Serial Attached SCSI: punto della situazione

Serial Attached SCSI: punto della situazione

Sono in pieno svolgimento i test da parte di Maxtor e LSI per lo sviluppo e la diffusione dell'interfaccia SAS, Serial Attached SCSI, lla periferica "totale" che vedremo in futuro

di pubblicata il , alle 15:45 nel canale Storage
 

Riportiamo per intero la press release ricevuta dall'ufficio stampa Maxtor riguardante il futuro delle periferiche di memorizzazione. Siamo a buon punto con lo sviluppo del Serial Attached SCSI, che permetterà di far coesistere sia SCSI che SerialATA sulla stessa interfaccia di collegamento, a tutto vantaggio dell'utente che potrà così scegliere in disco in base alla necessità senza più il pensiero di costosissimi controllers dedicati.

Ovviamente questa realtà sarà per tutti solo fra un paio d'anni, ma il testing è a buon punto già ora, tanto da far ben sperare in tempi più brevi.

LSI LOGIC E MAXTOR AMPLIANO I TEST
SUI PROTOTIPI SERIAL ATTACHED SCSI


I leader dell’industria collaborano alla stesura di piani per lo sviluppo di prodotti per soddisfare le richieste di prestazioni, scalabilità e protezione dei dati della prossima generazione

Milano, 1 luglio 2003 – LSI Logic (NYSE:LSI) e Maxtor Corporation (NYSE: MXO), due dei membri fondatori del gruppo di lavoro SAS (Serial Attached SCSI), hanno annunciato che intendono ampliare la loro collaborazione nello sviluppo di test e di prototipi di silicio LSI Logic e di dischi rigidi Maxtor® Atlas®. Il progetto utilizzerà l’architettura Fusion-MPT™ (Message Passing Technology) di LSI Logic per semplificare e rendere più rapide le fasi di sviluppo (http://lsilogic.com/sas).

“Maxtor e LSI Logic condividono la convinzione che la nuova tecnologia e i nuovi prodotti SAS offriranno un eccezionale valore e flessibilità di implementazione. La leadership acquisita nel mercato e nella tecnologia Ultra320 SCSI ci consente di utilizzare la nostra esperienza di progettazione seguendo l’evoluzione del silicio seriale”, ha dichiarato David Steele, direttore responsabile della pianificazione e gestione dei prodotti della divisione Storage Standard Products di LSI Logic. “Collaborare sin dalle prime fasi della progettazione con un produttore di hard disk quale Maxtor ci consentirà di raggiungere l’interoperabilità e di lanciare un prodotto affidabile”.

Le due società utilizzeranno un prototipo di disco Maxtor ed una delle prime piattaforme di sviluppo SAS di LSI Logic per verificare lo scambio di dati in pacchetti, il throughput e la compatibilità dei prodotti. Questa collaborazione è una preziosa iniziativa per incoraggiare la nascita dell’infrastruttura di prodotto e di supporto necessaria per il lancio di questa nuova tecnologia.

“Riteniamo che la tecnologia Serial Attached SCSI sia destinata a diventare l’interfaccia dominante per dischi rigidi utilizzati in server e in sistemi di memorizzazione aziendali”, ha dichiarato Kevin Wittmer, direttore marketing tecnico del Server Products Group di Maxtor. “Maxtor è impegnata, sin dalla fase di sviluppo dei prototipi, a effettuare test di interoperabilità con un leader di settore come LSI Logic al fine di progettare prodotti compatibili e favorirne una rapida adozione da parte del mercato”.

Una singola interfaccia offre la scelta di diverse soluzioni HDD
La SCSI Trade Association (http://www.scsita.org) ha annunciato una roadmap dei prodotti SCSI che estenderà la tecnologia di interfaccia di maggior successo del settore a una nuova generazione di dispositivi seriali. I controller e le schede di espansione SAS offriranno compatibilità di connessione con dischi rigidi Serial Attached SCSI e Serial ATA (SATA) e funzioneranno a una velocità di trasferimento dati di 1,5 e 3Gb/s. Le prime dimostrazioni con prodotti Serial Attached SCSI con funzionamento a 3Gb/s sono attese entro la fine di quest’anno, mentre per l’inizio del 2004 è in programma un “plug fest” del settore (incontro tra informatici e costruttori di apparati).

Lo standard SAS definisce un’interfaccia di memorizzazione enterprise a livello di dispositivo che incorpora i set di comandi SCSI per offrire compatibilità a ritroso, interconnessioni seriali punto a punto, dual porting, maggiore indirizzabilità ed elevata scalabilità. I nuovi dispositivi saranno compatibili con SATA, il che offrirà agli utenti, in futuro, la possibilità di scegliere se dotare i propri sistemi con dischi rigidi SCSI o SATA o con una combinazione di entrambi. Gli utenti aziendali potranno continuare ad investire nella tecnologia SCSI che garantisce caratteristiche di elevata scalabilità e notevole affidabilità.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

23 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Mazzulatore07 Luglio 2003, 15:59 #1
Ma adaptec?
Alessandro Bordin07 Luglio 2003, 16:06 #2
Originally posted by "Mazzulatore"

Ma adaptec?


Presto avremo notizie anche da loro penso
Gundam76607 Luglio 2003, 16:08 #3
Bello...

Ma ovviamente servirà un controller molto più costoso di un "semplice" SCSI, o un Serial ATA...

Ho detto una C@ZZ@T@?
Si_Vis_Pacem_Para_Bellum07 Luglio 2003, 16:11 #4

mmmhhh... buono direi...

Adesso che i SATA cominciavano ad "avvicinarsi" un pochino alle prestazioni degli SCSI ecco qua l'annuncio di un nuovo riferimento prestazionale... anche se c'è da aspettare ancora un po'...
ph03nixsk07 Luglio 2003, 16:24 #5
mi sembra che l'unico che si avvicina agli SCSI sia il WD Raptor, che è uno SCSI con l'interfaccia SATA...

salut!
Dreadnought07 Luglio 2003, 16:38 #6
Adaptec suxxa!
Così impara a rubare con i prezzi che fa
Al3ego07 Luglio 2003, 16:57 #7
Finalmente, direi! Questa futura unione di interfacce non farà altro che bene a chi, come me, è stufo di spendere fior di quattrini per dei controller aggiuntivi. Purtoppo però si parla di anni...
Wonder07 Luglio 2003, 17:26 #8
buona mossa, cosi finalmente si rivitalizza lo SCSI. Speriamo ceh tengano a manetta le performance dello SCSI e che piuttosto adeguino quelle del SATA, se proprio dovranno scendere a compromessi...

E speriamo anche che, vista l'ultima moda del RAID, questo controller lo facciano ache RAID
Lo ZiO NightFall07 Luglio 2003, 17:42 #9
Originally posted by "Dreadnought"

Adaptec suxxa!
Così impara a rubare con i prezzi che fa


Questo commento mi ha lasciato di sasso...
In base a cosa affermi cio?!?
the_joe07 Luglio 2003, 17:51 #10
Comunque un'unica interfaccia non può fare che bene al mercato, se mantiene il buono delle due soluzioni ci sarà da tirare un sospiro di sollievo, chi vorrà le prestazioni comprerà un 15000 giri con 16 mega di chache, chi vorrà risparmiare un 7200 con 2 mega (se i riferimenti saranno sempre questi) e tutti contenti senza comprare altri controller.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^