Nuovo design per le schede SDHC/SDXC, 300MB/s di velocità

Nuovo design per le schede SDHC/SDXC, 300MB/s di velocità

La SD Association presenta alcuni dettagli delle future specifiche SD 4.0 che saranno caratterizzate da un design innovativo e da un transfer rate di 300MB/s

di Gabriele Burgazzi pubblicata il , alle 10:15 nel canale Storage
 

Nonostante l'interfaccia UHS (Ultra High Speed) per le schede SD, in grado di garantire transfer rate fino a 95MB/s, sia stata da poco presentata, la SD Association annuncia un nuovo design e migliori prestazioni grazie ad alle specifiche SD 4.0.

Secondo quanto riportato dallo stesso organo regolatore che si occupa delle ratifica degli standard, in occasione delle specifiche SD 4.0 sarà introdotto un nuovo design, caratterizzato da due file di pin di connessione, capace di andare a migliorare sensibilmente le prestazioni delle schede di memoria.

Il nuovo design sarà applicato alle schede di tipo SDHC e SDXC (oltre alle soluzioni più piccole microSDHC e micro SDXC) e consentirà di andare a raggiungere una velocità di 300MB/s per il trasferimento dei dati, mantenendo comunque una retrocompatibilità con le vecchie interfacce.

"Il nostro innovativo design a due file consentirà agli utenti di muovere con estrema facilità le importanti moli di dati presenti sulle schede di memoria SDXC", ha affermato Norm Frentz, presidente della SD Association. "SD può ora supportare correttamente i video in alta definizione o le trasmissioni broadcasting: lo standard SD è estremamente diffuso non solo per la memorizzazione dei dati ma anche come soluzione per trasportare i dati comodamente".

L'introduzione della nuova interfaccia serve non solo per garantire un migliore supporto alle sempre più sofisticate fotocamere DSLR o videocamere digitali, ma, anche per offrire schede di memoria capaci di garantire una velocità di trasferimento dati sufficiente per una corretta riproduzione di contenuti in alta definizione, da poter portare sempre con sè.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

23 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
MaxArt03 Settembre 2010, 10:38 #1
300 MB/s è al livello di SSD con controller SandForce montati su SATA 6: queste schedine costeranno un rene
Paganetor03 Settembre 2010, 10:38 #2
con le schede SD hanno un po' rotto, però... prima hanno fatto quelle capaci di un massimo di due giga, poi quele da 32 giga, poi si sono accorti che magari dovevano dare "maggior vita utile" allo standard e sono passati a 2 tera teorici. Adesso vanno a modificare l'interfaccia, creando un altro "standard".

Ma perchè non si decidono a fare dei veri "balzi" in avanti e se li godono in almeno 5-7 anni? Le SDXC quando sono uscite? un anno fa?
djbill03 Settembre 2010, 10:51 #3
se non ho capito si parla di un cambio del design interno alla memoria per aumentare velocità e non della specifica...
maxfl03 Settembre 2010, 10:56 #4
Da un lato ci sarà l'avanzamento tecnologico, ma pensando più terra terra la cosa si riduce a: come farebbero a fare montagne di soldi se non costringessero le persone a cambiare ogni poco tempo lo standard?
roccia123403 Settembre 2010, 10:59 #5
Chissà quanto costeranno . Già le SDXC da 64 gb non costano meno di 150€
Giacopo03 Settembre 2010, 11:05 #6
La storia delle fotocamere la vedo come un pretesto per imporre il nuovo standard: una foto pesa pochi mega e anche se è in raw a risoluzione mostruosa più di ottanta novanta mega non li occupa.
Non vedo così l'utilità di poter aspettare 1/3 di secondo dopo aver scattato la foto anzichè un secondo...
djbill03 Settembre 2010, 11:20 #7
Originariamente inviato da: Giacopo
La storia delle fotocamere la vedo come un pretesto per imporre il nuovo standard: una foto pesa pochi mega e anche se è in raw a risoluzione mostruosa più di ottanta novanta mega non li occupa.
Non vedo così l'utilità di poter aspettare 1/3 di secondo dopo aver scattato la foto anzichè un secondo...


servono per le raffiche di foto al secondo...
coschizza03 Settembre 2010, 11:28 #8
Originariamente inviato da: Giacopo
La storia delle fotocamere la vedo come un pretesto per imporre il nuovo standard: una foto pesa pochi mega e anche se è in raw a risoluzione mostruosa più di ottanta novanta mega non li occupa.
Non vedo così l'utilità di poter aspettare 1/3 di secondo dopo aver scattato la foto anzichè un secondo...


direi che l'utilita è enorme perche puoi fare scatti in sequenza e filmati in slow motion in full hd
Mparlav03 Settembre 2010, 11:34 #9
Non è il problema di una foto da 50Mb raw, ma la raffica di 6-8 fps, con il buffer interno che può contenerne diciamo 30-40, e che prima o poi sullo storage deve scriverci.
Già oggi è opportuno andare di CF che scrivono a 80-90Mb/s.
Nella normale evoluzione, tra un paio di anni, bisogna prevedere velocità maggiori, oltre che per le foto, anche per le videocamere 4k che scrivono dai 100 Mb/s in su.
coschizza03 Settembre 2010, 11:42 #10
Originariamente inviato da: Giacopo
La storia delle fotocamere la vedo come un pretesto per imporre il nuovo standard: una foto pesa pochi mega e anche se è in raw a risoluzione mostruosa più di ottanta novanta mega non li occupa.
Non vedo così l'utilità di poter aspettare 1/3 di secondo dopo aver scattato la foto anzichè un secondo...


direi che l'utilita è enorme perche puoi fare scatti in sequenza e filmati in slow motion in full hd

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^