Il creatore di Python torna in pista: basta pensione, ora lavora in Microsoft!

Il creatore di Python torna in pista: basta pensione, ora lavora in Microsoft!

Il creatore del linguaggio Python, Guido van Rossum, ha colto tutti di sorpresa annunciando il suo ritorno sulla scena dalla porta principale: Microsoft. Annoiato dalla pensione, lavorerà per rendere Python ancora più diffuso e potente.

di pubblicata il , alle 09:00 nel canale Software
Microsoft
 

Guido van Rossum, il creatore del popolare linguaggio di programmazione open-source Python, ha deciso di tornare in pista alla non certo giovane età di 64 anni e l'ha fatto in grande stile, varcando la soglia di casa Microsoft. Annoiato dalla pensione, van Rossum ha colto di sorpresa tutto il mondo dei programmatori, e forse anche la stessa casa di Redmond, che si è detta "entusiasta di averlo nella divisione sviluppatori. Microsoft è impegnata a contribuire e far crescere la comunità Python, e avere Guido con noi riflette tale impegno".

Guido van Rossum ha creato Python nel 1989 e ne è stato il "Benevolo Dittatore a Vita" fino al 2018, mentre è ancora presidente della Python Software Foundation. Python è uno dei linguaggi di programmazione più usati, ed è alla base di software come Linux, Apache, MySQL, Python/Perl/PHP (LAMP). La sua popolarità non accenna a diminuire grazie all'uso nell'ambito del machine learning.

Nel corso degli anni van Rossum ha lavorato per molte aziende tra cui BeOpen, Zope, Elemental Security, Google (per 7 anni dal 2005 al 2012) e Dropbox (lasciata lo scorso ottobre dopo sei anni e mezzo), con una costante: lo sviluppo di Python. Il suo lavoro continuerà in Microsoft, realtà che nell'ultimo decennio ha iniziato a lavorare molto sull'open source, cambiando diametralmente approccio rispetto al passato. "Lavorerò sicuramente per rendere l'uso di Python migliore, e non solo su Windows", ha commentato van Rossum.

40 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Sp3cialFx13 Novembre 2020, 10:08 #1
"ed è alla base di software come Linux, Apache, MySQL, Python/Perl/PHP (LAMP)"

Che casino hai fatto in una sola frase

LAMP è un termine usato per definire quattro software che vanno a braccetto e sono per l'appunto Linux Apache Mysql e poi il quarto può essere uno dei tre linguaggi di programmazione (Python, Perl o PHP - diciamo che LAMP per antonomasia è quello con PHP, di gran lunga il più diffuso dei tre in questo contesto).

In altri termini è un po' come dire che Powerpoint è alla base di Office. Non è alla base, ma parte di, e per di più spesso non è vero.

Corretta invece la citazione al machine learning, ambito in cui sta vivendo una seconda giovinezza; nell'ambito scientifico più in generale è un punto di riferimento. Non che venga usato solo lì, ma lì è il riferimento.
cignox113 Novembre 2020, 10:20 #2
L'ho usato ahimé una sola volta e per un progetto minuscolo e sebbene sia legato alla sintassi C++/C#/Hava che é la mia preferita, devo dire che lavorerei in Phyton ancora volentieri (soprattutto al posto di js )
WarSide13 Novembre 2020, 10:30 #3
Originariamente inviato da: Sp3cialFx
"ed è alla base di software come Linux, Apache, MySQL, Python/Perl/PHP (LAMP)"

Che casino hai fatto in una sola frase


Quoto. Sembrano un po' di keyword messe a caso nel testo. Un po' come fanno i recruiter che scrivono annunci di lavoro per cercare developer e non sanno neanche cosa sia un pc
WarSide13 Novembre 2020, 10:33 #4
Originariamente inviato da: cignox1
L'ho usato ahimé una sola volta e per un progetto minuscolo e sebbene sia legato alla sintassi C++/C#/Hava che é la mia preferita, devo dire che lavorerei in Phyton ancora volentieri (soprattutto al posto di js )


Peggiore di js, come sintassi, c'è solo la morte. Probabilmente tra 10/15 anni sparirà e scriveremo tutto in WASM.
D4N!3L313 Novembre 2020, 11:10 #5
Se non ha voglia prendo io la sua pensione, ho un sacco di cose da fare extra-lavoro.
Rubberick13 Novembre 2020, 11:16 #6
Magari aggiungendo le parentesi graffe? Sono rimasto sconvolto dal vedere che l'appartenenza ad un sottoblocco di codice é decisa dal numero di tab che uno mette.

Un casino assurdo, ma come si può concepire una sintassi così? Quella di PHP non è male, nemmeno troppo quella di Javascript, oddio se non fosse che non hanno mai introdotto un supporto agli oggetti più definito con classi e altro.

In realtà PHP è un linguaggio molto potente ( frutto di molti rimaneggiamenti é vero ), ci si può fare di tutto se uno ha un attimo di apertura mentale di non usarlo solo x i progetti web. Tuttavia la comodità che ha è che volendo si può portare un progetto da cli a web nel giro davvero di poco e viceversa cosa non facilmente fattibile altrove. Però qualche linea di codice va scritta, ricordo tutto il giro delle mode con i pischelli a metter su ruby on rails... qualcuno lo usa ancora?
MikTaeTrioR13 Novembre 2020, 11:49 #7
Originariamente inviato da: WarSide
Peggiore di js, come sintassi, c'è solo la morte. Probabilmente tra 10/15 anni sparirà e scriveremo tutto in WASM.


JS non piace a chi non lo sa usare, e basta.

auguri a manipolare il DOM e a gestire infinite risoluzioni con WASM.

WASM ha tutt'altro scopo, magari vedremo react/angular/vue implementare wasm per gestire i processi piu pesanti (manipolazione virtual DOM) ma per ora nessuno di questi ha neanche accennato l'ipotesi...sicuramente renderà possibile compressione audio video, compressione files, gestioni modelli AI, calcoli molto complessi...porta tutto a "browser as OS"...ma sostituire completamente il linguaggio universale e specifico del web con tutti i tool e le evoluzioni avute negli anni la vedo veramente dura, e sinceramente spero anche che non avvenga...se poi consideriamo il supporto dei browser che spesso, senza citare esempi specifici, tardano ad implementare quasi volutamente le integrazioni piu innovative..doppio auguri.

tornando IT:
python è ormai punto di riferimento per AI non tanto per le performance ma per semplicità di utilizzo e disponibilità di infiniti moduli atti allo scopo e spesso scritti in linguaggi piu efficienti.
Ottimo acquisto per Microsoft.
MikTaeTrioR13 Novembre 2020, 11:51 #8
Originariamente inviato da: Rubberick
Magari aggiungendo le parentesi graffe? Sono rimasto sconvolto dal vedere che l'appartenenza ad un sottoblocco di codice é decisa dal numero di tab che uno mette.

Un casino assurdo, ma come si può concepire una sintassi così? Quella di PHP non è male, nemmeno troppo quella di Javascript, oddio se non fosse che non hanno mai introdotto un supporto agli oggetti più definito con classi e altro.

In realtà PHP è un linguaggio molto potente ( frutto di molti rimaneggiamenti é vero ), ci si può fare di tutto se uno ha un attimo di apertura mentale di non usarlo solo x i progetti web. Tuttavia la comodità che ha è che volendo si può portare un progetto da cli a web nel giro davvero di poco e viceversa cosa non facilmente fattibile altrove. Però qualche linea di codice va scritta, ricordo tutto il giro delle mode con i pischelli a metter su ruby on rails... qualcuno lo usa ancora?


PHP putroppo ha fatto la storia e la fara ancora per molto ma ormai è molto distante come concetto da un infrastruttura web moderna. Pero continuano ad evolvere e a migliorarlo, speriamo riescano a restare al passo in tutto e per tutto
WarSide13 Novembre 2020, 11:59 #9
Originariamente inviato da: MikTaeTrioR
JS non piace a chi non lo sa usare, e basta.


Tipica risposta di chi usa solo JS e non ha visto altri linguaggi. Se permetti me li sono sciroppati tutti, linguaggi procedurali, funzionali, ad oggetti. La sintassi e diverse cose del linguaggio sono degli abomini.
Abomini che sicuramente sarebbero stati già corretti se uno dei pilastri di JS non fosse la piena retrocompatibilità.

Originariamente inviato da: MikTaeTrioR
auguri a manipolare il DOM e a gestire infinite risoluzioni con WASM.


Figma si è fatto un rendering engine in casa ed usa WASM. Non vedo perché non possano esserci framework scritti in WASM per gestire SPA in futuro che eliminino del tutto JS per la produzione di webapp.
MikTaeTrioR13 Novembre 2020, 12:12 #10
Originariamente inviato da: WarSide
Tipica risposta di chi usa solo JS e non ha visto altri linguaggi. Se permetti me li sono sciroppati tutti, linguaggi procedurali, funzionali, ad oggetti. La sintassi e diverse cose del linguaggio sono degli abomini.
Abomini che sicuramente sarebbero stati già corretti se uno dei pilastri di JS non fosse la piena retrocompatibilità.



Figma si è fatto un rendering engine in casa ed usa WASM. Non vedo perché non possano esserci framework scritti in WASM per gestire SPA in futuro che eliminino del tutto JS per la produzione di webapp.



è solo rigidita mentale, non è l'unico linguaggio con cui lavoro.
Node è fatto in js, Paypal usa Node....abominio mi sembra esagerato, specie considerando le recenti evoluzioni con promise classi webrtc bundling e la lista è lunga..

Figma è un software, responsive completamente inesistente, pure quake è stato convertito in wasm, ed è una figata...ma da li a pensare che si possano gestire facilmente tutti i concetti legati a un sito internet moderno ce ne passa...riassumendo: buono per fare software simil nativo (sviluppo complesso), per fare siti o pwa interamente sarebbe un aumento di complessità inutile e con benefici nulli se non inferiori.

Tra l'altro se citi Figma avrai notato che tutto il loro sito non è certamente fatto in WASM, se neanche loro azzardano una versione WASM un motivo ci sarà, non pensi?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^