Presentato il nuovo Tom Tom 715 con modem gprs integrato

Presentato il nuovo Tom Tom 715 con modem gprs integrato

Il nuovo Tom Tom 715 integra un modem gprs grazie al quale è possibile accedere ad una serie di servizi pensato per gli utenti professionali

di pubblicata il , alle 08:46 nel canale Portatili
 

Tom Tom presenta al CeBIT il nuovo navigatore Tom Tom 715 dedicato all'utenza professionale. Il nuovo prodotto si caratterizza essenzialmente per la dotazione interna di un modem GPRS.

La possibilità di connettere il navigatore satellitare in tempo reale alla rete apre ampi nuovi scenari d'impiego: attraverso internet è possibile accedere ai servizi a valore aggiunto offerti da Tom Tom che prevedono, tra l'altro, informazioni in tempo reale relative al traffico.

Il nuovo Tom Tom 715 si rivolge prettamente al pubblico professionale poichè, utilizzato in abbinamento al software TomTom WEBFLEET, permette una miglior gestione delle flotte aziendali o degli spostamenti dei veicoli. Tutto ciò consente un' ottimizzazione dei tempi, dei percorso e un miglior controllo.

Tom Tom propone anche il servizio TomTom LINK che prevede l'installazione a bordo dei veicoli di una specifica unità GPS con modulo GPRS capace di tracciare la posizione del veicolo in tempo reale. Tom Tom pare decisamente intenzionata ad ampliare la propria offerta affiancando alla vendita dei dispositivi hardware la fornitura di servizi.

Al momento pare che la soluzione Tom Tom 715 verrà commercializzata in Germania, Austria ed Olanda mentre per l'Italia non vi sono previsioni.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Apple8016 Marzo 2007, 09:01 #1
cavoli interessante. se puo' anche calcolare la strada in base al traffico in tempo reale , diventerebbe completo.
enrico16 Marzo 2007, 09:08 #2
Che cavolata!!!!! Chi è che pagare una costosissimissima connessione dati GPRS quando i navigatori con ricevitore RDS FM fanno praticamente la stessa cosa gratis??????
La TomTom ha scelta la strada sbagliata!

Per fortuna che dalla linea a miniTV che esteticamente era indietro di 10 anni, son passati ad una linea più compatta e attuale.
SuperSandro16 Marzo 2007, 09:16 #3

E il costo?

Si, va bè, ma quanto costa il servizio? Per avere le informazioni in tempo reale - lo dice la parola stessa - il dispositivo dovrebbe essere costantemente connesso alla rete, o quanto meno a intervalli "ragionevoli" (ogni cinque / dieci minuti).

Potrebbe essere l'occasione per creare un nuovo servizio-dati che impegni modestamente la rete.

Esempio: durante il viaggio - e solo in caso di necessità - viene inviato al dispositivo un SMS speciale, nel senso che predispone il dispositivo a ricevere (se il conducente lo desidera) dati utili per aggiornare il percorso.

Ovvio che, ogni tot tempo (oppure ogni tot chilometri) il dispositivo deve inviare al sistema - sempre via SMS - la propria posizione. In questo caso, tra l'altro, si monitorizza anche il percorso.

Su un percorso di mille chliometri potrebbe essere sufficiente l'invio di una quindicina di SMS e la ricezione di un numero ancora minore di dati (a meno che non si è sfigati...).

O no?
Fx16 Marzo 2007, 10:08 #4
tralasci un particolare di non poco conto: i dati trasmessi con 15 sms costano enormemente di più degli stessi dati trasmessi via GSM, GPRS o UMTS =)

alla fine le trasmissioni dati sono costose, ma non così costose, e soprattutto se c'è qualcosa in grado di farle impallidire da questo punto di vista sono proprio gli sms (tant'è che le compagnie telefoniche hanno un ricarico da fumetto, sull'ordine del 10000%, ovvero spendo 1 e guadagno 100)...
SuperSandro16 Marzo 2007, 10:10 #5

Allora conviene...

Va bè, allora conviene e l'idea è interessante...
Automator16 Marzo 2007, 10:13 #6
ma non doveva uscire anche un modello doppio DIN da inserire nel cruscotto?
maxfrata16 Marzo 2007, 11:41 #7
Ma sbaglio o lo faceva già il 510 (alias 710) con il collegamento bluethoot col telefonino??? La novità sarebbe che puoi inserire la sim direttamente nel tomtom???
teolinux16 Marzo 2007, 14:18 #8
Originariamente inviato da: enrico
Che cavolata!!!!! Chi è che pagare una costosissimissima connessione dati GPRS quando i navigatori con ricevitore RDS FM fanno praticamente la stessa cosa gratis??????
La TomTom ha scelta la strada sbagliata!

Straquoto

Originariamente inviato da: maxfrata
Ma sbaglio o lo faceva già il 510 (alias 710) con il collegamento bluethoot col telefonino??? La novità sarebbe che puoi inserire la sim direttamente nel tomtom???

Esatto. Pure il 910, modello di punta, accede a questo servizio via BT. Solo che si paga l'abbonamento al servizio, si paga per la connessione via cell , e chi lo ha provato dice che il servizio è ancora molto acerbo e con pochissime info / aggiornamenti.
FlatEric16 Marzo 2007, 18:06 #9
E' un modello aziendale, dedicato a quelle aziende che vogliono tenere sotto controllo la propria flotta di autoveicoli e poterne tracciare il percorso e magari anche variarlo comunicando tramite il tomtom la via dove ad esempio un corriere o un trasporto dovrebbe andare con urgenza. Non è un modello pensato per il mondo consumer quindi ovviamente la connessione costante è necessaria per poter tracciare sempre dove è il tal furgone, o per mandare indirizzi al tal furgone...e poi suvvia, esistono le FLAT gprs...
gottardi_davide19 Marzo 2007, 11:44 #10
Originariamente inviato da: enrico
Che cavolata!!!!! Chi è che pagare una costosissimissima connessione dati GPRS quando i navigatori con ricevitore RDS FM fanno praticamente la stessa cosa gratis??????
La TomTom ha scelta la strada sbagliata!

Per fortuna che dalla linea a miniTV che esteticamente era indietro di 10 anni, son passati ad una linea più compatta e attuale.


Attenzione perchè:
1- l'antenna riceve molti meno dati del gprs gestito direttamente da tt.
2- in italia la copertura non è eccellente e comunque inferiore al gprs che già scarseggia
3- l'antenna non riceve info sulle condizioni della strada dal punto di vista climatico
4- l'antenna riceve con tempistica non ottimale.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^