In consegna schede madri desktop Pentium M

In consegna schede madri desktop Pentium M

I produttori taiwanesi di schede madri hanno iniziato la commercializzazione delle schede madri ad uso desktop per processori Pentium M

di pubblicata il , alle 09:03 nel canale Schede Madri e chipset
 

DFI, uno tra i produttori taiwanesi di schede madri, ha iniziato le consegne di una scheda madre per processori Pentium M, il modello 855GME-MGF, per sistemi desktop attraverso i canali di distribuazione di USA, Giappone ed Europa.

Un portavoce della compagnia ha dichiarato che DFI potrà decidere di spingere la produzione di queste schede se le forniture dei chipset Intel 855GME saranno in volumi sufficienti. Non sono stati rilasciati dati precisi sul numero di schede messe in consegna.

La soluzione desktop per processori Pentium M arriva sul mercato dopo che AOpen, un altro produttore taiwanese, ha presentato la prima scheda madre Pentium M, il modello i855GMEm-LFS, nel mese di ottobre.

Un portavoce di AOpen ha confermato che le consegne di tale scheda madre sono, per il mercato giapponese relativamente alte se comparate con le consegne di tale scheda su altri mercati. Pare inoltre che la compagnia abbia ricevuto diverse altre richieste per questa scheda.

Tali schede madri sono destinati ad un tipo di utenza che ricerca piattaforme ad alte prestazioni e sono proposte ad un prezzo di circa 240 dollari, rispetto ai circa 120 dollari di schede madri basate su chipset Intel 915.

Fonte: Digitimes

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

37 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Hal200130 Dicembre 2004, 09:16 #1
Tali schede madri sono destinati ad un tipo di utenza che ricerca piattaforme ad alte prestazioni e sono proposte ad un prezzo di circa 240 dollari, rispetto ai circa 120 dollari di schede madri basate su chipset Intel 915.


Ne venderanno molte a questa cifra.
TNR Staff30 Dicembre 2004, 09:42 #2
Originariamente inviato da Hal2001
Ne venderanno molte a questa cifra.


Eh oddio...spero sia ironico
dnarod30 Dicembre 2004, 10:21 #3
come affossare qualcosa di bello: atto primo

sirus30 Dicembre 2004, 11:00 #4
mi sembra logico un prezzo del genere data la scarsissima diffusione del chipset i855 e gli impopolari prezzi che ha il Pentium M, intel fin che ci sarà prescott intende proporre questo e quindi farà di tutto per non fare affermare almeno per il momento il PM nel mercato desktop...metodo + rapido = innalzamento dei prezzi e la dura legge del mercato
barabba7330 Dicembre 2004, 11:02 #5
La prima cosa che ho detto leggendo la news: evvai, il mio prossimo sistema....a fine articolo, letto il prezzo...non posso che rimanere deluso. Già la cpu costicchia...poi se costa anche la scheda madre...peccato veramente !
Matrix_Genesis30 Dicembre 2004, 11:16 #6
Magari in quest'anno integreranno delle cpu per desktop con supporto alle tecnologie di basso consumo
Staremo a vedere.
Azaroth30 Dicembre 2004, 11:42 #7

Ma è normale...

che una nuova tecnologia costi tanto all'inizio.. non vedo lo scandalo..
col tempo e con la diffusione delle schede scenderanno di prezzo.
pikkoz30 Dicembre 2004, 11:52 #8
Bah Intel cmq si è fumata il cervello con il prescott , solo per questi mhz e le sse3 , cavolo bastava prendere un p-M(centrino) e produrre questi chipset (mgara con scheda video integrat) invece del prescott.Così sfruttando i p-M con dissi desktop meno meno con i modelli di punto si sarebe arrivati a 2.4-2.6GHz, che non è poco..
frankie30 Dicembre 2004, 12:23 #9
Non è una nuova tecnologia, al massimo è trapiantata
Andreakk7330 Dicembre 2004, 12:29 #10
Sono d'accordo se non fosse per l'HT i Prescott non andrebbero da nessuna parte,basta guarare i bench del'FX e si capisce subito con una buona architettura cosa si può fare con "soli" 2600MHz

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^