DNS Changer: l'Apocalisse di Internet non si è verificata

DNS Changer: l'Apocalisse di Internet non si è verificata

Il Giorno del Giudizio del Web non si è avverato: i problemi creati da DNS Changer e dallo spegnimento dei server da parte dell'FBI appaiono marginali

di pubblicata il , alle 10:02 nel canale Sicurezza
 

Negli ultimi otto mesi l'FBI ha deciso di mantenere online i PC infettati dal malware DNS Changer, ma alle 6:01 di questa mattina in Italia (le 12:01 AM del fuso della costa est degli Stati Uniti) il Federal Bureau of Investigation ha pianificato lo spegnimento dei server che mantenevano online i PC affetti dal problema.

L'evento era stato annunciato come il possibile lunedì nero di Internet, alcuni lo hanno definito il Giorno del Giudizio del web. Sono passate alcune ore dall'orario stabilito dall'FBI per lo spegnimento dei server, ma ci pare di poter dire che Internet l'abbia scampata indenne.

L'informazione attorno a questo tema è stata forte in questi mesi e soprattutto negli ultimi giorni: l'invito a controllare il proprio PC e a rimuovere il malware ha martellato gli utenti, ottenendo gli effeti sperati. A fronte di un picco di 4 milioni di PC infettati da DNS Changer, le ultime stime davano questo numero sceso a 277.000. In Italia, dato come il secondo Paese più infetto dopo gli USA, il numero si dovrebbe aggirare attorno ai 26.000 computer.

DNS Changer non è un malware difficile da rimuovere: viene scoperto dalla maggioranza degli antivirus aggiornati e gli strumenti per la sua rilevazione e rimozione offerti a chi non si affida a nessun programma di protezione sono largamente disponibili. In sintesi chi ha visto il proprio PC finire offline a causa di DNSChanger ce l'ha messa tutta per evitare di correre ai ripari.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

37 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
vampirodolce109 Luglio 2012, 10:11 #1
Gli infetti in % erano quattro gatti, chi ha parlato di apocalisse, ultimo giorno di internet... e ha scritto pagine di articoli allarmistici si dovrebbe solo vergognare, inclusi i vari corriere, repubblica, ecc.

Le stime parlavano di 26.000 utenti in Italia, diciamo su 26.000.000 di persone che si collegano a internet??? Beh fa lo 0,1% del totale, ovvero uno su 1000 e gli altri 999 lavorano, dove sta l'apocalisse qualcuno me lo spieghi.
Dumah Brazorf09 Luglio 2012, 10:23 #2
Mi pare che ne abbiano fatto un servizio pure al Tiggiuno. Vabbè che oramai fa concorrenza a Studio Aperto...
Althotas09 Luglio 2012, 10:50 #3
A me, venerdì scorso, è arrivata addirittura una email da Telecom Italia avente come oggetto: "Comunicazione straordinaria: avviso per la sicurezza del Suo PC"

Che ne abbiano parlato anche al TG non mi sorprende, come qualità di informazione siamo finiti, già da qualche anno, dietro al Burundi (senza offesa per il Burundi, sia chiaro).
agostinog09 Luglio 2012, 10:51 #4

Preso

Qua in ufficio da me effettivamente io e altri colleghi lo avevamo preso, ad un certo punto ha smesso di funzionare tutto, tranne Skype stranamente.
maumau13809 Luglio 2012, 10:53 #5
Diciamo che ormai siamo all'apocalisse del giornalismo, ormai ogni scoreggia è buona per dare il la ad una sfilza di articoli che richiamano
a) la fine del mondo
b) un gombloddo
c) la fine del mondo dovuta ad un gombloddo (che manco la Spectre)
d) la farfallina di Belen

Io nel mio piccolo ho anche rinunciato ad incazzarmi ed in certi casi a spiegare come stanno veramente le cose.
rb120509 Luglio 2012, 10:59 #6
Originariamente inviato da: LucaNoize
Come tutte le tv di regime....


Tu dovresti andare in uno di quei paesi dove c'è veramente un regime, scrivere un messaggio come quello su un forum pubblico a caso e vedere che succede.
ciccionamente9009 Luglio 2012, 11:07 #7
Asterion09 Luglio 2012, 11:13 #8
L'apocalisse poteva verificarsi solo nella mente di qualche giornalista ignorante.
Asterion09 Luglio 2012, 11:19 #9
Originariamente inviato da: rb1205
Tu dovresti andare in uno di quei paesi dove c'è veramente un regime, scrivere un messaggio come quello su un forum pubblico a caso e vedere che succede.


La Freedom House classifica il nostro paese come "partly free" rispetto alla libertà di stampa.

http://www.freedomhouse.org/sites/d...%20Rankings.pdf

Definire la stamoa di regime è un'espressione forte e forse esagerata, ma credo sia ben schierata politicamente, al punto di non riuscire a volte a distinguere il fatto dalla sua interpretazione.
StyleB09 Luglio 2012, 11:28 #10
assurdo come la disinformazione giri in questo paese! da com e ne parlavano sarebbe dovuta crollare l'intero world wide web!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^