AcerCloud, servizio "nuvola" senza limiti

AcerCloud, servizio "nuvola" senza limiti

Anche Acer, sulla scia di altri nomi del panorama IT, annuncia il proprio servizio AcerCloud, pensato per condividere documenti e file multimediali utilizzando diversi apparecchi

di pubblicata il , alle 11:42 nel canale Storage
Acer
 

Nella conferenza stampa Acer che precede di poco il CES di Las Vegas, l'azienda ha annunciato un nuovo servizio pensato per i propri clienti finali, a cui verrà offerto con ogni PC che verrà venduto nel secondo trimestre 2012.

Il servizio, per come esposto dal presidente di Acer, presenta alcuni aspetti interessanti. La premessa al tutto risiede nel fatto che Acer ritiene che molti servizi affini siano offerti ai clienti, che però non sono in grado di capirne le potenzialità e soprattutto di utilizzarli.

Passa quindi per la semplificazione il progetto AcerCloud, pensato per gestire in maniera molto semplice i dati del proprio PC, al fine di condividere i contenuti a prescindere dalla postazione utilizzata, sia esso un PC o uno smartphone, rimanendo in ambito Windows - Google Android. Una delle più importanti novità rispetto alla concorrenza risiede nel fatto che Acer offrirà il servizio gratuitamente ai propri clienti, senza nessun limite di spazio.

Sono tre le categorie di contenuti che possono essere condivise per messo di semplici mosse, con una gestione dei contenuti a mezzo si app. Si può notare dall'immagine come l'ecosistema clear.fi, citato da oltre un anno da Acer ma senza fornire grandi precisazioni in merito, sia confluito in nel nuovo servizio di storage cloud, almeno per quanto si deduce dai nomi.

Il primo servizio nel servizio riguarda le immagini: le foto archiviate nel PC o scattate con lo smartphone saranno indicizzate in cloud, per essere poi a disposizione di qualsiasi dispositivo compatibile AcerCloud. Lo stesso servizio lo ritroviamo con Media, e durante la presentazione è stato possibile vederne un esempio con un file audio, ma ,la compatibilità è estesa anche ai video.

Terzo, e non per importanza, è l'area AcerCloud Docs, che permette di condividere file di Microsoft Word, Excel e PowerPoint per un periodo di 30 giorni, entro i quali sarà possibile scaricarli in qualsiasi momento verso qualsiasi dispositivo. Ricordiamo che si è trattato di un annuncio e che il servizio prenderà il via nel secondo trimestre del 2012, motivo per cui ci sarà tempo per capire meglio i lati ancora poco conosciuti dell'interessante servizio.

Anche Acer quindi salta sul carro dei servizi Cloud, pensando però alla semplicità di utilizzo e cercando di  invogliare la clientela con lo spazio senza limiti offerto e l'apertura all'universo Android. Non resta che attendere per provare il servizio e saperne di più.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7709 Gennaio 2012, 13:25 #1
Io faccio parte degli utenti che non ne sa molto di questo cloud.. leggendo la notizia mi pare di capire che si tratta di nulla più che un hard drive di rete..
gpat09 Gennaio 2012, 15:06 #2
Originariamente inviato da: demon77
Io faccio parte degli utenti che non ne sa molto di questo cloud.. leggendo la notizia mi pare di capire che si tratta di nulla più che un hard drive di rete..


ma se lo chiami "cloud" fa più fico
cata8109 Gennaio 2012, 15:13 #3
e se lo chiami Acer i tuoi dati sono più sicuri
gpat09 Gennaio 2012, 18:00 #4
Originariamente inviato da: cata81
e se lo chiami Acer i tuoi dati sono più sicuri


speriamo che non sia hostato su server Acer
kokal09 Gennaio 2012, 18:19 #5
ma esiste un servizio tipo icloud per android ?
TheUnforgivin'WithinTemptation09 Gennaio 2012, 19:51 #6
il problema del cloud attualmente in italia credo che sia la pochezza di banda in upload offerta...
384k in una adsl da 7 mega sono decisamente troppo pochi...

tralascio comunque il discorso privacy..,sarò retrò, ma io non me la sento di affidare i miei files personali ad un servizio online di qualsivoglia natura...

capisco la comodità ma lo vedo un rischio troppo elevato da correre..sicuramente mi starò sbagliando...ma per esempio io non lascio nemmeno le emails nelle caselle di posta...,voglio tutto scaricato dentro outlook 2010
Lukiep10 Gennaio 2012, 01:01 #7
Originariamente inviato da: TheUnforgivin'WithinTemptation
capisco la comodità ma lo vedo un rischio troppo elevato da correre..sicuramente mi starò sbagliando...ma per esempio io non lascio nemmeno le emails nelle caselle di posta...,voglio tutto scaricato dentro outlook 2010


Scusami la battuta, ma sei un po' troppo paranoico

Io mi affido a Google Docs da un po' di tempo, e siccome non lavoro per la CIA mi trovo benissimo.

La banda è il problema principale!
TheUnforgivin'WithinTemptation10 Gennaio 2012, 09:11 #8
Originariamente inviato da: Lukiep
Scusami la battuta, ma sei un po' troppo paranoico

Io mi affido a Google Docs da un po' di tempo, e siccome non lavoro per la CIA mi trovo benissimo.

La banda è il problema principale!


paranoicA
si lo so,sono davvero troppo paranoicA , dovrei superare queste paranoie, spero di farle in concomitanza con la risoluzione della poca banda

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^