OLPC: trasmissioni radio per l'invio di nuovi contenuti educativi

OLPC: trasmissioni radio per l'invio di nuovi contenuti educativi

Nell'ambito dell'iniziativa Microsoft Imagine Cup è stata presentata una soluzione per trasmettere ad un sistema OLPC nuovi contenuti educativi anche in aree prive di connessione ad Internet

di pubblicata il , alle 10:16 nel canale Programmi
Microsoft
 

Circa 5 anni fa nasceva la fondazione One Laptop per Child, un'associazione creata allo scopo di creare nuove opportunità educative per i bambini dei paesi in via di sviluppo attraverso la distribuzione di un computer portatile progettato appositamente per essere resistente, economico ed estremamente efficiente dal punto di vista energetico.

Nel corso degli ultimi 2 anni tale sistema è stato distribuito ad oltre 362.000 studenti e a circa 18.000 insegnanti appartenenti a diversi Paesi consentendo cosi nuove opportunità di apprendimento alle popolazioni delle zone più disagiate.

Sebbene il portatile del progetto OLPC fornisca nuovi strumenti di supporto didattico e consenta agli insegnanti di condividere i contenuti educativi con gli studenti attraverso una rete wireless mesh, esiste tuttavia ancora un problema di difficile risoluzione: reperire nuovi contenuti educativi nelle aree prive di connessioni ad Internet.

A fornire una soluzione al problema ci hanno pensato i ragazzi del team OneBeep, che nell'ambito dell'iniziativa Imagine Cup sponsorizzata da Microsoft hanno presentato un software che permette di tradurre i file in un segnale audio in modo che possano poi essere facilmente trasmessi attraverso le onde radio.

Una volta trasmesso, il segnale può essere ricevuto da un qualsiasi ricevitore radio AM/FM dotato di un'uscita jack da collegare al notebook di OLPC mediante un economico cavo audio per consentire di riconvertire il segnale audio in un file.

Grazie a questo sistema è possibile coprire facilmente lunghe distanze sfruttando le infrastrutture di comunicazione già esistenti. Attualmente OneBeep afferma di poter trasmettere dati a 1Kbps. Tale velocità farà sicuramente sorridere molte persone, tuttavia è bene ricordare che è sempre meglio impiegare 10 minuti per trasmettere ad esempio un documento in word piuttosto che non poterlo fare.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Dumah Brazorf03 Settembre 2010, 10:32 #1
Hanno reinventato il modem, anche se a senso unico.
Ukronia03 Settembre 2010, 10:41 #2
Hanno reinventato il sistema, che la RAI usava negli anni 90, per trasmettere dei file assieme al segnale del televideo.
Chi se lo ricorda?

Quello che cambia sono le frequenze, in questo caso sono AM/FM nell'altro VHF o UHF.
tribal.8703 Settembre 2010, 11:03 #3
tr
tribal.8703 Settembre 2010, 11:06 #4
Trovo che chiunque lavori per questo progetto (e affini) sia veramente da rispettare e applaudire! Tanto di cappello, complimenti!
sociologo03 Settembre 2010, 12:11 #5
Scusate ma OLPC è stato creato per i paesi in via di sviluppo e con infrastrutture inesistenti!
Per cui ben venga questa innovazione!
Reinventato il modem o altro?
Ma allora perché non lo hanno fatto le grandi aziende?
E quanto costa questo laptop?
Meno di un decimo di un Apple o di un Windows based!
Criticare va bene ma trollare no!
E quandi uscirà il tablet cosa direte?
Hanno imitato l'icoso?
eeetc03 Settembre 2010, 12:25 #6
Esatto, non hanno inventato nulla.
Come hanno detto, Radio3 già negli anni 80 trasmetteva software per C64 all'interno della trasmissione "Un certo discorso".
E comunque a che serve la complicazione e la lentezza di trasmettere un file in FM da un netbook all'altro quando già con gli infrarossi (se proprio non si vuole usare il wifi o il bluetooth) si ottengono velocità e semplicità operative molto superiori?
nucarote03 Settembre 2010, 12:59 #7
Originariamente inviato da: eeetc
Esatto, non hanno inventato nulla.
Come hanno detto, Radio3 già negli anni 80 trasmetteva software per C64 all'interno della trasmissione "Un certo discorso".
E comunque a che serve la complicazione e la lentezza di trasmettere un file in FM da un netbook all'altro quando già con gli infrarossi (se proprio non si vuole usare il wifi o il bluetooth) si ottengono velocità e semplicità operative molto superiori?


Forse perchè puntano a trasmettere informazioni, tra due computer che distano meno di una decina di Km cosa che con WiFi e BT non puoi fare (o quanto meno non a costi accessibili).
eeetc03 Settembre 2010, 13:08 #8
Originariamente inviato da: nucarote
Forse perchè puntano a trasmettere informazioni, tra due computer che distano meno di una decina di Km cosa che con WiFi e BT non puoi fare (o quanto meno non a costi accessibili).

Comunque nel 2010 la trasmissione in FM è tremendamente inefficiente, per quanto economica.. considerando che anche in quei paesi l'infrastruttura di telefonia mobile è sviluppata, avrebbe senso creare un canale GSM in modalità broadcast per questo scopo.. già solo in modalità GPRS i risultati sarebbero notevoli.
nucarote03 Settembre 2010, 13:32 #9
Originariamente inviato da: eeetc
Comunque nel 2010 la trasmissione in FM è tremendamente inefficiente, per quanto economica.. considerando che anche in quei paesi l'infrastruttura di telefonia mobile è sviluppata, avrebbe senso creare un canale GSM in modalità broadcast per questo scopo.. già solo in modalità GPRS i risultati sarebbero notevoli.


Sicuramente, ma penso che il senso di questa soluzione, risieda proprio nella sua economicità e in casi laddove la copertura GSM sia assente o molto scarsa (zone in cui ci sono dei conflitti o tremendamente isolate).
lucusta03 Settembre 2010, 17:32 #10
?
packet radio modem: esistono da decine di anni e costano realmente poco.
al massimo, per distanze sui 5Km, si puo' usare una normale coppia di PMR-446 (http://it.wikipedia.org/wiki/PMR_446) a massimo 15 euro, sempre con il solo ausilio della scheda audio integrata e l'uscita jack del pc, ed esiste gia' una rete gateway free retta su questo profilo di apparecchiature.
con una buona antenna direzionale e con cammino libero si puo' arrivare a creare un ponte radio di decine di Km (anche centinaia, ma si puo' fare anche con il normale wifi a 2.4ghz, anche se, in questo caso, non e' legale).
http://www.freeradionetwork.eu/

qual'e' la novita'?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^