SkyTraq si prepara a lanciare un nuovo ricevitore GPS single-chip

SkyTraq si prepara a lanciare un nuovo ricevitore GPS single-chip

La compagnia taiwanese SkyTraq preannuncia il debutto di Venus634LP, un ricevitore GPS integrato in un unico chip.

di Fabio Gozzo pubblicata il , alle 15:11 nel canale Portatili
 

SkyTraq ha recentemente annunciato di essere prossima all'avvio della produzione in volumi del nuovo Venus634LP, un ricevitore GPS basato sull'architettura a basso consumo Venus6T. La compagnia taiwanese è sorprendentemente riuscita ad integrare all'interno di un singolo chip delle dimensioni di 10 x 10 x 1,2 millimetri, tutti i componenti di un tradizionale ricevitore GPS, ad esclusione dell'antenna.

Il Venus634LP è compatibile sia con antenne attive che passive ed ha un tempo di avvio a freddo dichiarato di 29 secondi, mentre l'avvio a caldo è di solamente 1 secondo. Il ricevitore del segnale garantisce una sensibilità di -158dBm, più che sufficiente per una navigazione continua e senza interruzioni.

Grazie al livello di integrazione raggiunto, il produttore afferma che questo nuovo modello ha un assorbimento energetico piuttosto contenuto: 50mA nella fase di acquisizione del segnale e 30mA durante il normale utilizzo.

Le dimensioni ed i consumi ridotti del Venus634LP rappresentano dunque la soluzione ideale per tutti quei dispositivi portatili che non possono scendere a compromessi con le dimensioni e l'autonomia; questo modello potrebbe ad esempio trovare impiego nelle fotocamere, al fine di offrire funzionalità di geotagging. I primi engineering sample ed i reference design saranno disponibili a partire da giugno, mentre la disponibilità in volumi per la vendita sul mercato è attesa per il terzo quarto del 2008.

Fonte: Press Release SkyTraq

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Roman9121 Maggio 2008, 15:42 #1
cosa si intende per "avvio a freddo"??
sofficinifindus21 Maggio 2008, 15:43 #2
@ roman, quando accendi il gps
APekos21 Maggio 2008, 15:46 #3
Quando lo accendi dopo un po' che lo lasci spento.
Dovrebbe essere:
"avvio a caldo": lo accendi e lui prova ad agganciarsi all'ultima posizione conosciuta dei satelliti, li trova e ci mette un attimo;
"avvio a freddo": lo accendi e non trova i satelliti come erano l'ultima volta e si mette a cercarli nella porzione di cielo visibile.
krissparker21 Maggio 2008, 16:57 #4
che ci stia dentro a l nuovo iPhone?
claudegps21 Maggio 2008, 20:04 #5
Originariamente inviato da: APekos
Quando lo accendi dopo un po' che lo lasci spento.
Dovrebbe essere:
"avvio a caldo": lo accendi e lui prova ad agganciarsi all'ultima posizione conosciuta dei satelliti, li trova e ci mette un attimo;
"avvio a freddo": lo accendi e non trova i satelliti come erano l'ultima volta e si mette a cercarli nella porzione di cielo visibile.


A caldo significa che ha tutte le info relative hai satelliti(effemeridi), oltre al tempo e la propria posizione stimata. Di solito quando spegni il ricevitore per un tempo inferiore alle due ore (altrimenti i dati dei satelliti non sono piu' validi e li devi scaricare di nuovo).

A freddo significa che e' passato tempo superiore alle due ore e il ricevitore non ha informazioni approssimative sul tempo e sulla propria posizione.

Non e' cmq un avvio che di solito avviene in quanto di solito il comune avvio e' "tiepido": il ricevitore ha tempo/posizione approssimativi (tenuti in memoria dall'ultimo fix), ma non i dati precisi dei satelliti (scaduti dopo due ore)
Icod22 Maggio 2008, 09:35 #6
Una miniaturizzazione che potrebbe trovare diversi campi di utilizzo.

/semi OT:
dalla foto la sigla del chip sembrerebbe finire con la "R" invece di "P". Infatti, ingrandendola, sembra identica alla ERRE scritta nel rigo superiore.
/fine OT

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^