ATI lavora a GDDR-3, lo standard alternativo a DDR-2

ATI lavora a GDDR-3, lo standard alternativo a DDR-2

La ricerca di moduli memroia dalla bandwidth sempre più elevata è un trend costante nel settore delle schede video: ecco la motivazione alla base dello standard GDDR-3

di pubblicata il , alle 09:55 nel canale Schede Madri e chipset
ATI
 
ATI Technologies Inc. sta lavorando assieme ai produttori di memoria per sviluppare un nuovo standard, GDDR-3, per le future memorie che verranno utilizzate sulle schede video di fascia più alta. Questo standard si pone, sulla carta, quale concorrente diretto della memoria DDR-2, il cui utilizzo sulle schede video era originariamente previsto per la fine di quest'anno.

Le caratteristiche tecniche delle memorie GDDR-3 sono molto simili a quelle delle memorie DDR-2; la vera differenza è data dal fatto che il nuovo standard è stato pensato sin dall'origine per l'impiego quale memoria video, elemento che ne ha sviluppato caratteristiche specifiche per questo tipo d'impiego. La memoria DDR-2, invece, è uno standard più generale, pensato per vari tipi di applicazioni e principalmente per memoria di sistema.

Interessante la spiegazione che Michael Litt, technical manager for strategic marketing di ATI, fornisce per giustificare l'ingresso sul mercato dello standard GDDR-3:
More than a year in the making, GDDR-3 was born out of desire for graphics-chip vendors' to take control over the direction of memory technology from the PC community, which hasn't kept up with the bandwidth needs of high-performance graphics controllers.
La ricerca di memorie sempre più veloci e performanti è una costante nel settore delle schede video. La bandwidth della memoria video è infatti uno dei principali elementi che determinano prestazioni velocistyiche elevate, soprattutto alle risoluzioni video maggiori.
Uno standard come quello GDDR-3, gestito direttamente dai produttori di chip video, permetterà di avere soluzioni più specifiche che emglio si adattino allo sviluppo tecnologico di questo importante settore.

I primi chip memoria GDDR-3 sono attesi per l'inizio del prossimo anno, con frequenze di lavoro di circa 500 Mhz.

Fonte: http://www.eetimes.com/semi/news/OEG20021004S0060.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Lud von Pipper07 Ottobre 2002, 19:56 #1
Non era meglio puntare direttamente sulle memorie QBM?
Nightmare the Dark07 Ottobre 2002, 22:16 #2
che so mo ste qbm? :P
cdimauro08 Ottobre 2002, 06:43 #3
Originariamente inviato da Lud von Pipper
[B]Non era meglio puntare direttamente sulle memorie QBM?


E' quel che penso anch'io. Forse si tratta di un problema di licenze, ma ci credo poco: la società che ha sviluppato questa tecnologia ha tutto l'interesse a che si diffonda...

Purtroppo le idee migliori sono sempre messe alla berlina dal mercato...

x Nightmare the Dark

Le QBM sono memorie a banda quadrupla rispetto alle DDR, che sono a banda doppia. Tramite una piccola e semplice modifica alle DDR, è possibile raddoppiare la loro banda, con tutti i vantaggi conseguenti (nessuna necessità di mettere due moduli DDR in dual channel)...
Demetrius08 Ottobre 2002, 18:32 #4
infatti le QBM sono una tecnologia "proprietaria", si dovrebbero pagare le licenze.....
anche se GDDR3 sono simili alle DDR2, però sono specificatamente pensate per le schede video e permettono di avere una modalità di accesso più efficiente (con alcuni canali dedicati solo alla lettura ed altri alla scrittura)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^