Acer e Founder Group, lettera di intenti per conquistare il mercato cinese

Acer e Founder Group, lettera di intenti per conquistare il mercato cinese

Il mercato cinese è quello che attira il maggiore interesse delle aziende, in quanto il potenziale che può esprimere è veramente elevato. Non sfugge alla regola Acer, che firma una lettera di intenti con Founder Group per scalare il mercato PC in Cina

di pubblicata il , alle 15:38 nel canale Sistemi
Acer
 

Acer non ha bisogno di presentazioni: dopo aver scalzato Dell nella classifica di vendite di PC a livello mondiale, portandosi così al secondo posto dietro ad HP, è saldamente al comando se si considerano i soli PC portatili. Un'ascesa costruita con metodo e una politica di prezzi molto aggressiva, guidata dal torinese Gianfranco Lanci, che all'interno di Acer ha assunto nel tempo l'ambita carica di CEO.

E' proprio da Gianfranco Lanci che arriva un annuncio molto importante, che vede Acer impegnata a sottoscrivere con Founder Group una lettera di intenti, al fine di unire le forze nel mercato cinese e raggiungere così un successo maggiore rispetto a quello ottenibile correndo separate. Founder Group, praticamente sconosciuta alle nostre latitudini, è una delle aziende più attive nell'IT su territorio cinese, sia in termini di PC che di servizi ad essi collegati.

Founder Group dispone di una rete distributiva molto estesa, che copre le città cosiddette tier 4, 5 e 6, oltre alle zone rurali. Tolti in grandi centri abitati, dunque, la quasi totalità della Cina ha un distributore di prodotti Founder a portata di mano. Acer entrerebbe in gioco collaborando al design e alla definizione di PC destinati a questo particolare mercato, forte dell'esperienza maturata in termini di vendite in fatto di notebook e netbook, oltre a tentare la via dell'e-book reader.

Sarà Founder, fra le numerose attività svolte, a fornire i contenuti e a seguire da vicino il mercato degli e-book, che in Cina potrebbero caratterizzare una soluzione molto efficace per l'alfabetizzazione delle zone rurali.

Non si tratta dunque di un'acquisizione ma di una collaborazione vera e propria, cavalcando quindi la strategia multi-brand tanto cara ad Acer e che sta dando i propri frutti proprio in quei mercati dove Acer stessa faceva fatica ad imporsi, USA su tutti. Le premesse sono buone e non abbiamo memoria di una mossa avventata da parte dello scaltro Gianfranco Lanci. La collaborazione avrà probabilmente anche il suo peso per insidiare il primato di PC venduti nel mondo ora in mano ad HP. Non resta che attendere e osservare, sebbene tale accordo non ci toccherà da vicino.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
supertigrotto28 Maggio 2010, 17:38 #1

Acer si è lanciata!

Chi la ferma più!
Sto aspettando la recensione dell'aspire 7552g che uscirà a luglio,con ottocento eurozzi si ha una piattaforma amd/ati di tutto rispetto!
Acer ha aumentato l'affidabilità e migliorato la costruzione dei suoi prodotti,però rispetto agli altri concorrenti deve ancora migliorare.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^