Huck Cycles, i ciclomotori elettrici Made in Carolina del Nord

Huck Cycles, i ciclomotori elettrici Made in Carolina del Nord

Una piccola azienda fondata nel 2019 da Brett McCoy, pilota di vecchia data, con sede nella Carolina del Nord che punta tutto su qualità e customizzazione per le proprie piccole due ruote con un'estetica molto vintage

di pubblicata il , alle 12:21 nel canale Sistemi
 

Qui in Europa i ciclomotori elettrici, ovvero piccole due ruote dotate sia di pedali sia di acceleratore, non sono molto diffusi per via della mancanza di particolari normative che regolamentino il loro utilizzo salvaguardando gli utenti da costi di gestione dovuti all'adozione obbligatoria di casco, targa ed assicurazione equiparabili a quelli dei più grandi scooter.

Oltre oceano però l'ibrido tra bicicletta e motorino, dotato quindi sì di trazione elettrica ma abbinata anche a pedali, piace molto tanto da lasciare ampio spazio sul mercato a prodotti di qualità come quelli proposti da Huck Cycles.

Clicca per ingrandire

Una piccola azienda fondata nel 2019 da Brett McCoy, pilota di vecchia data, con sede nella Carolina del Nord che punta tutto su qualità e customizzazione per le proprie piccole due ruote con un'estetica ricercata e vintage.

L'azienda punta a mantenere i propri modelli "i più americani possibile", partendo dai telai costruiti a pochi chilometri dalla sede dell'azienda fino ai pacchi batteria realizzati in California: introvabili in loco invece i motori da mozzo i quali provengono esclusivamente dal mercato asiatico.

I modelli di più successo sono i ciclomotori Rebel e Karma, il primo un vero e proprio ciclomotore che può raggiungere anche i 64 km/h, la seconda una e-bike quindi esclusivamente dotata di pedalata assistita di Classe 2.

Il catalogo Huck Cycles lascia ampia scelta di personalizzare il comparto motore con differenti sistemi a 48, 52, 60 o 72 V e motori con potenza compresa tra 750 e 3.000 W. Tutti i modelli, per scelta aziendale, sono liberamente programmabili dall'utente al fine di poter impostare molto facilmente i limite di legge quando si circola per strada ma sfruttare poter tutta la potenza quando ci si vuole divertire in spazi privati.

Un mercato ben differente da quello europeo e soprattutto da quello italiano, ma si spera che, in virtù anche dell'adozione di nuove forme di mobilità più eco sostenibili, si trovi un compromesso per l'utilizzo di ciclomotori elettrici senza doverli caricare di oneri che li avvicinano di più al settore delle moto piuttosto che a quello delle biciclette.

Huck Cycles punta a mantenere una produzione di circa 10 ciclomotori al mese con costi compresi tra 2.800 e 3.800 $ che, viste finiture, design e componenti di alto livello, rappresentano un ottimo compromesso qualità-prezzo; per maggiori immagini e dettagli a riguardo vi invitiamo a visitare la pagina del costruttore.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Vash_8505 Aprile 2020, 13:59 #1
Se avessi ancora 14 anni un attrezzo del genere non mi sarebbe dispiaciuto, lo ammetto!
300005 Aprile 2020, 20:00 #2
Ma che razza di prezzi!
Ragerino06 Aprile 2020, 11:47 #3
Originariamente inviato da: Vash_85
Se avessi ancora 14 anni un attrezzo del genere non mi sarebbe dispiaciuto, lo ammetto!


Con quei soldi (anzi meno) ci compri uno scooter vero, anche 125, e con quello che rimane fai benzina per migliaia di km.
Più che altro da noi sarebbero equiparati ad un ciclmotore\moto, quindi patente, assicurazione ecc. Il motivo per cui non ci sono quasi piu ragazzini in giro su ciclomotori è dati dai prezzi assurdi che li accompagnano. Ti fanno prendere la patente con le stesse modalità delle patenti vere, salvo che poi la devi rifare tutte le volte che passi di categoria di mezzo, una vera idiozia.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^