Microsoft Windows Home Server: ecco gli add on

Microsoft Windows Home Server: ecco gli add on

Premiti i vincitori del contest organizzato da Microsoft per la realizzazione degli add on di Windows Home server. A breve sono attese anche nuove soluzioni hardware dai produttori

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 13:22 nel canale Programmi
MicrosoftWindows
 

Si alza il livello di attenzione nei confronti di una delle più recenti proposte di Microsoft dedicate al digital home: ci riferiamo ovviamente a Windows Home Server presentato da Bill Gates in occasione del WinHEC 2007.

La casa di Redmond ha annunciato poche ore fa i vincitore del contest Code2Fame espressamente dedicato alla realizzazione di add on per la soluzione server domestica di Microsoft. Come riportato dal blog Microsoft dedicato all'iniziativa, il primo classificato è stato Andrew Grant che ha vinto 10.000 dollari con il proprio Whiist. L' add on vincente permette di aprire il proprio Windows Home Server verso una miglior interazione utilizzando un'interfaccia di tipo web. Ulteriori informazioni sono disponibili qui.

Altri lavori premiati consentono l'utilizzo di soluzioni di storage remoto per l'archiviazione dei contenuti o la possibilità di visualizzare i feed utilizzando una console Xbox 360. Questi add on dovrebbero aumentare le possibilità offerte da Windows Home Server che, per scelta di progetto, intende assolvere a poche e specifiche operazioni.

Ricordiamo che Microsoft Windows Home Server intende essere una soluzione che consente di condividere le risorse disponibili nella rete domestica e di gestire con semplicità i backup dei pc client. La casa di Redmond al momento ha deciso di rendere disponibile in software solo sul canale OEM e, quindi, bisognerà attendere che i vari produttori di pc propongano le loro specifiche soluzioni.

Da alcuni mesi vari brand tra cui HP e Fujitsu Siemens Computer si sono dichiarati interessati a questo nuovo progetto. Fujitsu Siemens Computer ha tolto i veli dalla propria soluzione Home Server in occasione del recente evento IFA 2007 tenutosi a Berlino e, probabilmente, le prossime festività natalizie potranno essere una vetrina adatta a questa soluzione.

Il progetto Home Server di Microsoft ha quale principale caratteristica la "semplicità". Su tale principio si basa la scarna interfaccia grafica e proprio a questa caratteristica permette di utilizzare risorse hardware dalle prestazioni non esagerate. Questo minimale livello funzionale può essere vantaggiosamente ampliato con eventuali add on sviluppati da terze parti.

Una filosofia simile venne applicata da Microsoft in merito alla distribuzione degli Extra di Windows Vista Ultimate: con tale iniziativa Microsoft intendeva distribuire contenuti esclusivi propri e di terze parti ai possessori di licenza Ultimate. Ci si augura ovviamente che l'iniziativa legata a Microsoft Windows Server possa avere maggior successo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

52 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Asterion01 Ottobre 2007, 13:48 #1
Mi piace l'idea di un home server che gestisce: rete, wireless, stampanti e dispositivi di backup. Dispositivi anche diversi dai PC sono sempre più spesso dotati di wi-fi.
Aspettiamo di conoscere i costi.
Mister2401 Ottobre 2007, 14:02 #2
Ma voi quanti PC avete in casa?
E' davvero necessario un ulteriore PC con un sistema operativo server per gestirli?
Sig. Stroboscopico01 Ottobre 2007, 14:03 #3
Il problema rimane forse il consumo energetico... l'ideale è il riciclo di un pc "vecchio" oppure soluzioni nuove veramente a basso consumo con possibilità di espansione dei hd... e non ce ne sono molte in commercio...

Qui ad aggiungere decine di euro alla bolletta di casa si fà veramente presto (evitiamo il discorso di mettere su pannelli solari, si rientra dei soldi spesi in 10 anni...).

Ciao
Dias01 Ottobre 2007, 14:07 #4
Beh, normalmente ci sono 2PC in casa + Xbox360 o altro (penso che con gli Add-On si potrà aggiungere anche il supporto per il Wii e PS3). WHS non serve tanto per gestire i PC quanto i dati, è molto comodo e gestisce i backup in modo trasparente. Ovviamente per non parlare del fatto che puoi accedere ai tuoi dati da qualunque parte del mondo conoscendo l'indirizzo del tuo whs/user/pass.
EskevarMkDrake01 Ottobre 2007, 14:26 #5
Io ho 2 pc fissi, 1 notebook e un serverino che mi condivide i file di dati e la stampante. Un bel Win2000 server (regolamente licenziato) che allo startup occupa solo 80MB di ram... alla faccia degli XP Home e PRO
Installato su un P600 256MB di ram e 2x200B HD in RAID1.
heruan01 Ottobre 2007, 14:28 #6
Di PC ne ho 4-5 in casa, da un 486 a quelli più recenti. In più ho un server e un gateway linux, su macchine datate ma che riescono a gestire streaming di film e musica a tutti i pc della casa. Anche il media-center collegato alla tv e allo stereo è Linux, con MythTV che ha una grafica accattivante al pari di Windows Media Center (ma molti più temi).
Non saprei che farmene di un Windows Home Server che di certo non gira su un Pentium II con 256 MB di RAM.
aohwsw01 Ottobre 2007, 14:30 #7
Originariamente inviato da: Mister24
E' davvero necessario un ulteriore PC con un sistema operativo server per gestirli?

Non é indispensabile, ma può essere molto utile.
In una famiglia di 4 persone (di cui almeno un informatico) non é così inusuale avere un desktop principale, il portatile fornito dall'azienda per cui lavori, un vecchio portatile per il coniuge, un vecchio PC per i figli, cui eventualmente aggiungere uno o più media extender o console.
Backup. condivisione file multimediali, deposito per sw-patch-file configurazione, ecc.: tutto diventa più semplice.

Tante cose le può fare anche un semplice NAS, però se hai certe esigenze prima o poi incappi in qualche limitazione penalizzante. Oppure vai su costi piuttosto alti.
Un sistema operativo su un vecchio PC può gestire molte più cose ed essere estremamente flessibile, a basso costo. Io ho preso 4 HD nuovi + controller e li ho messi su un PIII/800. Piazzato in garage, é acceso e comandato a distanza, così si usa solo quando serve.

Comprare tutto nuovo (PC + storage) é meno competitivo .... lo vedo meglio per piccole aziende da 4-5 impiegati.
Mister2401 Ottobre 2007, 14:31 #8
Originariamente inviato da: Dias
Beh, normalmente ci sono 2PC in casa + Xbox360 o altro (penso che con gli Add-On si potrà aggiungere anche il supporto per il Wii e PS3). WHS non serve tanto per gestire i PC quanto i dati, è molto comodo e gestisce i backup in modo trasparente. Ovviamente per non parlare del fatto che puoi accedere ai tuoi dati da qualunque parte del mondo conoscendo l'indirizzo del tuo whs/user/pass.


Queste sono funzionalità che esistono già.
Vista home premium/ultimate gestisce gli extender, cioè le periferiche multimediali. Xbox360 può funzionare come extender.
Vista business/ultimate ha già dei tool che consentono di gestire backup di dati periodicamente.
Per accedere al tuo PC da remoto esiste la funzionalità Desktop Remoto già presente anche in XP Professional.

Quindi concludendo a cosa serve in ambito casalingo sistema operativo server?
Le funzionalità necessarie in un ambito domestico sono già presenti nei sistemi operativi attuali.
Dias01 Ottobre 2007, 14:39 #9
Per chi ancora si chiede a cosa serve WHS, rimando a Wiki:

http://it.wikipedia.org/wiki/Windows_Home_Server
MenageZero01 Ottobre 2007, 14:40 #10
una domanda (non retorica): in win home server, c'è qualche funzionalità che uno non possa ottenere configurandosi da solo, per svolgere analoghi compiti, un os win(o anche non-win) + dei sw freeware se necessario ?

... ed una curiosità: il passato remoto a proposito deigli extras per vista ultimate non ché la frase finale "Ci si augura ovviamente che l'iniziativa legata a Microsoft Windows Server possa avere maggior successo" implicano che tali extras sono stati soppressi da ms ?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^