VIA e SiS: una difficile seconda metà d'anno

VIA e SiS: una difficile seconda metà d'anno

I due principali produttori di chipset taiwanesi si preparano ad una stagione non facile, alla ricerca dei risultati finanziari venuti a mancare nella prima metà del 2006

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 10:27 nel canale Schede Madri e chipset
 

Digitimes segnala, con questa notizia, come i due principali produttori di chipset taiwanesi, VIA e SiS, abbiano registrato risultati insoddisfacenti nel corso del secondo trimestre dell'anno, a motivo di una generale contrazione del mercato dovuta alla ridotta domanda internazionale di PC:

Il secondo trimestre dell'anno è storicamente quello più difficile per tutti i produttori, in quanto è in questo periodo che la domanda si riduce al minimo. Il fenomeno viene tipicamente risolto nel corso del terzo trimestre dell'anno, per via del cosiddetto "back to school period", cioè quello del ritorno alle scuole della maggior parte degli studenti che spinge all'acquisto di nuove soluzioni PC. Nel quarto ed ultimo trimestre dell'anno, infine, sono le vendite della stagione natalizia a farla da padrona, caratterizzando questo trimestre come in assoluto quello più ricco di tutto l'anno.

Sia VIA che SiS dovrebbero incrementare sia fatturato che utili nel corso della seconda metà dell'anno, spinte per l'appunto dai fenomeni stagionali che caratterizzano gli ultimi due trimestri. Entrambi i produttori stanno operando in modo aggressivo per costruire una linea di prodotti che possa far fronte alle differenti esigenze dei vari segmenti di mercato. Entrambe le aziende si posizionano nella fascia delle proposte d'ingresso nel segmento delle schede madri, ponendo forte competizione a Intel e alle altre aziende impegnate nella produzione di soluzioni chipset in quei segmenti nei quali il costo d'acquisto rappresenta una notevole discriminante.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
monsterman04 Settembre 2006, 10:35 #1
quando si dice che la concorrenza è spietata. Speriamo si risollevino che due buone aziende come Via e Sis fanno sempre bene al mercato dei prezzi
Psychnology04 Settembre 2006, 10:50 #2
d'altro canto, se adesso sia intel che amd puntano tutto sull'offerta integrale di piattaforme cpu+chipset+video+audio, credo che per due storiche aziende come via e sis (ali ormai credo sia relegata comunque ai margini) ci sia sempre meno spazio di manovra.
Che gli convenga unirsi?
Nemios04 Settembre 2006, 11:04 #3
ALI, rinominata poi ULI, è stata a suo tempo assorbita da nVidia. Per questo non se ne sente parlare.
Narmo04 Settembre 2006, 11:33 #4
Oddio, per quanto mi sia sempre trovato bene con Via negli ultimi anni non ha fatto nulla di interessante.. si è fermata al K8T890, ha presentato il K8T900 che non si è mai visto in giro... non è che si può sempre dormire sugli allori..
Per Sis speriamo
diego_g_8204 Settembre 2006, 11:42 #5
Bhe peccato, la concorrenza non può che essere positiva per noi consumatori...
frankie04 Settembre 2006, 12:17 #6
è vero, via deve un po' svegliarsi. Per l'affidabilità ai tempi dell'athlon e XP era il top (meglio di nvidia)
Psychnology04 Settembre 2006, 13:58 #7
Originariamente inviato da: Nemios
ALI, rinominata poi ULI, è stata a suo tempo assorbita da nVidia. Per questo non se ne sente parlare.


Non è proprio così, Ali, chè fa parte di Acer (Acer Laboratories, Inc.) è ancora viva e vegeta, semplicemente ha venduto il suo spin-off Uli a nVidia :

Link ad immagine (click per visualizzarla)
paperoga2107 Settembre 2006, 10:58 #8
per sis non mi stupisce, io non comprerei mai una mb con chipset sis perchè a mio parere sono i peggiori sul mercato.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^