In arrivo da Samsung SSD PCI-Express da 3,2TB per il mercato enterprise

In arrivo da Samsung SSD PCI-Express da 3,2TB per il mercato enterprise

Samsung dà il via alla produzione in volumi di Samsung SM1715, SSD NVMe da 3,2GB e interessantissimi valori per la scrittura e lettura di dati sul disco. Target d'utenza e prezzi sono rivolti naturalmente al mercato enterprise

di Nino Grasso pubblicata il , alle 16:31 nel canale Storage
Samsung
 

Samsung annuncia la futura disponibilità di nuove unità a stato solido in grado di garantire storage fino a 3,2 TB su singolo disco. SM1715 sfrutta le tecnologie 3D V-NAND (Vertical NAND) in configurazione HHHL (half-height, half-length) per ottenere la maggiore densità di dati possibile all'interno dei chip, con un valore che è pari al doppio rispetto alle tecnologie precedenti del colosso sudcoreano.

Samsung SM1715

Samsung SM1715 è l'evoluzione diretta di XS1715 dal punto di vista di performance ed affidabilità. Il modello top di gamma da 3.2TB consente una velocità di lettura sequenziale su disco pari a 3.000MB/s, mentre la scrittura sequenziale si ferma a 2.200MB/s, valori decisamente ragguardevoli anche per il mercato enterprise, a cui vengono rivolti i nuovi dischi NVMe su slot PCIe.

Le specifiche rilasciate dalla società parlano di 750.000 IOPS in lettura random e 130.000 IOPS in scrittura. I nuovi SSD vengono garantiti per 10 DWPD, ovvero 10 riscritture complete del disco ogni giorno, per cinque anni. Samsung SM1715 è previsto in due versioni, da 1.6 a 3,2TB, e completano la gamma NVMe da 2,5 pollici di Samsung che include modelli da 800GB e 1.6TB.

Samsung punta dal 2013 alle nuove tecnologie 3D V-NAND per cercare di sopperire ad una delle mancanze più eclatanti delle tecnologie a stato solido, ovvero la densità dei dati sulla superficie del disco. I chip si sviluppano anche in verticale su più strati, con tecnologie che abbiamo già visto arrivare anche sul mercato consumer con 850 Pro.

Samsung punta a far divenire l'interfaccia NVMe come lo standard de facto nel settore dei server premium ma è logico pensare che sia solo questione di tempo perché si vedano i primi dischi con caratteristiche prestazionali e di affidabilità simili anche per "noi comuni mortali".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
rollo8225 Settembre 2014, 16:41 #1
bello maaaaaaaaaaa gli ssd m.2 e sata express dove sono??? ormai le schede madri pullulano di queste connessioni ma di dischi manco l'ombra! solo apple li monta sul macbook pro nuovo!
TheDarkAngel25 Settembre 2014, 16:47 #2
Originariamente inviato da: rollo82
bello maaaaaaaaaaa gli ssd m.2 e sata express dove sono??? ormai le schede madri pullulano di queste connessioni ma di dischi manco l'ombra! solo apple li monta sul macbook pro nuovo!


Il vaio pro monta pci express m2 da un pezzo come opzionale Il mio preso ad ottobre 2013 ha un samsung 256gb pci express, lo davano in omaggio sullo store sony
maxmax8025 Settembre 2014, 17:16 #3
Originariamente inviato da: rollo82
bello maaaaaaaaaaa gli ssd m.2 e sata express dove sono??? ormai le schede madri pullulano di queste connessioni ma di dischi manco l'ombra! solo apple li monta sul macbook pro nuovo!


alla fine su desktop secondo me è ancora meglio andare su Sata , fino a che qualche altro standard non si imporrà davvero sul mercato (ovvero fino a che le vendite di tale formato su tal altro non prevarranò in modo rilevante)...
io preferisco evitare di far da cavia su una connessione che potrebbe poi diventare un binario morto...
rollo8225 Settembre 2014, 18:20 #4
Originariamente inviato da: TheDarkAngel
Il vaio pro monta pci express m2 da un pezzo come opzionale Il mio preso ad ottobre 2013 ha un samsung 256gb pci express, lo davano in omaggio sullo store sony


Vaio?? ma se sony ha smesso di fare portatili?? comunque parlavo di mercato retail, gli oem ci sono (infatti apple li monta e evidentemente li montava sony come dici).
Rubberick25 Settembre 2014, 18:35 #5
che belli chissà quanto costano
Zenida26 Settembre 2014, 14:57 #6
Originariamente inviato da: maxmax80
alla fine su desktop secondo me è ancora meglio andare su Sata , fino a che qualche altro standard non si imporrà davvero sul mercato (ovvero fino a che le vendite di tale formato su tal altro non prevarranò in modo rilevante)...
io preferisco evitare di far da cavia su una connessione che potrebbe poi diventare un binario morto...


Beh in questo caso non è che sia molto importante.. voglio dire, non è mica come tra Betamax e VHS, dove se compravi Betamax poi ti trovavi fregato perchè le major stavano optando in massa per VHS

Qui si parla di scegliere che tipo di archivio utilizzare per i propri dati e poco importa come li si memorizza. Inoltre, gli standard sono tutti uguali dai file system alle tecnologie usate per i chip, ecc... cambia solo il controller, ma a te cosa importa?

L'unico rischio sarebbe se facessero un firmware di M*** e poi non supportassero più la tecnologia lasciandoti solo molto ... ma per quanto ne so i firmware, oggi, sono abbastanza maturi per tutte le tecnologie, certo con ampi margini di miglioramento ancora, ma stabili e perfettamente funzionanti
maxmax8026 Settembre 2014, 15:24 #7
@Zenida: si vabbè, ma se poi devi pagare qualche decina di euro in più la scheda madre perchè ha quella tale connessione
e poi devi pagare qualche decina di euro in più la SSD perchè è di quella tale connessione.

e poi quella tale connessione non la producono più, con il risultato che se vuoi tagli di memoria superiori poi ti constano ancora di più (in quanto introvabili/fuori produzione)
tanto vale rimanere su Sata III che abbondano anche sulle mobo economiche...in attesa di Sata IV...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^