Gigabyte P55-UD5, connessioni SATA 3.0 e alimentazione a 24 fasi

Gigabyte P55-UD5, connessioni SATA 3.0 e alimentazione a 24 fasi

Cominciano ad emergere i primi modelli di schede madri sviluppate su P55, il futuro chipset Intel dedicato alla fascia mainstream del mercato

di Gabriele Burgazzi pubblicata il , alle 12:31 nel canale Schede Madri e chipset
IntelGigabyte
 

Gigabyte, noto produttore taiwanese attivo sul fronte delle schede madri e delle schede video, mostra in anteprima i propri modelli sviluppati su P55, anche conosciuto come Ibex peak. In occasione del prossimo Computex il prodotture orientale conferma il suo impegno per lo sviluppo di nuove soluzioni, sempre all'avanguardi tecnologicamente. Intel P55 dovrebbe essere uno dei veri protagonisti nel corso della prossima settimana: nonostante si attendano numerose schede madri basate su tale chipset, i primi modelli non arriveranno prima di qualche mese, come un vero e proprio paper-launch.

Tweaktown mostra in anteprima alcune foto e che ritraggono i particolari più significativi di GA-P55-UD5, la scheda madre per processori Intel Core i5. Gli scatti sono stati ovviamentee effettuati su un modello ancora in via di sviluppo, alcune caratteristiche potrebbero quindi subire sostanziali modifiche.

mosfet alimentazione

A colpire è il sistema di alimentazione a 24 fasi che Gigabyte ha utilizzato per lo sviluppo del modello: i mosfet che circondano il socket LGA 1160 sono in grado di garantire un'alimentazione che va ben oltre alle normali richieste del processore.

connessioni

La scheda madre è inoltre dotata di 10 connessioni SATAII e III: il nuovo standard, ratificato solo nella giornata di ieri è in grado di garantire una banda di 6Gb/s.

connettori esterni

Il parco connessioni viene completato da due connettori Power over eSATA che consentono il collegamento di unità storage esterne senza dover ricorrere ad alimentazioni supplementari.

memoria flash

A rappresentare una ulteriore novità è ONFI (Open NAND Flash Interface): in corrispondenza del nuovo chipset, alcuni produttori potrebbero infatti scegliere di installare alcuni moduli di memoria flash direttamente sul PCB della scheda madre, o dedicare uno slot a tale scopo. Sfruttando il tempo di risposta estremamente basso della memoria flash, questa funzione consentirebbe, qualora il sistema operativo venisse installato su tali moduli, tempi di avvio nettamente inferiori. L'immagine mostra entrambe le soluzioni: Gigabyte, al momento, sta ancora valutando quale delle due soluzioni risulti la migliore.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

36 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
LNdemon28 Maggio 2009, 12:38 #1
Interessanti i chip NAND onboard
E anche i connettori eSata direttamente nel pannello degli I/O: a quanto mi risulta è la prima volta per gigabyte ( di solito li mette sempre su staffe separate da aggangiare tramite cavi ai connettori sata )

Edit
Immagino che il dissipatore con la scritta Gigabyte sia messo li per estetica... visto che in quella posizione dovrebbe raffreddare il NorthBridge, che in questa scheda non dovrebbe essere presente =P
kuru28 Maggio 2009, 12:39 #2
scheda interessante

un po' perplesso sulla reale necessità di tutte quelle fasi

però belli tutti quei cubetti neri
que va je faire28 Maggio 2009, 12:39 #3
interessante stò onfi, anche se poi è tutta da verificare, se le velocità di trasferimento si domostrassero irrisorie...

riguardo le 24 fasi.. stanno cercando di vuotare i magazzini prima di passare all'alimentazione digitale??

assolutamente inutili.. per non contare le temperature che si dovranno generare intorno al socket..
di fasi ne bastano poche ma fatte bene!
giaballante28 Maggio 2009, 12:45 #4
Originariamente inviato da: que va je faire
interessante stò onfi, anche se poi è tutta da verificare, se le velocità di trasferimento si domostrassero irrisorie...

riguardo le 24 fasi.. stanno cercando di vuotare i magazzini prima di passare all'alimentazione digitale??

assolutamente inutili.. per non contare le temperature che si dovranno generare intorno al socket..
di fasi ne bastano poche ma fatte bene!


io ancora non ho capito cosa c'è di "digitale" nelle alimentazioni "digitali"
Nemesis228 Maggio 2009, 12:48 #5
24 fasi... ma suvvia, anche queste cose seguono le mode?

Già mi vedo qualcuno che dirà... e questa è meglio ha 24 fasi!

Suvvia, ci si alimentano 8 processori con quell'uscita.
CarmackDocet28 Maggio 2009, 12:48 #6

Dai ke ci siamo quasi...

...ora manca USB 3.0... PCI-Express 3.0... e ICH11R... forse per X68/P65 ce la facciamo :-)))

Bye
JohnPetrucci28 Maggio 2009, 12:50 #7
In effetti 24 fasi sono assurde ed esagerate, la mia mobo ne ha 16 e la differenza rispetto a mobo con 8 o 10 fasi si sente in ambito quad core, ma nemmeno gli i7 richiedono 24fasi, pensa un pò gli i5, sembra quasi la fiera dell'abbondanza.
Ottime le porte e-sata con aggiunta di alimentazione dietro il pannello, buona anche l'idea delle nand flash ma poco adottabile Su Vista o Seven, dove un'installazione ristretta e senza fronzoli a 64bit arriva ad occupare anche oltre 20Gb, quindi quantità inferiori avrebbero poco senso, a meno di non fare un discorso puntato solo verso una parte dell's.o. da memorizzare e/o s.o. meno esosi di spazio.
daywatch8528 Maggio 2009, 12:52 #8
Ma almeno sapete a cosa servono le fasi?
johnp198328 Maggio 2009, 12:57 #9
Originariamente inviato da: LNdemon
Interessanti i chip NAND onboard
E anche i connettori eSata direttamente nel pannello degli I/O: a quanto mi risulta è la prima volta per gigabyte ( di solito li mette sempre su staffe separate da aggangiare tramite cavi ai connettori sata )

Edit
Immagino che il dissipatore con la scritta Gigabyte sia messo li per estetica... visto che in quella posizione dovrebbe raffreddare il NorthBridge, che in questa scheda non dovrebbe essere presente =P


Ma quale estetica...
sarà li per raffreddare NF200.

Originariamente inviato da: daywatch85
Ma almeno sapete a cosa servono le fasi?


Tu sei conoscitore unico della somma verità giusto?!

Dimmi, sai anche cosa vuol dire fase virtuale vero?
daywatch8528 Maggio 2009, 12:58 #10
Le fasi non determinano quanta alimentazione arriva alla scheda madre.
Piu fasi ci sono e meglio è, ovviamente in base all'uso che vogliamo farne. L'alimentazione viene suddivisa tra le fasi disponibili, quindi se un sistema ha 6 fasi, sarà piu difficile per ogni singola fase gestire un overclock del sistema di 2 o 3 ghz...invece avendo 16 fasi il discorso cambia perchè ogni singola fase è molto piu alleggerita in questo compito, quindi con 24 fasi si può intuire di cosa è capace e a cosa mira questa scheda, mira ad alimentare l'impossibile e sopportare alimentazioni esagerate senza fare una piega.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^