Intel, arriva la serie 5 di SSD mainstream

Intel, arriva la serie 5 di SSD mainstream

Annunciata, e disponibile a brevissimo, la serie 5 di SSD Intel destinati al pubblico mainstream. Le capienze vanno da 180GB a 1TB, mentre per quanto riguarda il form factor si parla di 2,5 pollici slim e M.2, con interfaccia SATA 6Gbps

di pubblicata il , alle 16:01 nel canale Storage
Intel
 

Intel aggiorna la propria gamma di Solid State Drive presentando la nuova serie 5, che prenderà il nome di 540 ad indicarne la quarta generazione. Sarà una serie destinata al mercato mainstream, poiché per le versioni più performanti Intel utilizza la nomenclatura 7 come sigla iniziale, proponendo soluzioni PCIe, NVMe ecc ecc.

La nuova serie si articola in modelli con tagli di 180GB, 240GB, 360GB, 480GB e 1TB, disponibili sia nel form factor classico 2,5 pollici slim 7mm, sia M.2 nella versione da 80mm di lunghezza. Per tutti l'interfaccia scelta è la SATA6Gbps, come è comprensibile nel momento in cui ci si propone oggi al mercato mainstream alla ricerca del prezzo d'attacco.

Intel

Non si sa praticamente nulla sui chip, salvo che sono di tipo TLC, né sul controller utilizzato, ma ne sapremo di più a breve. Le prestazioni secondo Intel sono di circa 560MB/s in lettura e scrittura che, al di là del dichiarato, si allineano un po' con tutta la concorrenza.

Buone notizie sul fronte della garanzia, che è di ben 5 anni (molti concorrenti mainstream on vanno oltre i 3 anni e nessun altro SSD con chip TLC viene fornito di copertura così lunga). Come da tradizione Intel non vengono dichiarati i prezzi se non per lotto da 1000 pezzi. In questo caso nemmeno quello. Appena avremo maggiori informazioni avremo modo di segnalarle.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Pozhar14 Aprile 2016, 16:37 #1
In questi giorni ne ho parlato nel 3d ufficiale degli ssd. Il controller (in attesa di ulteriori conferme), è un Silicon Motion SM2256 e le nand sono delle TLC 16nm prodotte da Hynix.

Cmq in realtà sono peggiori dei 535 e dovevano essere un aggiornamento della fascia entry level 300 (335). Ormai non più aggiornati dal 2012.
romolo77514 Aprile 2016, 16:53 #2
sarebbe ora di superare il sata6Gbps con qualcosa di più performante,una nuova connessione che arrivi almeno fino a 30/40 Gbps dato che gli M.2 riescono a saturare già oggi i 20 Gbps.
dado197914 Aprile 2016, 17:01 #3
Originariamente inviato da: romolo775
sarebbe ora di superare il sata6Gbps con qualcosa di più performante,una nuova connessione che arrivi almeno fino a 30/40 Gbps dato che gli M.2 riescono a saturare già oggi i 20 Gbps.

Ma anche no... la larghezza di banda in questo caso è l'ultimo dei problemi.
Tempi di accesso prima di tutto, ma per migliorare quello la tecnologia NAND è oramai vecchia.
AleLinuxBSD14 Aprile 2016, 17:15 #4
Trovo positivo l'estensione della garanzia, negativo rilasciare soluzioni con fattore di forma M.2, basate su interfaccia SATA 6Gbps.
Chiaro che saranno più economiche ma considerando l'eseguità di porte, presenti tra l'altro solo su determinate recenti motherboard, per M.2, non vedo proprio il senso perché dovrebbero essere preferite al classico 2.5" a parità di prestazioni.
PaulGuru14 Aprile 2016, 17:17 #5
Vogliamo le schedine M.2, non gli scatolotti SATA.
Rubberick14 Aprile 2016, 23:31 #6
Originariamente inviato da: dado1979
Ma anche no... la larghezza di banda in questo caso è l'ultimo dei problemi.
Tempi di accesso prima di tutto, ma per migliorare quello la tecnologia NAND è oramai vecchia.


tempi di accesso? e di quando vuoi ancora scendere..
Mparlav15 Aprile 2016, 09:07 #7
L'idea di un ssd Intel con controller Silicon Motion come tantissimi altri già in commercio fa' sicuramente storcere il naso, tanto quanto i Sandforce in passato.

Positivi i 5 anni di garanzia per un modello con nand tlc (ma li offre anche Sandisk sugli X400 ma con controller Marvell), ed il modello m.2 sata da 1TB che costa quanto il 2.5".

Per il resto, il prossimo "obiettivo" capacità, sono i 960GB / 1TB sotto i 200 euro, ed i 480/500 GB sotto i 100.

Per le prestazioni, consiglio di aspettare i Samsung PM961 m.2 oem: come prestazioni/capacità per me saranno imbattibili, ancor più degli SM961.
dado197915 Aprile 2016, 14:31 #8
Originariamente inviato da: Rubberick
tempi di accesso? e di quando vuoi ancora scendere..

Non è la larghezza di banda che limita gli attuali dati sugli hd/ssd... se anche mettessero un sata 4 a 12 Gb/s sono nelle situazioni delle letture e scritture sequenziali si potrebbero avere benefici; poi in realtà di sequenziale c'è molto poco nell'uso quotidiano... quindi anche se aumentassimo la larghezza di banda non miglioreremmo la nostra esperienza.
Se viceversa diminuissimo i tempi di accesso e le letture/scritture casuali aumenteremmo maggiormente la nostra esperienza quotidiana... soprattutto i tempi di accesso.
Riassumo tutto con questa frase: se tu cambi un ssd come l'840 con un 850 ti accorgeresti del miglioramento? Certamente no.
Se invece cambi un hd meccanico con un 840 ti accorgeresti del miglioramento? Assolutamente si. Perché? Per il sequenziale o per il casuale? Soprattutto perché i tempi di accesso ad ogni cella sono diminuiti drasticamente. Anche perché i dati sequenziali di un hd meccanico sono paragonabili a quelli di un ssd... i tempi di accesso no.
La risposta al miglioramento effettivo saranno i memristori... la tecnologia NAND i miglioramenti li ha già dati.
LMCH16 Aprile 2016, 02:05 #9
Originariamente inviato da: dado1979

La risposta al miglioramento effettivo saranno i memristori... la tecnologia NAND i miglioramenti li ha già dati.


Infatti, Intel ha recentemente presentato gli SSD Optane basati su celle di memoria 3D XPoint ...
http://www.fudzilla.com/news/memory/40469-intel-again-demonstrates-optane-ssd-at-idf-2016-china

Moduli NVMe PCIe x4 che trasferiscono dati a 2GB/s reali.
(notare bene: GBYTE/s non GBit/s )
PaulGuru18 Aprile 2016, 10:34 #10
Io ho voluto aspettare a comperare un SSD M.2
Dire che ho fatto bene.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^