Red Hat Enterprise Linux per il Ministero dell'Economia

Red Hat Enterprise Linux per il Ministero dell'Economia

Alcuni sistemi del Ministero Italiano dell'Economia e delle Finanze utilizzeranno Red Hat Enterprise Linux

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 13:40 nel canale Sistemi Operativi
 

Il  Ministero Italiano dell'Economia e delle Finanze (MEF) ha annunciato l'adozione di Red Hat Enterprise Linux per la gestione di alcuni servizi "mission critical". L'infrastruttura basata su Red Hat dovrà garantire il Servizio Personale Tesoro (SEP) deputato alla gestione del trattamento economico della maggior parte dei dipendenti pubblici.

Red Hat Enterprise Linux verrà anche utilizzato per garantire il front end web di alcuni servizi fruibili anche dai cittadini: una parte delle funzionalità del SEP sono infatti dedicate anche alla fornitura di informazioni ai contribuenti. L'accordo tra il MEF e Red Hat è ben più ampio, infatti, come riportato in questa nota, è prevista la migrazione verso i nuovi sistemi dei principali database Oracle e MySQL gestiti dal Ministero.

Il   Ministero Italiano dell'Economia e delle Finanze e solo uno dei molti clienti importanti per la nota distribuzione Linux: anche PayPal qualche tempo fa ha scelto Red Hat Enterprise Linux per la gestione dei propri sistemi; a questo indirizzo è disponibile un'ampia descrizione della soluzione scelta per la realizzazione del sistema di micropagamenti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

27 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
mnovait18 Dicembre 2007, 13:48 #1
ma...speriamo che ottimizzino anche i software per i pagamenti di aziende e liberi professionisti per f24 e tasse varie..quelli che ci sono fanno veramente pena e non è disponibile una versione per linux...
Crux_MM18 Dicembre 2007, 13:49 #2
Ottimo!
Finalmente si comincerà a risparmiare qualcosa!
Lessi che in Francia risparmiano qualcosa come 20milioni di euro l'anno utilizzando Linux..[non vorrei sbagliarmi ma lo lessi mesi fa su pollycoke]
sari18 Dicembre 2007, 13:49 #3
Finalmente! Al di la dell'adozione di RedHat/Linux (il che non guasta ), finalmente si sono decisi a sistemare i servizi informatici pubblici. Ricordo di aver letto tempo fa un elenco dei sistemi usati: si andava dai server Microsoft ai serve Linux/Sun senza alcun criterio logico. Finalmente un po di ordine insomma.
KABAL18 Dicembre 2007, 14:17 #4
Originariamente inviato da: mnovait
ma...speriamo che ottimizzino anche i software per i pagamenti di aziende e liberi professionisti per f24 e tasse varie..quelli che ci sono fanno veramente pena e non è disponibile una versione per linux...


Se ti puo' interessare qui trovi qualcosa.

http://lula75.wordpress.com/
nico15918 Dicembre 2007, 14:27 #5
Meritatissimo successo per RedHat che sta lavorando veramente bene. Complimenti!
mnovait18 Dicembre 2007, 14:28 #6
Originariamente inviato da: KABAL
Se ti puo' interessare qui trovi qualcosa.

http://lula75.wordpress.com/


wow...grazie...nn avevo mai visto qcs del genere...devo ammetere però che nn ho mai cercato nulla..ho sl tirato bestemmie contro il governo xke sul sito nn c'era nulla di compatibile con linux
Wonder18 Dicembre 2007, 14:37 #7
Non so se risparmieranno qualcosa.
Li utilizzeranno solo sui server mission critical e voglio poi vedere quato gli costa un rarissimo tecnico sistemista linux con le palle di mettere le mani al MEF
Diablix18 Dicembre 2007, 14:38 #8
Ottimo!
Finalmente si comincerà a risparmiare qualcosa!


L'importante è crederci. I soldi che risparmieranno per le licenze li butteranno al cesso, con fior fior di interessi, per pagare una società privata (gestita dall'amico del cugino del fratello o comunque colluso con qualche politico) che farà il classico pessimo lavoro per poter perdere un altro po' di tempo e spillare un altro po' di soldi per riparare tutti i problemi "accidentali"
mnovait18 Dicembre 2007, 14:45 #9
Originariamente inviato da: Wonder
Non so se risparmieranno qualcosa.
Li utilizzeranno solo sui server mission critical e voglio poi vedere quato gli costa un rarissimo tecnico sistemista linux con le palle di mettere le mani al MEF


Originariamente inviato da: Diablix
L'importante è crederci. I soldi che risparmieranno per le licenze li butteranno al cesso, con fior fior di interessi, per pagare una società privata (gestita dall'amico del cugino del fratello o comunque colluso con qualche politico) che farà il classico pessimo lavoro per poter perdere un altro po' di tempo e spillare un altro po' di soldi per riparare tutti i problemi "accidentali"

che l'azienda sarà di qlk cugino/amico/fratello non c'è dubbio...hanno un po' tutti quel vizietto lì..
l'assistenza quanto mai potrà costare?20?30000 € l'anno?
i soldi per assistenza c'erano anche prima,oltre a quelli per le licenze...non vedo come nn si possa risparmiare...
Spectrum7glr18 Dicembre 2007, 14:45 #10
Originariamente inviato da: Diablix
L'importante è crederci. I soldi che risparmieranno per le licenze li butteranno al cesso, con fior fior di interessi, per pagare una società privata (gestita dall'amico del cugino del fratello o comunque colluso con qualche politico) che farà il classico pessimo lavoro per poter perdere un altro po' di tempo e spillare un altro po' di soldi per riparare tutti i problemi "accidentali"


io credo che i costi a livello professionale siano perfettamente concorrenziali tra sistemi Open e Closed...non è che Padoa Schioppa si mette lì a installarsi il SO da solo e se lo gestisce in proprio: c'è una società di servizi che mette a disposizione una soluzione all-inclusive che ha un suo costo....non è gratis

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^