In assestamento i volumi di schede madri per il secondo trimestre

In assestamento i volumi di schede madri per il secondo trimestre

Prevista una contrazione dei volumi prossima a circa il 12% nel corso del secondo trimestre 2006 rispetto al primo, per via dei tradizionali fenomeni stagionali

di pubblicata il , alle 09:45 nel canale Schede Madri e chipset
 

I 4 principali produttori di schede madri taiwanesi, ECS, Asus, Gigabyte e MSI, si attendono una contrazione dei propri volumi di vendita nel corso del secondo trimestre dell'anno, a motivo degli stagionali fenomeni di contrazione della domanda.

Si tratta di dati che ogni anno tendono a ripetersi: il secondo trimestre dell'anno è tradizionalmente quello nel quale le vendite sono più contratte. A questo si aggiunga una certa attesa da parte del mercato per via di nuovi processori e architetture che debutteranno nei prossimi mesi.

In particolare, AMD presenterà la propria serie di processori Athlon 64 per piattaforme Socket AM2, dotate del supporto alla memoria DDR2. Intel, viceversa, prepara il debutto delle proprie soluzioni basate su architettura Conroe per sistemi desktop, attese al debutto nel corso del terzo trimestre dell'anno.

I 4 top tier manufacturer hanno registrato un incremento del volume complessivo di schede madri pari a circa il 26% nel corso del primo trimestre dell'anno, rispetto allo stesso periodo del 2005. Il totale di schede madri commercializzate nei primi 3 mesi dell'anno è stato di 28,78 milioni di pezzi, contro i 22,83 milioni dei 12 mesi precedenti.

Le previsioni indicano un volume di poco superiore ai 25 milioni di pezzi per il secondo trimestre 2006; si tratterebbe di un calo del 12,8% rispetto al primo trimestre dell'anno, con una crescita complessiva rispetto ai 12 mesi precedenti dell'8,7%.

Tra i 4 produttori, segnaliamo la forte crescita di ECS in termine di valore della produzione. Il produttore taiwanese, come già evidenziato in questa notizia nei giorni scorsi, sta beneficiando dei positivi effetti dell'accordo concluso con Tatung.

Fonte: Digitimes.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
JohnPetrucci12 Aprile 2006, 11:01 #1
Ritengo l'avanzamento di quote di mercato da parte di Ecs molto positivo, un marchio con ottimo rapporto qualità/prezzo, e unico competitor dei 4 grandi a poter insediare in futuro il dominio Asus in questo settore, che ha purtroppo fatto si che quest'ultima dorma sugli allori e sfrutti fin troppo il suo nome a cui non sempre corrisponde un prodotto di qualità tale da giustificare certi prezzi, soprattutto in ambito high-end.
Discorso diverso per la sussidiaria Asrock che ritengo un'ottima alternativa e forte di un rapporto qualità/prezzo molto interessante.
permaloso12 Aprile 2006, 17:12 #2
Queste ditte spero accendano ogni trimestre un cero ai produttori di processori perchè continuino a sfornare processori incompatibili coi socket e i chipset già esistenti sul mercato...
mjordan19 Aprile 2006, 04:09 #3
Non vedo l'ora che esce questo Conroe per vedere se tutto questo hype che gli gira intorno sia giustificato o meno. Se farà flop, sarà uno di quelli pesanti, a quanto pare.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^