Produzione di schede madri in calo a Maggio

Produzione di schede madri in calo a Maggio

Variazioni di poco inferiori al 10% ma come originariamente pianificato dagli stessi analisti, rispetto a quanto registrato ad Aprile 2004.

di pubblicata il , alle 17:04 nel canale Schede Madri e chipset
 

La produzione di schede madri dei 4 top produttori taiwanesi, Asustek Computer, Elitegroup Computer Systems (ECS), Gigabyte Technology e Micro-Star International (MSI), ha subito una riduzione media di circa il 9% nel mese di maggio 2004 rispetto ai 30 giorni precedenti.

Questo andamento era già stato previsto lo scorso mese, a seguito del netto boost della produzione registrato sia a Marzo che ad Aprile. Le previsioni iniziali indicavano una diminuzione attesa tra il 10 e il 15%, mentre il datto effettivamente registrato a Maggio parla di circa il 9%.

Asustek è scesa da 3 milioni di schede madri ad Aprile sino a 2,71 milioni in Maggio, con una diminuzione di circa il 10%. ECS ha registrato un calo di circa il 6%, passando da 1,34 milioni a 1,26 milioni. Gigabyte è diminuita di circa il 14%, passando da 1,22 milioni di schede madri a 1,05 milioni di schede madri.

Per MSI il quadro è complessivamente invariato, anche se mancano conferme ufficiali in quanto MSI non rilascia informazioni precise sui propri volumi di schede madri prodotte.
Il volume complessivo dei 4 top tier per Maggio si assesta attorno a 6 milioni di schede madri, contro i 6,56 milioni di Aprile 2004.

Fonte: Digitimes.com.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
innovatore11 Giugno 2004, 22:19 #1

E CERTO!

e ci credo fra poco le schede madri per intel(fascia alta) con il socket 478 non serviranno +.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^