Greenpeace: Nintendo sempre ultima

Greenpeace: Nintendo sempre ultima

L'organizzazione non governativa per l'ambiente realizza un rapporto ogni tre mesi che attribuisce una valutazione sul comportamento ambientale delle grosse aziende.

di pubblicata il , alle 09:49 nel canale Sicurezza
Nintendo
 
Nintendo non rispetta gli standard ambientali stabiliti da Greenpeace. È quanto emerge dall'ultimo rapporto pubblicato dall'organizzazione non governativa che si occupa di rispetto dell'ambiente. Per la seconda volta in questo rapporto vengono inseriti i grossi produttori impegnati nel settore dei videogiochi e Nintendo riceve per la seconda volta una valutazione prossima allo 0.

Nel primo rapporto ricevette il peggior voto possibile, mentre adesso migliora leggermente, restando però ferma su uno 0,3/10. "Nintendo rimane la compagnia peggiore perché non adotta politiche per il l'eliminazione delle sostanze tossiche e per il riciclaggio, diversamente da quanto fanno le altre 17 compagnie presenti nell'analisi. Diverse volte abbiamo richiesto informazioni agli esecutivi di Nintendo e mandato loro i rapporti prima della pubblicazione ma non abbiamo ricevuto alcuna risposta".

Viene rivista rispetto allo scorso rapporto la valutazione di Microsoft. La compagnia di Redmond, di fatto, passa da una valutazione di 2,7/10 all'attuale 4,7/10. Microsoft viene premiata per aver avviato un piano di ritiro graduale del cloruro di polivinile e per l'eliminazione del brominato fuoco ritardante.

La valutazione di Sony rimane invariata, attestandosi su un 7,3/10. La compagnia nipponica, tuttavia, viene rimproverata per "non aver introdotto alcuna innovazione ambientale in PlayStation". Nel caso di Sony viene considerata l'intera azienda, e non solamente la divisione videogiochi.

Nelle prime posizioni della classifica troviamo Samsung e Toshiba, le quali ottengono una valutazione di 7,7/10. Seguono, con la valutazione di 7,3/10, Nokia, Dell, Lenovo e la già citata Sony. Apple continua a guadagnare posizioni grazie a prodotti come MacBook Air. La serie di portatili di Apple è pensata, infatti, proprio nell'ottica della compatibilità con le esigenze ambientali. È possibile leggere l'intero rapporto premendo qui.

Il rapporto sullo stato dell'elettronica verde viene pubblicato ogni tre mesi da Greenpeace e attribuisce una valutazione alle aziende più grandi in fatto di smaltimento dei rifiuti elettronici e di utilizzo di sostanze pericolose nei componenti elettronici.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

54 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor20 Marzo 2008, 09:53 #1
mi lasciano un po' perplessi questi rapporti (come l'altra volta che avete pubblicato la notizia): Nintendo se ne frega (per policy sua o per altro) dell'analisi di Greenpeace e non fornisce loro dati o feedback... non è che per questo debbano beccarsi uno zero.

Certe volte quelli di Greenpeace fanno il passo più lugo della gamba, ed è un peccato perchè secondo me è una associazione seria e molto impegnata!
ErPazzo7420 Marzo 2008, 10:03 #2
orgoglioso di aver preso 1 portatile samsung
theJanitor20 Marzo 2008, 10:06 #3
"Nintendo rimane la compagnia peggiore perché non adotta politiche per il l'eliminazione delle sostanze tossiche e per il riciclaggio, diversamente da quanto fanno le altre 17 compagnie presenti nell'analisi. Diverse volte abbiamo richiesto informazioni agli esecutivi di Nintendo e mandato loro i rapporti prima della pubblicazione ma non abbiamo ricevuto alcuna risposta"


il fatto che non abbiano ricevuto risposta non implica che Nintendo non adotti politiche per l'eliminazione delle sostanze tossiche e per il riciclaggio

mi pare un pò una forzatura questa affermazione
p4ever20 Marzo 2008, 10:13 #4
ma quando mai i giapponesi sono stati attenti all'ambiente e alla natura?!...predicano bene con i loro giardini di bonsai, ma lo sport nazionale è lo sterminio delle balene...scusate l'OT, so che qui si parla di sostanze tossiche...ma ho accomunato le due cose...immagino non siano dei santi nemmeno li, con buona pace del protocollo di kyoto!
removedrdsaduasdsasdtyasd7asdd1asd20 Marzo 2008, 10:19 #5
normale, una console vecchia di 5 anni avrà per lo meno materiale costruttivo di 5 anni fa, antiecologico e a basso prezzo. non c'è niente di cui meravigliarsi
Puddus20 Marzo 2008, 10:24 #6
Ma non era apple l'ultima, poco tempo fa?
Forse ricordo male....
MiKeLezZ20 Marzo 2008, 10:28 #7
Pur di risparmiare 2$ Nintendo venderebbe console radioattive
Basti vedere gli ultimi DS, già hanno un hardware inferiore ai telefonini che costa la metà della metà di quanto son venduti, e in più ora ci han messo degli schermi di qualità inferiore
Monoaural20 Marzo 2008, 10:34 #8
Greenpeace continua a dire che il Wii non va bene? Ottimo, forse me ne prendo un'altra
Parappaman20 Marzo 2008, 10:42 #9
Come fa a migliorare il punteggio della Microsoft quando con Vista un qualsiasi PC consuma mediamente il 10% di energia in più rispetto a quando aveva installato XP?
Malekh20 Marzo 2008, 10:44 #10
Originariamente inviato da: Parappaman
Come fa a migliorare il punteggio della Microsoft quando con Vista un qualsiasi PC consuma mediamente il 10% di energia in più rispetto a quando aveva installato XP?



Veramente i core2duo e le ddr2 consumano meno dei proci vecchi e delle ddr

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^