Samsung, presto portatili Q30 con dischi ibridi

Samsung, presto portatili Q30 con dischi ibridi

In arrivo PC portatili equipaggiati con dischi ibridi, ovvero dotati sia di piatti rotanti che di un quantitativo di memoria di tipo NAND Flash

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 09:08 nel canale Portatili
Samsung
 

Sebbene a tenere banco nelle discussioni  legate alle periferiche di memorizzazione siano soprattutto i Solid State Disk, SSD, formati interamente da moduli memoria NAND Flash, si affacciano sul mercato anche i cosiddetti dischi ibridi, dotati sia di piatti rotanti che di un quantitativo ridotto di memoria statica. Questi dischi risultano di fatto poco più costosi dei tradizionali dischi a soli piatti rotanti, ma in grado di garantire, sulla carta, alcuni benefici prestazionali grazie all'adozione di una memoria Flash utilizzata per i file utilizzati più di frequente dal sistema operativo, velocizzando quindi le ordinarie operazioni in ragione di un seek time molto più elevato.

Ebbene, sarà Samsung a presentare un portatile della serie Q30 con disco ibrido MH80, con taglio da 80 GB e 256 MB, capacità riferite rispettivamente alla capienza dei piatti e a quella della memoria. I benefici di cui godrà il portatile grazie a questa adozione, stando alle dichiarazioni di Samsung, saranno nell'ordine di incrementi prestazionali del 26% in scrittura, 71% in lettura, abbassamento del 30% dei tempi di caricamento del sistema operativo e un +10% in termini di autonomia.

Ricordiamo che per poter sfruttare i benefici della memoria aggiuntiva è necessario disporre di Microsoft Windows Vista in una qualsiasi delle versioni. Le altre caratteristiche della macchina, riportate da Dailytech, parlano di  un processore  Intel  Core 2 Duo T5600,  monitor 15.4" WXGA, NVIDIA GeForce 7400 mobile GPU con 256MB  e masterizzatore Super-multi dual-layer DVD.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
spetro24 Aprile 2007, 09:43 #1
L'idea è valida ma probabilmente più su un pc fisso che su un portatile. Per lo meno Santarosa con la sua memoria dovrebbe in parte svolgere la stessa funzione di quella sull'hard disk.
jgvnn24 Aprile 2007, 10:27 #2
solo vista supporterà questi dischi? Nessuna distribuzione di Linux lo farà?

grazie
Crux_MM24 Aprile 2007, 11:21 #3

Non credo

spetro credo che per ora gli ibridi servano più ai portatili, in temini di durata della batteria!
Poi onestamente non so a cosa possa servire un quantitativo così basso di spazio..

E' comunque un'idea validissima!
spetro24 Aprile 2007, 11:27 #4
Mi riferivo in particolare all'acelerazione di trasferimento dati e avvio di Vista e programmi. Tutte cose per cui è pensata proprio la memoria che sarà, ormai a breve, integrata nei portatili con Santarosa.
nellosamr24 Aprile 2007, 12:47 #5
256Mb...secondo me converrebbe avere dimensioni più grandi, anche se forse inciderebbero molto sul prezzo...forse, in un futuro...
pingalep24 Aprile 2007, 12:53 #6

basterebbe caricare tutto in ram

basterebbe mettere direttamente 2 o+ gb di ram. e poter dire al SO cosa caricarci sopra come documenti e prog. e dopo spegnere l'hdd.
con 3gb di ram ci sta un film in divX, tutti i doc o le foto che si vogliono. e tutto il SO e i programmi senza dover accedere ancora all'hdd. per incrementare la sicurezza si potrebbe mettere una SD da 4 gb a fare dei backup temporanei.
e soprattutto aggiungere un bel supercondensatore nei portatili, che si sotituisce alla batteria\alimentatore quando il portatile o il pc sono in standby.
NoLimit24 Aprile 2007, 13:01 #7
Beh, il quantitativo di memoria può sembrare esiguo, però la finalità è quella di dare un buffer a bassa latenza su tutti quei file che accedono spesso al disco.
Questi 256 mb non sono dunque un sostitutivo del disco ma un tampone in cui i file maggiormente usati vengono replicati.
Inoltre se l'accesso avviene in maniera asincrona al disco si può colmare la banda passante SATA (o almeno sfruttarla maggiormente) gestendo un accesso asincrono alle risorse, trasparente all'utente ma vantaggioso alle prestazioni del disco.
tarek24 Aprile 2007, 14:16 #8
se si diffondono arriverà anche linux..non temete..
OverCLord24 Aprile 2007, 17:37 #9
Mah, secondo me calano prima di prezzo gli SSD
simoegio26 Aprile 2007, 09:01 #10
256 sembrano pochi xò evidentemente è un buon compromesso tra prestazioni e costi..

"incrementi prestazionali del 26% in scrittura, 71% in lettura, abbassamento del 30% dei tempi di caricamento del sistema operativo e un +10% in termini di autonomia."

buttali via! col tempo li aumenteranno però accontentiamoci di questi incrementi.. direi!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^