lettura di ebook, alla quale viene preferita di gran lunga quella tradizionale.

 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
sekkia11 Novembre 2013, 08:53 #1
Ho paura che quel primo posto della lettura e secondo della TV sia solo la risposta dei genitori per fare bella figura
san80d11 Novembre 2013, 11:49 #2
Originariamente inviato da: sekkia
Ho paura che quel primo posto della lettura e secondo della TV sia solo la risposta dei genitori per fare bella figura


primo posto la lettura? si come no
san80d11 Novembre 2013, 11:50 #3
Originariamente inviato da: LucaNoize
poco tempo fa ho assistito ad una scena tristissima in un ristorante, un bambino di circa
10 anni che giocava con un tablet...mentre la mamma lo imboccava...


che tristezza davvero
marcoplacido11 Novembre 2013, 11:59 #4
vero,avete ragione ma,nel mio caso,mio figlio è dislessico e quindi credo,spero che un tablet più avanti lo possa aiutare
Oldbiker12 Novembre 2013, 05:03 #5
Nel titolo era doveroso specificare "un bambino statunitense su cinque..."

altrimenti il lettore frettoloso potrebbe essere indotto a pensare che l'indagine copra tutta l'infanzia del mondo.

La lettura al primo posto?
Non ci crederei neanche se lo vedessi: probabilmente sono genitori, nonni e balie che leggono la fiaba alla sera.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^