Shimano, nuova serie di componenti per E-Mountain Bike: ecco la più accessibile serie E7000

Shimano, nuova serie di componenti per E-Mountain Bike: ecco la più accessibile serie E7000

Nuovi comandi, nuova unità motrice, nuova unità di visualizzazione e nuove opzioni di personalizzazione tramite smartphone, puntano a spingere gli appassionati di mountain bike ad esplorare nuovi terreni superando i propri limiti o ad iniziare con questo sport per escursioni occasionali o per un sano e leggero allenamento di tutti i giorni

di pubblicata il , alle 10:01 nel canale Sistemi
Shimano
 

Le biciclette a pedata assistita ormai non rappresentano più una piccola fetta di mercato pensata solo per appassionati del settore, si stanno diffondendo sempre di più sulle nostre strade e non è difficile vederle usate in qualsiasi ambito, sia cittadino, sia sportivo e soprattutto in quello amatoriale, Shimano, nota azienda di componentistica per biciclette, spinge questa richiesta del mercato con una nuova serie di componenti pensati per le E-Mountain Bike di fascia media: ecco la gamma di prodotti STEPS E7000.

All'inizio dell'estate vi avevamo parlato dell'evento Bike Up 2018, che sarà replicato a Milano il prossimo 22 e 23 settembre, dove Shimano ha presentato e fatto ampiamente provare la più evoluta e costosa serie STEPS E8000, progettata per affrontare percorsi aggressivi su terreni difficili, la serie E7000 invece è pensata per la fascia media del mercato così da garantire una tecnologia di qualità, affidabile ma più accessibile alle tasche di molti.

Nuovi comandi, nuova unità motrice, nuova unità di visualizzazione e nuove opzioni di personalizzazione tramite smartphone, puntano a spingere gli appassionati di mountain bike ad esplorare nuovi terreni superando i propri limiti o ad iniziare con questo sport per escursioni occasionali o per un sano e leggero allenamento di tutti i giorni.

L'unità motrice E7000 è dotata di tutte le più recenti funzionalità, è in grado di erogare fino a 500 W di picco, con una potenza nominale di 250 W, 60 Nm di coppia massima, intervenendo sulla trazione secondo le disposizioni di legge fino ad una velocità di 25 km/. Tre le differenti modalità di assistenza: modalità ECO, per l'assistenza più leggera associata al più basso consumo di batteria, modalità TRAIL per il miglior bilanciamento tra supporto reattivo e consumo della batteria oppure modalità BOOST per ricevere un supporto potente, un'accelerazione rapida e un'assistenza progressiva fino al limite massimo consentito.

Le caratteristiche di queste modalità possono anche essere regolate a piacimento dagli utenti utilizzando l'app per smartphone Shimano E-Tube: scegliendo tra tre differenti impostazioni come Explorer, Dynamic e Custom i piloti di E-MTB potranno mettere a punto il livello di erogazione dell'assistenza desiderata per ottimizzare il consumo della batteria o gestire al meglio il livello di supporto ricevuto dall'unità motrice.

Shimano ha comunicato che i nuovi componenti della serie STEPS E7000 arriveranno sul mercato a settembre in concomitanza della presentazione dei nuovi modelli di biciclette 2019; per maggiori dettagli vi invitiamo a visitare la pagina dedicata a questa nuova componentistica.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

43 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Gandalf7605 Luglio 2018, 10:15 #1
Ottimo. Quanti contakilometri persi perchè li mettevi in tasca e ora con il cell non si avranno più di questi problemi.
jepessen05 Luglio 2018, 10:35 #2
Ora perderai direttamente il cell...

Io contachilometri e navigatori non ne ho mai persi, li ho sempre attaccati tutti quanti al manubrio...
+Benito+05 Luglio 2018, 10:40 #3
oddio se tenessi il cell quando vado in bici ne romperei uno a settimana...utilità di sta roba per MTB pari a zero...servono comandi al manubrio più semplici e robusti possibile...
CapoHorn05 Luglio 2018, 10:48 #4
Non si parla di prezzi nell'articolo...
Io comunque, nell'ottica del cicloturismo, sono interessato a questo tipo di prodotti.
La settimana scorsa, mi sono sparato 210km in 10 ore (mi sono cmq fermato a dormire) con una Mountain Bike senza grandi pretese (pesa 14kg) e con le ruote tassellate, neppure slick.
L'idea di coprire la stessa distanza, in un giorno, mi alletta parecchio in futuro per coprire magari distanze superiori ai 1000km e in più giorni senza metterci dei mesi.
Vediamo i prezzi però...
jepessen05 Luglio 2018, 10:55 #5
Originariamente inviato da: CapoHorn
Non si parla di prezzi nell'articolo...
Io comunque, nell'ottica del cicloturismo, sono interessato a questo tipo di prodotti.
La settimana scorsa, mi sono sparato 210km in 10 ore (mi sono cmq fermato a dormire) con una Mountain Bike senza grandi pretese (pesa 14kg) e con le ruote tassellate, neppure slick.
L'idea di coprire la stessa distanza, in un giorno, mi alletta parecchio in futuro per coprire magari distanze superiori ai 1000km e in più giorni senza metterci dei mesi.
Vediamo i prezzi però...


Per pedalate di 20km possono avere un senso, per quelle da 1000km non lo so, nel senso che proprio non lo so, non che penso che non sia utile.

Perche' su 20km puoi fare affidamento al motore quando serve, in 1000km devi tenere conto del fatto che devi fermarti a caricarlo, che non puoi utilizzarlo sempre e che nel momento in cui non lo usi perche' scarico devi fare i onti con il peso del motore, che non e' poco specie se confrontato ad una bici, sia con una resistenza maggiore della pedalata rispetto alla mancanza di motore perche' gli ingranaggi faranno comunque un po' di resistenza (anche se obiettivamente non so quanta).
CapoHorn05 Luglio 2018, 11:13 #6
Originariamente inviato da: jepessen
Per pedalate di 20km possono avere un senso, per quelle da 1000km non lo so, nel senso che proprio non lo so, non che penso che non sia utile.

Perche' su 20km puoi fare affidamento al motore quando serve, in 1000km devi tenere conto del fatto che devi fermarti a caricarlo, che non puoi utilizzarlo sempre e che nel momento in cui non lo usi perche' scarico devi fare i onti con il peso del motore, che non e' poco specie se confrontato ad una bici, sia con una resistenza maggiore della pedalata rispetto alla mancanza di motore perche' gli ingranaggi faranno comunque un po' di resistenza (anche se obiettivamente non so quanta).


Ovvio che per distanze superiori al migliaio di KM, da coprire in più giorni, il tutto deve essere pianificato prima con percorsi che prevedono soste in campeggio e/o Bed-and-Breakfast dove alla sera stacchi il pacco batteria, e alla mattina lo hai di nuovo carico.
Non avrebbe molto senso portarsi dietro motore e batteria in un peso aggiuntivo, per poi non usarli.

p.s
Mi sa che intendevi per pedalate di 200km e non 20...su percorsi di 20km, una e-bike non ha alcun senso...
Falcon8905 Luglio 2018, 11:25 #7
Originariamente inviato da: CapoHorn
Non si parla di prezzi nell'articolo...
Io comunque, nell'ottica del cicloturismo, sono interessato a questo tipo di prodotti.
La settimana scorsa, mi sono sparato 210km in 10 ore (mi sono cmq fermato a dormire) con una Mountain Bike senza grandi pretese (pesa 14kg) e con le ruote tassellate, neppure slick.
L'idea di coprire la stessa distanza, in un giorno, mi alletta parecchio in futuro per coprire magari distanze superiori ai 1000km e in più giorni senza metterci dei mesi.
Vediamo i prezzi però...


Essendo componenti di primo equipaggiamento, si troveranno montati direttamente su e-bike della nuova stagione 2019 e saranno destinati a biciclette di fascia di prezzo medio-bassa. Per prezzi più dettagliati bisogna aspettare di vedere i primi modelli equipaggiati con questa serie STEPS E7000
jepessen05 Luglio 2018, 11:29 #8
Originariamente inviato da: CapoHorn
p.s
Mi sa che intendevi per pedalate di 200km e non 20...su percorsi di 20km, una e-bike non ha alcun senso...


Puo' avere senso anche per 20km per gente che non e' sportiva ma vuole comunque utilizzare la bicicletta in citta', es signore non proprio giovane che va a fare la spesa, o in paesi che non sono pianeggianti e quindi si farebbe piu' fatica..
Marko#8805 Luglio 2018, 11:35 #9
Io sarò all'antica ma non riesco a concepire queste bici per chi va in bici per passione (quindi no esigenze di spostamento in città e anziani che non riescono a fare la salita).
Invece che fare 200 km assistiti ne faccio 100 non assistiti, cosa cambia?
jepessen05 Luglio 2018, 11:53 #10
Originariamente inviato da: Marko#88
Io sarò all'antica ma non riesco a concepire queste bici per chi va in bici per passione (quindi no esigenze di spostamento in città e anziani che non riescono a fare la salita).
Invece che fare 200 km assistiti ne faccio 100 non assistiti, cosa cambia?


E' un aiuto che ti permette di superare tratti difficili da un lato, e di poter fare piu' strada quindi esplorare piu' luoghi dall'altro.

E' uno strumento che da una mano a chi sta in bici, esattamente come il cambio che ti permette di essere piu' agevole a seconda del tratto in cui ti trovi, o come l'ammortizzatore che ti da un aiuto nei tratti sconnessi...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^