Haven, da Edward Snowden un'app che trasforma gli smartphone in spie

Haven, da Edward Snowden un'app che trasforma gli smartphone in spie

L'ex contractor della NSA che ha rivelato al mondo le intrusioni dell'intelligence americana nelle vite dei cittadini è alle spalle di questo nuovo progetto che intende sfruttare in maniera proattiva gli smartphone Android

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 10:41 nel canale Sicurezza
 

"Haven è per le persone che hanno bisogno di un modo per proteggere i loro spazi personali e le loro proprietà senza compromettere la privacy". Fondamentalmente si tratta di un'app da installare sugli smartphone con sistema operativo Android che sfrutta i sensori del dispositivo per monitorare e preservare gli spazi fisici da eventuali intrusioni. Haven trasforma così lo smartphone in un rilevatore di suoni, immagini, movimenti e vibrazioni provenienti da oggetti o persone presenti nell'ambiente circostante alla ricerca di ospiti non graditi o intrusi indesiderati. In altre parole, rende il dispositivo un sistema di sorveglianza portatile.

Haven, che può essere tradotto come "rifugio sicuro", è stato sviluppato nell'ambito di un progetto della Freedom of Press Foundation e finanziato, tra gli altri, da un'azienda legata a The Intercept, una webzine creata, tra gli altri, da Pierre Omidyar, fondatore di eBay, che ha come obiettivo la diffusione delle notizie legate ai sistema di sorveglianza di massa. A supporto di queste due realtà c'è proprio Edward Snowden, il personaggio largamente noto per aver denunciato gli invasivi metodi di sorveglianza messi in atto dai servizi segreti USA e britannici.

Haven

"Abbiamo progettato Haven per i giornalisti investigativi, i difensori dei diritti umani e le persone a rischio di sparizione forzata per offrire un nuovo tipo di immunità" si legge sul sito di Haven. "Combinando la gamma di sensori presenti in qualsiasi smartphone, con le tecnologie di comunicazione più sicure al mondo, come Signal e Tor, Haven impedisce al peggior tipo di persone di mettere a tacere i cittadini senza farsi prendere in flagrante".

Tramite i sensori Haven rileva movimenti, suoni e immagini e aggiorna un log di eventi. Le informazioni vengono poi trasmesse tramite sistemi sicuri come il protocollo Tor Onion Service, lo stesso utilizzato per il celebre browser Tor. Le notifiche via SMS, invece, sono protette da Signal, un'app di messaggistica già in precedenza supportata e utilizzata da Snowden.

Haven sfrutta l'accelerometro dello smartphone per rilevare movimenti e vibrazioni, mentre la fotocamera monitora l'ambiente circostante e il microfono registra i suoni. Il sensore di luce, inoltre, rileva i cambiamenti all'illuminazione ambientale. L'app segnala anche l'eventuale scollegamento del terminale rispetto all'alimentazione elettrica.

Haven è totalmente open-source e può essere scaricata dal Play Store ufficiale e da F-Droid, un app store open source per Android. I programmatori possono anche scaricare il codice sorgente dell'app da GitHub se eventualmente vogliono apportare delle modifiche e contribuire al progetto.

L'iniziativa sostenuta adesso da Snowden, al solito, sembra più dimostrativa che altro. Ovviamente un'app di questo tipo può essere facilmente utilizzata anche in maniera controversa, evidenziando per l'ennesima volta come la società moderna sia ormai circondata da dispositivi invasivi della privacy e sempre pronti a operare. È del singolo individuo, poi la responsabilità di decidere che tipo di uso fare di dispositivi che stanno diventando sempre più potenti e determinanti in una moltitudine di ambiti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
zappy27 Dicembre 2017, 12:01 #1
non ho capito.
ti auto-spii?
VashXP27 Dicembre 2017, 17:50 #2
seriamente... non ho capito a cosa serve.... qualcuno me lo può spiegare?
songohan27 Dicembre 2017, 21:29 #3
Chi ci ha capito qualcosa, leggendo l'articolo, alzi un bit.
argez27 Dicembre 2017, 22:25 #4
Spiegato in poche righe nell'ultima delle 3 immagini.
songohan27 Dicembre 2017, 22:41 #5
Originariamente inviato da: argez
Spiegato in poche righe nell'ultima delle 3 immagini.


Spiegato che?
argez27 Dicembre 2017, 22:50 #6
Originariamente inviato da: songohan
Spiegato che?


Haven turns any Android phone into a motion, sound, vibration and light detector, watching for unexpected guests and unwanted intruders.
matteop328 Dicembre 2017, 11:31 #7

Per chi non ha capito

Cos'è. Si tratta di un'app che sfrutta tutti i sensori dello smartphone. Quando è attiva e rileva cambiamenti presumibilmente indesiderati (quindi movimenti dalla fotocamera, suoni dal microfono, spostamento fisico dello smartphone tramite accelerometro, ecc. ecc.) l'app invia automaticamente log, foto e suoni registrati ad un contatto pre-impostato tramite SMS o tramite Signal (per chi volesse, il tutto pure tramite rete Tor), in modo che possa accorgersi da remoto e in tempo reale della violazione dello spazio fisico in cui si è lasciato lo smartphone con Haven installato.

Esempio di utilizzo. Può fare da economico ed efficace antifurto. Si potrebbe investire qualche decina di euro per comprare uno smartphone Android adibito allo scopo. Ci installo Haven e quando esco di casa lo accendo, lo sistemo in casa (che so che deve rimanere vuota e al buio) in un punto strategico. Se lo smartphone rileva qualche attività indesiderata (esempi: qualcuno ha acceso la luce, dei suoni in casa, lo smartphone è stato mosso, movimenti) invia in tempo reale log e file multimediali di ciò che ha raccolto al mio smartphone principale.

Personalmente trovo quest'app un'ottima idea.
zappy28 Dicembre 2017, 14:28 #8
Originariamente inviato da: matteop3
Cos'è. Si tratta di un'app che sfrutta tutti i sensori dello smartphone. Quando è attiva e rileva cambiamenti presumibilmente indesiderati (quindi movimenti dalla fotocamera, suoni dal microfono, spostamento fisico dello smartphone tramite accelerometro, ecc. ecc.) l'app invia automaticamente log, foto e suoni registrati ad un contatto pre-impostato tramite SMS o tramite Signal (per chi volesse, il tutto pure tramite rete Tor), in modo che possa accorgersi da remoto e in tempo reale della violazione dello spazio fisico in cui si è lasciato lo smartphone con Haven installato.

Esempio di utilizzo. Può fare da economico ed efficace antifurto. Si potrebbe investire qualche decina di euro per comprare uno smartphone Android adibito allo scopo. Ci installo Haven e quando esco di casa lo accendo, lo sistemo in casa (che so che deve rimanere vuota e al buio) in un punto strategico. Se lo smartphone rileva qualche attività indesiderata (esempi: qualcuno ha acceso la luce, dei suoni in casa, lo smartphone è stato mosso, movimenti) invia in tempo reale log e file multimediali di ciò che ha raccolto al mio smartphone principale.

Personalmente trovo quest'app un'ottima idea.

ok, fin lì c'ero arrivato.
mi chiedevo a che serve metterlo sul proprio smartphone (quello che usi andando in giro).
il tuo esempio di "antifurto" è interessante, ma allora installi un antifurto le lo chiami antifurto, non "app per la privacy da installare sullo smartphone".
matteop329 Dicembre 2017, 11:50 #9
Originariamente inviato da: zappy
ok, fin lì c'ero arrivato.
mi chiedevo a che serve metterlo sul proprio smartphone (quello che usi andando in giro).

A nulla ovviamente, infatti l'app non è stata disegnata per essere installata sullo smartphone che ti porti in giro.

il tuo esempio di "antifurto" è interessante, ma allora installi un antifurto le lo chiami antifurto, non "app per la privacy da installare sullo smartphone".

L'antifurto dell'appartamento è uno dei possibili utilizzi. Questo strumento è stato disegnato per giornalisti e altre persone a rischio. Per esempio, se vuoi proteggere un notebook con tutti i dati sensibili potresti piazzare uno smartphone con Haven installato sopra il notebook. Insomma, la si può utilizzare in molti modi.

Per la privacy perché open source (è chiaro che non sarebbe carino se di nascosto inviasse i log anche altrove), perché sfrutta Signal per comunicare e, volendo, pure la rete Tor. Nessun sistema centralizzato o comunicazioni self-made.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^