Notebook Sony VAIO progettati e realizzati anche da altri produttori

Notebook Sony VAIO progettati e realizzati anche da altri produttori

Sony sceglie di far progettare e produrre i VAIO di fascia medio bassa del catalogo a terze parti. Viene comunque garantito il controllo e il mantenimento della qualità offerti fino ad oggi dalle linee produttive della multinazionale giapponese

di pubblicata il , alle 11:20 nel canale Portatili
SonyVAIO
 
23 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
MaxArt20 Aprile 2010, 13:51 #11
Originariamente inviato da: Dott.Wisem
Secondo me, gli unici vantaggi reali dei notebook Sony, sono da riscontrarsi nella garanzia base di 2 anni
Anche Asus lo fa (magari pure altri).

e, ultimamente, nella presenza di lettori/masterizzatori in grado di leggere anche formati blu-ray nella maggior parte dei loro notebook ed a prezzi convenienti (e ci mancherebbe... Il blu-ray l'han fatto loro...).
Mah, questo è un punto già scemato parecchio e presto sarà ininfluente.

Tuttavia, recentemente ho visto dei notebook Acer (che se non sbaglio è una casa 100% cinese)
Repubblica di Cina, cioè Taiwan. Alla Repubblica *Popolare* Cinese piacerebbe, ma è un'altra nazione
whack20 Aprile 2010, 13:55 #12
Originariamente inviato da: Dott.Wisem
...
mentre molti altri offrono 1 solo anno, approfittando del fatto che la legge italiana fa acqua al riguardo
...

La normativa italiana è allineata alle direttive europee cioè 2 anni obbligatori da parte del venditore! che poi molti negozianti italiani siano disonesti è un altro discorso!


Originariamente inviato da: Dott.Wisem
Tuttavia, recentemente ho visto dei notebook Acer (che se non sbaglio è una casa 100% cinese)


Taiwan!
Dott.Wisem20 Aprile 2010, 16:06 #13
Originariamente inviato da: whack
La normativa italiana è allineata alle direttive europee cioè 2 anni obbligatori da parte del venditore! che poi molti negozianti italiani siano disonesti è un altro discorso!
Non so come siamo messi in Europa, ma la normativa italiana al riguardo fa letteralmente schifo. Basta leggerla. Il negoziante non c'entra proprio un tubo.
Come già detto tantissime volte in questo forum, nel secondo anno, per legge, l'onere della prova dell'eventuale difetto di conformità spetta al cliente, non al produttore/rivenditore, ovvero, devi essere tu cliente a farti fare (a tue spese) una perizia tecnica certificata, da cui si evince che il difetto riscontrato non è stato dovuto a cattivo utilizzo o normale usura del bene, ma bensì ad un difetto di fabbricazione/progettazione dello stesso. Solo allora, potrai sperare di vederti riconosciuto qualcosa (e non è detto) nel secondo anno di garanzia "legale".
E' per questo che molti produttori continuano a dare solo 1 anno di garanzia effettiva, proprio perché la legge lo consente con questa normativa ridicola!
whack20 Aprile 2010, 16:35 #14
Originariamente inviato da: Dott.Wisem
Non so come siamo messi in Europa, ma la normativa italiana al riguardo fa letteralmente schifo. Basta leggerla. Il negoziante non c'entra proprio un tubo.
Come già detto tantissime volte in questo forum, nel secondo anno, per legge, l'onere della prova dell'eventuale difetto di conformità spetta al cliente, non al produttore/rivenditore, ovvero, devi essere tu cliente a farti fare (a tue spese) una perizia tecnica certificata, da cui si evince che il difetto riscontrato non è stato dovuto a cattivo utilizzo o normale usura del bene, ma bensì ad un difetto di fabbricazione/progettazione dello stesso. Solo allora, potrai sperare di vederti riconosciuto qualcosa (e non è detto) nel secondo anno di garanzia "legale".
E' per questo che molti produttori continuano a dare solo 1 anno di garanzia effettiva, proprio perché la legge lo consente con questa normativa ridicola!


Cosa sei un negoziante?

La normativa è chiara e recepisce le direttive europee in materia!
PESCEDIMARZO20 Aprile 2010, 16:36 #15
Originariamente inviato da: Dott.Wisem
Non so come siamo messi in Europa, ma la normativa italiana al riguardo fa letteralmente schifo. Basta leggerla. Il negoziante non c'entra proprio un tubo.
Come già detto tantissime volte in questo forum, nel secondo anno, per legge, l'onere della prova dell'eventuale difetto di conformità spetta al cliente, non al produttore/rivenditore, ovvero, devi essere tu cliente a farti fare (a tue spese) una perizia tecnica certificata, da cui si evince che il difetto riscontrato non è stato dovuto a cattivo utilizzo o normale usura del bene, ma bensì ad un difetto di fabbricazione/progettazione dello stesso. Solo allora, potrai sperare di vederti riconosciuto qualcosa (e non è detto) nel secondo anno di garanzia "legale".
E' per questo che molti produttori continuano a dare solo 1 anno di garanzia effettiva, proprio perché la legge lo consente con questa normativa ridicola!


Ciao, hai qualche link per approfondire il tuo discorso?
ladonx20 Aprile 2010, 17:03 #16

normativa

il decreto in oggetto, quello della famosa garanzia di due anni, che in realtà non esiste come giustamente dice Dott. Wisem è il decreto legislativo 24 del febbraio 2002. ed in effetti parla solo di conformità non di garanzia di buon funzionamento.
p.s. lavoro x un rivenditore e il decreto me lo sono dovuto studiare a memoria... anche se non lo condivido
whack20 Aprile 2010, 19:42 #17
Originariamente inviato da: Antonio23
no. e l'esempio più lampante è la garanzia della APPLE... prova a farti sostituire il tuo mac in garanzia nel secondo anno senza aver comprato un applecare... e poi fammi sapere...


A me è successo con un portatile Acer riparazione pagata del venditore (onesto) senza problemi ne discussioni!

Originariamente inviato da: ladonx
il decreto in oggetto, quello della famosa garanzia di due anni, che in realtà non esiste come giustamente dice Dott. Wisem è il decreto legislativo 24 del febbraio 2002. ed in effetti parla solo di conformità non di garanzia di buon funzionamento.


Se un bene smette di funzionare o si rompe non è più conforme per l'uso per cui è stato venduto!!!
whack20 Aprile 2010, 21:45 #18
Originariamente inviato da: Antonio23
questo non c'entra niente. stiamo parlando di legge, e per legge la garanzia copre solo il primo anno. il secondo è coperto per difetti di conformità la cui "determinazione" spetta al cliente. questo per legge. poi i vari produttori possono avere politiche più o meno accomodanti..


La LEGGE parla di venditore e non di produttore la LEGGE parla di 2 anni e non di 1 Il produttore può dare un mese di garanzia e la LEGGE non ha nulla da ridire il venditore DEVE dare 2 anni di garanzia per LEGGE!

Se si hanno dei diritti è il caso di cominciare a farli valere. Poi siete liberi di farvi fregare come meglio credete problemi vostri!
Dott.Wisem21 Aprile 2010, 00:56 #19
Originariamente inviato da: whack
[...]Se un bene smette di funzionare o si rompe non è più conforme per l'uso per cui è stato venduto!!!
Dipende da come l'hai usato... Se, ad esempio, lo hai tenuto acceso 24 ore su 24 all'interno di una mensola di un armadio con pochissimo spazio d'areazione, e al tredicesimo mese di utilizzo parte l'hard disk... O ancora: se al 13mo mese ti cade un bicchiere d'acqua sulla tastiera ed il notebook non si accende più... Insomma, non è automatico che un bene che non funziona più sia difettoso in origine!

Per tutti gli altri, torno a ripetere che la normativa vigente è un pastrocchio assurdo che consente ad HP, Dell, Apple e tantissimi altri noti produttori di dare solo 1 anno di garanzia commerciale, mentre per il secondo anno.... ci si affida alla bontà e serietà del rivenditore finale, della sua catena distributiva e... Della buona sorte!

La questione dell'onere della prova a carico del cliente, dopo i primi 6 mesi dall'acquisto, è tutt'altro che chiara, come dimostrato da una recente sentenza del Tribunale di Bari dell'aprile 2009, in cui si ribadisce che (riformando una sentenza del Giudice di Pace della stessa città, al termine del sesto mese dall'acquisto, il consumatore deve provare sia il guasto del bene che la sussistenza del difetto originario di conformità, dal momento che il guasto potrebbe anche non dipendere dal presunto difetto di conformità.
E' da notare, inoltre, che il Giudice potrebbe non accontentarsi delle semplici dichiarazioni del cliente (specie quando trattasi di beni elettronici complessi, come un notebook), ma potrebbe necessitare di apposita documentazione certificata che attesti l'esistenza del presunto difetto di conformità fin dal momento dell'acquisto del prodotto.

Davvero pensate che se le leggi fossero chiare e trasparenti in merito, dei mastodonti come HP si permetterebbero di non dare più di un anno di garanzia commerciale (a meno di comprare apposite estensioni)?

Ragazzi, qui non si tratta di fare la lotta fra rivenditori e consumatori, qui si tratta di spingere i nostri legislatori nel riformulare questa legge, rendendola veramente chiara e trasparente per tutti (dal produttore al consumatore) ed evitando che si creino delle situazioni di disparità di alcune categorie. Analogamente, è necessario "istruire", in modo che a tutti siano ben chiari i propri diritti (e doveri) sull'argomento. Se la gente invece viene educata a pensare che la legge attuale sulle garanzie sia perfetta, le cose non miglioreranno mai... Ci sarà sempre il produttore che darà solo 1 anno, così come il rivenditore che si rifiuterà di riconoscere la garanzia del secondo...
whack21 Aprile 2010, 08:40 #20
Il contratto in essere è tra venditore e compratore ed ovvio che eventuali diritti e doveri sono a loro carico! la difficoltà di dimostrare che un oggetto non è conforme dipende dal bene ma non è certo impossibile e non deve essere un pretesto per il venditore per non ottemperare ai suoi obblighi!
Quello che molte persone, sbagliando, pensano è che il produttore abbia l'obbligo del primo anno di garanzia! ma questo non è vero se si rompe un bene anche nel primo anno l'unico tenuto alla riparazione è il venditore! Quando il venditore si rifiuta di ritirare il bene e indirizza il compratore al centro assistenza sta http://www.camera.it/parlam/leggi/deleghe/testi/02024dl.htm"]infrangendo la legge![/URL]


In ogni caso il venditore NON può rifiutarsi a priori di riparare il bene quindi quello che eventualmente fa un Apple store è illegale e non diventa legale anche se lo fa Apple!

La nostra normativa è allineata al resto d'Europa solo che in Europa viene applicata senza storie in Italia si deve muovere l'antitrust

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^