Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

La NASA sta testando un taxi volante: il futuro della mobilità prende forma

La NASA sta testando un taxi volante: il futuro della mobilità prende forma

La NASA ha avviato i test di volo su un eVTOL elettrico costruito da Joby Aviation e destinato al trasporto rapido di persone. L'aerotaxi permette alla NASA di raccogliere dati su prestazioni e acustica per aiutare il settore a evolversi, ma non solo: quanto appreso servirà per colmare eventuali lacune nelle normative scritte dalla FAA.

di pubblicata il , alle 15:01 nel canale Scienza e tecnologia
NASA
 

La NASA "studia" le cosiddette "auto volanti". L'Agenzia Spaziale statunitense ha iniziato dei test di volo con l'eVTOL (sigla Electric Vertical Takeoff and Landing) di Joby Aviation, un velivolo alimentato completamente con energia elettrica e capace di alzarsi e atterrare in verticale. L'iniziativa, parte della campagna nazionale Advanced Air Mobility (AAM), durerà fino a venerdì 10 settembre presso la Electric Flight Base di Joby situata vicino a Big Sur, in California.

È la prima volta che la NASA testa un eVTOL, un velivolo che molti ritengono potrebbe fungere da aerotaxi per chi si trova nelle città e nelle aree circostanti, aggiungendo un'altra modalità di spostamento di persone e merci rispetto a quelle tradizionali.

L'obiettivo della NASA è raccogliere dati sulle prestazioni dei veicoli e sull'acustica (tramite più di 50 microfoni per monitorare le diverse fasi di volo) da usare nella modellazione e simulazione di futuri concept. Il test aiuterà a identificare le lacune nelle normative e politiche della FAA (Federal Aviation Administration) in modo che gli eVTOL possano diventare parte integrante della mobilità futura.

Uno dei loro punti di forza, oltre alla riduzione dell'inquinamento, dovrebbe infatti essere il profilo acustico: essendo idealmente meno rumorosi degli elicotteri, potrebbero essere più adatti a voli in aree densamente popolate.

Le sperimentazioni della NASA faranno da preambolo a una fase di test, nota come NC-1, prevista per il 2022, con scenari di volo più complessi e realizzata anche con altri velivoli.

Insomma, il lavoro della NASA è quello di fare da consulente alla FAA per arrivare a normative chiare e sicure. Secondo alcuni esperti serviranno cinque anni o forse più per vedere un eVTOL volare nei cieli statunitensi, mentre Joby è più ottimista e punta a lanciare un servizio di aerotaxi nel 2024.

Joby Aviation si è quotata qualche settimana fa al New York Stock Exchange (NYSE), dopo dieci anni di attività e un business che deve ancora entrare nel vivo ma che, non appena prenderà il via, potrebbe rapidamente diventare multimiliardario.

Leggi anche: SkyDrive: l'auto volante giapponese è programmata per il 2023

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Ombra7704 Settembre 2021, 13:51 #1
poi dovranno elaborare un geniale sistema di riduzione del rumore generato da centinaia di taxi volanti a bassa quota ovunque

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^