Nuovi studi fanno pensare a DVD capaci di archiviare fino a 1000TB

Nuovi studi fanno pensare a DVD capaci di archiviare fino a 1000TB

Alcuni recenti esperimenti hanno messo in mostra la possibilità di archiviare fino a 1000TB per ogni DVD, andando ad aumentare drasticamente le capienze ora disponibili. Vediamo come

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 09:01 nel canale Storage
 

Non vi è dubbio che le unità ottiche abbiano perso gradualmente l'importanza che avevano fino a qualche anno fa; se un tempo si faceva larghissimo uso di CD e DVD per l'archiviazione dati, oggi lo storage, personale e aziendale, ha preso una strada molto diversa.

Se da una parte il prezzo degli hard disk è diminuito sensibilmente (parlando ovviamente di prezzo per GB), dall'altra si fanno sempre più appetibili le soluzioni cloud, che contribuiscono ad offrire alternative sicure all'archiviazione. Il vero limite dei CD e DVD però non è solo questo, ma il relativo stallo in fatto di capienze. I DVD non arrivano a 10GB nemmeno nel migliore dei casi (doppio layer), mentre le unità Blu-ray abilitate alla registrazione non sono poi così diffuse.

La conseguenza di ciò lo si osserva da un abbandono graduale delle unità ottiche in favore di altro, principalmente per i limiti di capienza. Alcuni ricercatori della Swinburne University of Technology, Melbourne, Australia, hanno però trovato un modo per ridare competitività alle unità DVD. Il limite attuale viene dettato dalla legge di Abbe, secondo cui un punto di luce non può essere più piccolo della metà della sua lunghezza d'onda. Considerando che i DVD vengono scritti con un raggio che va a "bucherellare" una superficie codificata a 0 e 1, ne consegue che i fori non possono essere più piccoli di 500 nanometri (fonte: Hothardware), limitando così la capienza complessiva dell'unità.

I ricercatori hanno però trovato il modo di aumentare drammaticamente la capienza, portandola fino a 1000TB. Il principio è tutto sommato semplice: il raggio di scrittura normale viene per buona parta bloccato da un secondo raggio, in modo tale da ridurre le dimensioni dei punti creati sul disco, portandole a circa 9 nanometri.  Resta ora da vedere se il progetto prenderà la via della commercializzazione.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

37 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
cignox124 Giugno 2013, 09:27 #1
1000 TB su un disco ottico? Al massimo per il trasporto, ma visto anche il tempo impiegato per la masterizzazione, tanto vale farlo con altri mezzi.
Certo non adatto allo storage permanente...
Paganetor24 Giugno 2013, 09:29 #2
oh, bene, un nuovo standard all'orizzonte!?
demon7724 Giugno 2013, 09:33 #3
In effetti Cignox1 non ha tutti i torti.. un ipotetico disco ottico da 1000 tera lo masterizzi in tre giorni!!

A parte questo non sarebbe malaccio per farsi un bel archivio.. alla fine se si usano poco è principalmente per la capienza..
Di certo avrei cura di fare una doppia copia!
Bestio24 Giugno 2013, 09:43 #4
In effetti con HDD sempre più capienti, filmati sempre più HD e foto a risoluzione sempre più elevata, software e giochi sempre più pesanti hanno messo in crisi già da tempo le unità ottiche.
Anche i 50gb di un BRD doppio layer sono pochi per fare il backup di un HDD, dato che oramai il taglio minimo di un Terabyte.
Anche io che ho il masterizzatore BRD non ne ho mai masterizzato uno, essendo molto più pratico e veloce comprare un hard disk esterno USB che non masterizzare decine di dischi blu ray.

Ma è ovvio che devono anche costare poco, (i supporti Blu Ray quando hanno cominciato ad avere un prezzo abbordabile erano già diventati troppo piccoli), ed avere una velocità accettabile, non ci possono volere dei giorni per masterizzare un disco.
GoldenMod24 Giugno 2013, 10:24 #5

domanda

Ma c'e il grafene dentro?
abla24 Giugno 2013, 10:35 #6
Forse una valida alternativa all'archiviazione su nastro magnetico.
krissparker24 Giugno 2013, 10:53 #7
Originariamente inviato da: GoldenMod
Ma c'e il grafene dentro?


vengono fuori dalle fottute pareti!
krissparker24 Giugno 2013, 10:54 #8
Originariamente inviato da: abla
Forse una valida alternativa all'archiviazione su nastro magnetico.


Esatto, ho pensato alla stessa cosa.... tutto dipenderà dai tempi di accesso e dalla durabilità dei supporti....
roccia123424 Giugno 2013, 11:05 #9
Originariamente inviato da: Bestio
In effetti con HDD sempre più capienti, filmati sempre più HD e foto s tidoluxionr sempre più elevata, software e giochi sempre più pesanti hanno messo in crisi già da tempo le unità ottiche.
Anche i 50gb di un BRD doppio layer sono pochi per fare il backup di un HDD, dato che oramai il taglio minimo di un GB.
Anche io che ho il masterizzatore BRD non ne ho mai masterizzato uno, essendo molto più pratico e veloce comprare un hard disk esterno USB che non masterizzare decine di dischi blu ray.

Ma è ovvio che devono anche costare poco, (i supporti Blu Ray quando hanno cominciato ad avere un prezzo abbordabile erano già diventati troppo piccoli), ed avere una velocità accettabile, non ci possono volere dei giorni per masterizzare un disco.


Concordo.

Se proprio vogliono rilanciare le unità ottiche, c'è bisogno di nuovi supporti più capienti.
1000 TB a disco attualmente li trovo esagerati per il mercato mainstream, ma sarei più che contento con dischi ottici anche "solo" da 2-3-4-5 TB l'uno, ma da rilasciare in tempi brevi e già a prezzi umani, non masterizzatori a 500€ e supporti a 30€ l'uno.

L'importante è che non facciano come con i blu ray: tengono prezzi assurdi per anni, sia di supporti che di masterizzatori. Si decidono ad abbassarli solo quando la capacità è diventata insufficiente perchè valga la pena acquistarli ed usarli come backup di massa. Ad oggi i BD 50 gb hanno ancora prezzi parecchio elevati .
Solite magie del reparto marketing sony, hanno ripetuto l'errore non so quante volte, ma non imparano mai .
AndrewSAMA24 Giugno 2013, 11:15 #10
Se si tratta "solo" di bloccare parzialmente il raggio di scrittura con un secondo raggio al fine di ridurre le dimensioni delle cavità generate sul disco ottico non dovrebbe essere un problema estendere questa tecnologia ai cd ed ai blu-ray.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^