Plextor annuncia PX-NAS2, sistema di archiviazione dati domestico

Plextor annuncia PX-NAS2, sistema di archiviazione dati domestico

Realizzato per venire incontro alle sempre più pressanti esigenze di storage, Plextor realizza PX-NAS2, sistema per archiviare dati nella propria rete domestica ma non solo

di pubblicata il , alle 11:01 nel canale Storage
Plextor
 

Plextor espande la propria offerta presentando al pubblico una soluzione NAS, ovvero un sistema di archiviazione che utilizza anche la rete, pernsato per l'ambiente donestico. PX-NAS2, questo il nome della soluzione, nasce compatibile con sistemi PC e Mac e con le direttive DLNA 1,5, assicurando così la piena interfacciabilità con molte apparecchiature tra cui Xbox e PS3.

Plextor

Previste, come prassi in questa tipologia di apparecchi, la gestione di utenze e possibilità di effettuare backup automatici attraverso il software Memeo fornito in dotazione, che si affianca alle utility realizzate da Plextor stessa per rendere l'utilizzo e la configurazione del PX-NAS2 la più semplice possibile.

Tre i modelli che Plextor propone al pubblico. Il modello da 1TB, PX-NAS2-1T1, viene fornito con due dischi da 500GB, configurabili liberamente per ottenere la capienza massima di 1TB o 500GB configurando una catena RAID 1, e viene proposto al prezzo suggerito di 355,00 Dollari USA. PX-NAS2-1T1 è invece la versione più capiente, poiché utilizza due dischi da 1TB, raddoppiando di fatto la capienza del modello precedentemente esposto. Il prezzo, in questo caso, sale a 565,00 Dollari USA.

Esiste tuttavia una terza proposta, interessante per chi preferisce fare da sé. PX-NAS2-BL1 è infatti il kit che include l'enclosure e il software, lasciando liberi gli slot dischi in modo che sia l'utente a scegliere la configurazione e la capienza preferita, andando magari a riutilizzare dischi in disuso. Il prezzo è ovviamente inferiore alle precedenti proposte: 225,00 Dollari USA, comprendenti, ripetiamo, enclosure e tutto il software con licenze.

Prodotti di questo tipo stanno diventando popolari anche nel panorama domestico e non più solo negli uffici; la grande diffusione di file multimediali sta facendo nascere anche nell'utente comune un'esigenza di spazio fino ad oggi sconosciuta, abbinata però alla necessità di avere una maggiore sicurezza. Un sistema RAID 1, anche in casa, permette di dornire sonni più tranquilli rispetto al passato, specie oggi che buona parte dei nostri ricordi sono formati da 0 e 1.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
hycarus14 Aprile 2010, 11:20 #1
Interessante. Come funzionano però questi dischi? una volta collegati ci si accede come unità di rete normale tramite esplora risorse?

Ho visto in giro che gli unici aggeggi di questo tipo con prezzo abbordabile sono a due dischi.. mentre quelli con 3 o più dischi (magri con supporto raid 5) costano molto di più. Peccato, penso che un raid 5 sarebbe più efficente in termini di spazio rispetto ad un raid 1.
helmen8414 Aprile 2010, 12:06 #2
Ottimo, ormai anche in ambito casalingo servono! Ma speriamo che scendano in fretta i prezzi come sono crollati quelli dei dischi esterni. 255 banane per un case e software mi sembrano un pelo eccessivi...
demon7714 Aprile 2010, 12:30 #3
Originariamente inviato da: hycarus
Interessante. Come funzionano però questi dischi? una volta collegati ci si accede come unità di rete normale tramite esplora risorse?

Ho visto in giro che gli unici aggeggi di questo tipo con prezzo abbordabile sono a due dischi.. mentre quelli con 3 o più dischi (magri con supporto raid 5) costano molto di più. Peccato, penso che un raid 5 sarebbe più efficente in termini di spazio rispetto ad un raid 1.


Le vedi come unità di rete ma hanno un firmware intrno a cui puoi accedere per impostare moltissime cose!
I NAS domenstici di solito sono sempre a due dischi.. quelli con quattro e più sono molto più fighi ma sono per ambiti più professionali.
TheMonzOne14 Aprile 2010, 13:56 #4
Tre i modelli che Plextor propone al pubblico. Il modello da 1TB, PX-NAS2-1T1, viene fornito con due dischi da 500GB, configurabili liberamente per ottenere la capienza massima di 1TB o 500GB configurando una catena RAID 1, e viene proposto al prezzo suggerito di 355,00 Dollari USA. PX-NAS2-1T1 è invece la versione più capiente, poiché utilizza due dischi da 1TB, raddoppiando di fatto la capienza del modello precedentemente esposto. Il prezzo, in questo caso, sale a 565,00 Dollari USA.


Uhm...ok che si parla di Storage e configurazioni RAID...ma qui mi sa che c'è qualche problema di ridondanza dei dati .

I prodotti sembrano buoni...ma i prezzi mi sembrano un po' altini...
afhaofhasofhaohfa14 Aprile 2010, 13:57 #5
Originariamente inviato da: demon77
Le vedi come unità di rete ma hanno un firmware intrno a cui puoi accedere per impostare moltissime cose!
I NAS domenstici di solito sono sempre a due dischi.. quelli con quattro e più sono molto più fighi ma sono per ambiti più professionali.


Ce ne sono di buoni e abbastanza economici con un disco solo, imho sufficiente per la maggior parte degli utenti home
FroZen14 Aprile 2010, 15:14 #6
Ma nessuno ha mai fatto un NAS virtuale?nel tpoic dei NAS non mi ha cagato nessuno.........

Alla VM gli assegni gli HD fisicamente deputati a fare il NAS e almeno non si ha li un qualcosa che serve solo come NAS per poche ore al giorno quando si guarda un film o altro.....nel resto della giornata andrebbe avanti a fare il server/muletto..........
d1ego15 Aprile 2010, 11:33 #8

fai da te

Anche io propendo per la soluzione fai-da-te ma utilizzando componenti nuovi e non il riciclo di qualcosa di vecchio e probabilmente nato per altro scopo.
Un case spazioso e silenzioso, una piastra madre magari con grafica e controller RAID 5 integrati, una CPU a basso consumo, un dissipatore silenzioso, dischi "green"; il tutto allo scopo di massimizzare l'affidbilita' e minimizzare i consumi ed il rumore.
Reciclare un disco IDE da 40 GB e 5 anni di eta' o un Pentium 4 da 100 Watt non mi sembra una soluzione valida.
C'e' mercato pero' anche per soluzioni come questa per chi non sa/puo' costruirsi da solo un PC-NAS.
alkio8515 Aprile 2010, 18:13 #9
a questo prezzo mi sembrano una cavolata... bah... vedremo quanto venderanno con i fondi di magazzino...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^