Fujitsu: nuovo supercomputer in Giappone per la ricerca sull'intelligenza artificiale

Fujitsu: nuovo supercomputer in Giappone per la ricerca sull'intelligenza artificiale

Sarā in funzione nel corso del prossimo anno e sarā a disposizione, presso l'AIST di Tokyo, per il settore privato, pubblico ed accademico: fino a 850 petaflop di potenza di calcolo

di pubblicata il , alle 19:01 nel canale Scienza e tecnologia
Fujitsu
 

Fujitsu sta allestendo un nuovo supercomputer che troverā casa presso il centro Kashiwa del National Institute of Advanced Industrial Science and Technology di Tokyo, in Giappone e che verrā impiegato per fornire supporto nelle attivitā di ricerca relative all'intelligenza artificiale da parte del settore privato, statale e del mondo accademico.

Il nuovo supercomputer sarā composto da 120 server Fujitsu Primergy GX2570 da 4U, a loro volta provvisti di 11,2 petabyte di storage, due processori scalabili Intel Xeon di terza generazione e otto GPU NVIDIA A100 di fascia alta, per una potenza computazionale di 19,3 petaflop.

Il supercomputer sarā abbinato al sistema ABCI - AI bridging cloud infrastructure system - realizzato dalla stessa Fujitsu e impiegato per la prima volta nell'agosto del 2018 presso il centro per l'elaborazione dell'IA dalle startup ai produttori di elettrodomestici.

"In risposta alla rapida crescita della domanda di ricerca e sviluppo sull'intelligenza artificiale nell'industria, nel governo e nel mondo accademico, l'AIST introdurrā un nuovo sistema di infrastruttura cloud verde per l'IA per rafforzare il suo ABCI esistente, combinando un sistema di elaborazione ad alte prestazioni con un sistema di archiviazione di grande capacitā mentre seguendo la struttura di base dell'ABCI " ha commentato l'azienda.

Il nuovo supercomputer di Fujitsu: fino a 850 petaflop di potenza di calcolo

Il nuovo supercomputer, soprannominato il "supercomputer dell'infrastruttura green cloud per l'intelligenza artificiale", sarā in grado di fornire in abbinamento ad ABCI una capacitā di calcolo di picco di 850 petaflop in virgola mobile a metā precisione e 56,7 petaflop di picco in virgola mobile a doppia precisione.

Il nuovo supercomputer sarā reso operativo nel corso dell'anno fiscale 2021. La scorsa settimana, intanto, Fujitsu ha annunciato che la Tokyo Medical and Dental University (TMDU) ha utilizzato il suo supercomputer Fugaku (attualmente in cima alla TOP500 list: č il pių potente supercomputer al mondo) per l'analisi del genoma di un cancro, riuscendo ad ottenere i risultati in meno di un giorno, laddove normalmente servirebbero mesi. Fugaku č stato sviluppato in collaborazione con il RIKEN, l'istituto di ricerca scientifica giapponese, ed č giā stato utilizzato in Giappone per vari compiti, compreso il supporto alla ricerca per la lotta alla pandemia COVID-19.

Fujitsu continuerā a svolgere un ruolo centrale nel contribuire al progresso della ricerca e sviluppo dell'IA in Giappone attraverso il suo coinvolgimento con il progetto 'AI bridging green cloud infrastructure' con l'AIST, sfruttando le conoscenze acquisite attraverso la costruzione e il funzionamento di questo sistema per nuove iniziative con una varietā di parti interessate nell'settore privato, nel governo e nel mondo accademico ", ha sottolineato il conglomerato giapponese.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^