Google Destinations: la prossima vacanza si pianifica da smartphone

Google Destinations: la prossima vacanza si pianifica da smartphone

Con l'arrivo della bella stagione cresce la voglia di vacanza e gite fuori porta. Google viene incontro alle esigenze del pubblico presentando "Destinations", un utile strumento per pianificare il proprio viaggio utilizzando lo smartphone.

di pubblicata il , alle 14:01 nel canale Sistemi
Google
 

La bella stagione è sempre più vicina e, con il suo arrivo, cresce la voglia di vacanza e di effettuare le prime gita fuori porta. Il colosso delle ricerche, BigG, presenta oggi un nuovo strumento dedicati ai possessori di smartphone che semplifica l'attività di pianificazione dei viaggi servendosi delle funzioni di ricerca di Google. Non è quindi necessario utilizzare un'app separata, basta attivare Google sul terminale ed inserire le informazioni desiderate sulla propria meta. 

Per sfruttare la nuova funzione, l'utente dovrà avere l'accortezza di aggiungere la parola "destinazioni" al tag di ricerca. Ad esempio, ipotizzando di aver scelto come meta del viaggio una città europea, si dovrà digitare "Europa destinazioni". Google offrirà una panoramica delle mete più gettonate, inserendo in ciascuna scheda informazioni utili come quella sui voli disponibili e sulle strutture ricettive, fornendo, ad esempio, un quadro completo dei prezzi degli alberghi. 

Google Destinations

Il vantaggio di Destinations rispetto ai tradizionali metodi di ricerca consiste nel raggruppare tutte le informazioni rilevanti in un unica pagina, senza obbligare l'utente a spostarsi tra più link e schede. Le funzioni di Destinations possono essere sfruttate anche utilizzando chiavi di ricerca differenti che pongono l'accento sulle attività e gli hobby che l'utente è interessato a praticare una volta raggiunta la meta. Ad esempio, si possono usare le chiavi di ricerca "surf in Spagna", "escursioni in Portogallo" o "sciare in Italia".

Interessante, inoltre, la possibilità di utilizzare un filtro di ricerca che permette di circoscrivere l'intervallo di tempo entro il quale si prevede di effettuare il viaggio e che in evidenza le tariffe più convenienti dei voli e degli hotel nel il periodo selezionato. Anche chi non ha ancora stabilito con esattezza la data del viaggio, grazie al filtro "Date flessibili" potrà quindi usare in maniera vantaggiosa la nuova funzione Destinations di Google. In alternativa, è possibile usare il filtro "Date esatte". 

Il meteo può condizionare in maniera importante la buona riuscita di una gita fuori porta, ragion per cui, tra le informazioni messe a disposizione tramite Google Destinations, rientrano anche le previsioni meteo, con la possibilità di filtrarle in relazione ad un preciso periodo dell'anno. Curata, inoltre, la sezione che racchiude le informazioni sugli hotel e sui voli: Destinations mostra le tariffe minime e massime previste per i sei mesi successivi. Le tariffe si possono aggiornare rapidamente con uno swipe sui risultati da sinistra verso destra. L'utente, da ultimo, ha la possibilità di personalizzare le preferenze su voli e alberghi, il nmero di scali e la tipologia dell'hotel. 

Google Destinations risulta già attivo anche nel mercato italiano. Per usarlo, basta avviare una ricerca tramite Google su smartphone.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Lorenzo Montarese11 Marzo 2016, 16:16 #1

HereGone

È più di un anno che cerco di portare avanti un progetto per creare una piattaforma dedicata ai viaggiatori, a marzo nel tentativo di trovare aiuto mi sono iscritto a Google Launchpad, il programma di Google per le startup e a Microsoft BizSpark, il progetto è stato accettato con la sola descrizione (inglese+italiano) che posto qua sotto, ma quando ho inviato una mail all'assistenza di Launchpad chiedendo aiuto, (tramite streak) ho potuto verificare che essa è stata aperta più volte, probabilmente in posti diversi e dopo qualche giorno mi hanno risposto che non avevano modo di aiutarmi... Oggi vedo questa notizia e mi chiedo se Google ancora persegua la via del "Don't be evil"

https://docs.google.com/document/d/...dit?usp=sharing

La mia paura è che lo inglobino pian piano, mi spiego:
In questi giorni mi trovavo a sciare e ho appreso la notizia che [My Tracks] l'app di Google per tracciare il percorsi in modo semplice e intuitivo smetterà di funzionare a partire dal 30 aprile,

https://support.google.com/gmm/answer/2391538?hl=it

E’ di 4 giorni fa la notizia che Chis Poole, il fondatore di 4chan, lavorerà per Google, probabilmente con lo scopo di rilanciare i servizi social della società

http://www.ansa.it/sito/notizie/tec...d6b8717d51.html

Ieri questa notizia....

Non mi sento ancora nella posizione di accusare nessuno e stimo moltissimo Mr. Poole per quel che ha creato e per il fatto di fornire pubblicamente la sua mail a chiunque avesse necessità di contattarlo, cosa rara per una persona nella sua posizione

http://content.time.com/time/arts/a...1894028,00.html

Negli ultimi mesi ho inviato questo progetto a molte volte, a professori universitari, aziende e persone più o meno implicate nel mondo dell’ IT. Dalle visualizzazioni alle mail, le risposte e i colloqui telefonici e non, ho capito che il progetto ha un valore e suscita interesse per chiunque si sia disturbato a leggerlo, ma a prescindere da questo nessuno ti fornirà aiuto se non hai già un tuo team.

Ho provato a costituire un team, ma la mole di lavoro per tre persone è esagerata e lo sarebbe anche per dieci, dato che difficilmente queste persone potranno dedicare più di qualche ora a settimana al progetto e i fondi non sono miliardari.

Mi sono rivolto a Google sperando di trovare aiuto, dal momento che loro avrebbero sia i mezzi che l’interesse a portare avanti il progetto, ma andare oltre il livello “centralino” è veramente difficile e solo una persona in una certa posizione di rilevanza potrebbe prendere la decisione di intraprendere una collaborazione.

Mi chiedo quindi se ci sia un modo per arrivare a qualcuno di importante che abbia la facoltà di decidere se avviare o meno un percorso di sviluppo, indipendentemente da quali sono i protocolli aziendali del caso.

Spero che non decidano di prendere a piene mani dal progetto e farlo loro perché sarebbe una cosa veramente inquietante da parte di un’azienda che sostiene da sempre di operare per il bene comune e che appunto ha come motto “Don’t be evil”, oltre che tutti i nostri dati…
Lorenzo Montarese11 Marzo 2016, 18:11 #2

rettifica

chiedo scusa ho inviato il progetto a launchpad in dicembre

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^