IBM ThinkPad X40 nuovo oggetto del desiderio

IBM ThinkPad X40 nuovo oggetto del desiderio

IBM ha recentemente presentato una nuova versione del portatile ThinkPad ultraleggero, 1,2 Kg di tecnologia, un nuovo hard disk da 1,8" e tante features interessanti

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 10:09 nel canale Portatili
IBMThinkPad
 

IBM ha recentemente presentato una nuova versione del portatile ThinkPad ultraleggero, che avrà la sigla di X40 e farà da fratello maggiore al modello X31, recensito qualche tempo fa sulle nostre pagine.

Il nuovo X40 appartiene alla categoria di ThinkPad "senza compromessi", in cui la variabile prezzo non è fondamentale, mentre fattori come l'esclusività del prodotto e la leggerezza (questo portatile pesa solo 1,2Kg!) sono di primaria importanza; il nuovo ultraleggero di IBM pesa appena 1,2Kg e prestazionalmente non costringe a particolari compromessi.

L'architettura di base è Intel Centrino con la versione di Pentium M a 1,2GHZ (LV) ed il chip video integrato nel componente i855GM, soluzione più che sufficiente per un impiego business e mobile del prodotto.
La costruzione del prodotto è molto robusta, citiamo in merito il guscio del display in lega di titanio e le cerniere realizzate in metallo.

La diagonale del display di questo noteboo è di 12,1", sufficienti a supportare i comuni utilizzi di un prodotto simile (che non sono certo di tipo ludico o multimediale).
Facendo nostre le affermazioni di Alessandro Spaccarelli, Brand Manager IBM PCD, vorremmo cercare di trasmettervi alcune convinzioni circa i più recenti portatili.

Analizzando soluzioni basate su Intel Centrino, costituite da cpu e chipset identiche, a cui si affiancano memorie ormai standard e dischi prodotti da pochissimi brand, assistiamo ad un generale allineamento delle prestazioni; i prodotti si differenziano quindi solo per le caratterisitiche meccaniche/ergonomiche oppure per i tools e le dotazioni con cui vengono forniti.
Ovviamente questa affermazione è valida esclusivamente per soluzioni Intel Centrino con grafica integrata, poichè utilizzando altre cpu ed altri chipset le differenze prestazionali restano decisamente apprezzabili.

L'X40 ha una serie di caratteristiche che lo rendono interessante ed innovativo, come ad esempio il nuovo hard disk Dome 1.8, caratterizzato dalle dimensioni di 1,8" e dall'implementazione delle tecnologie di protezione dei dischi, recentemente brevettate da IBM.
Il nuovo hard disk Dome 1.8 è equipaggiato con un sensore interno che rileva eventuali spostamenti ed inclinazioni pericolose del portatile (un sensore simile è presente anche nello chassis del notebook), e qualora rilevi accelerazioni o movimenti che potrebbero essere il presagio di una rovinosa caduta, provvede a mettere in parking le testine, scongiurando quindi possibili danneggiamenti dei piatti.

Altra feature tecnologica di rilievo è la disponibilità di una porta USB 2.0 powered, che consente quindi di superare i problemi di alimentazione per alcuni dispositivi, come ad esempio dischi ed unità ottiche esterne.

IBM ha deciso di voltar pagina per quanto riguarda le multimedia card, l' X40 è infatti equipaggiato con un lettore di SD Card, tipologia attualmente emergente. L'utente che necessita di differenti formati troverà negli accessori in formato PCMCIA una vasta scelta, tra cui i "mitici" MicroDrive da 1GB e oltre.

.

Di IBM si ricordano con piacere le funzionalità "Think Vantages", ovvero una serie di applicativi software in grado di semplificare l'utilizzo, la manutenzione e l'amministrazione del sistema. Una delle funzionalità più note è il "Rapid Restore" che consente di riportare il sistema alle condizioni in cui è stato fornito da IBM, oppure ad un precedente back up di sistema. Questa funzionalità non è certo nuova, ma l'ultima release consente di salvare l'immagine di backup su un volume remoto, come ad esempio un server raggiungibile attraverso la LAN.

Le funzionalità di amministrazione del pc sono racchiuse nell'applicazione "Access IBM", accessibile attraverso un tasto dedicato di colore azzurro; in questo tool sviluppato da IBM troviamo una serie di utility per la gestione dei vari profili di connessione (ad esempio ufficio, casa e mobile), che permettono di impostare in modo automatico i parametri relativi ad IP. DNS. Gateway ecc.

Attraverso "Access IBM" è possibile raggiungere i server IBM su cui vengono conservati tutti i driver delle varie periferiche; l'installazione e l'aggiornamento sono ben commentati da una serie di pannelli appositamente realizzati.

Tornando al prodotto hardware in oggetto, riassumiamo qui di seguito la configurazione disponibile sul mercato, come potrete notare nessun elemento lascia a desiderare:

  • Tecnologia Intel Centrino basata su processore Pentium M 1,2GHz e chipset i855GM
  • disco da 1,8" 4200 rpm 40GB (sarà disponibile una versione a 60 e 80GB)
  • 512 MB di memoria DDR
  • ethernet Gigabit e modulo bluetooth integrato
  • 7 ore di autonomia con batteria standard (dichiarate dal costruttore)
  • peso di circa 1,2Kg

E' disponibile una docking station che integra un'unità ottica, eventualmente sostituibile con una batteria supplementare.
Il prezzo è di circa 2200 Euro, allineato ai prodotti della famiglia ThinkPad.

Va segnalato che parallelamente a questi prodotti, il catalogo IBM prevede una serie di opzioni estremamente varie, ciò al fine di esaudire le richieste di tutti i propri clienti ed in particolare dell'utenza enterprise.
Segnaliamo ad esempio la disponibilità dell' X40 con con scheda wireless di Cisco, soluzioni di rete maggiormente diffuse a livello di grandi aziende, ambiti in cui la percezione della tecnologia Centrino non è così esasperata come nel mercato delle PMI.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

21 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Athlon64-FX5329 Marzo 2004, 11:23 #1
Ottimo prodotto come sempre da tradizione IBM.

Non ho ben capito il bundle a corredo: la docking è opzionale? FDD e unità COMBO esterne sono incluse?
dnarod29 Marzo 2004, 11:40 #2
a me non sembra poi cosi incredibile.....1.2k ci arrivano anche gli altri se cominci a togliere qualsiasi cosa e metterla esterna...
csteo29 Marzo 2004, 12:27 #3
So che c'è gente a cui servono questi tipi di portatili, ma non oso pensare quanto cristi tirerei io con un monitor cosi piccolo e senza cd e floppy interni

Molto carino il sensore di posizione
Marco7129 Marzo 2004, 12:37 #4
Vorrei fare notare che tutti gli hard disk da 2.5 pollici (almeno nelle dieci ultime famiglie) di I.B.M (ed ora Hitachi) sono dotati internamente di un sensore a stato solido (un sensore accelerometrico prodotto da Murata) che serve proprio a rilevare le accelerazioni subite o meno dall'hard disk.
Quindi il sensore di cui si parla nella news non è una eccezione ma la regola...io lo integrerei anche in tutti quelli da 3.5 pollici come ha fatto I.B.M/Hitachi in alcuni modelli con il sistema R.V.S (Rotational vibration safeguard mututato come sapete anche nel Raptor e presente nei prodotti S.C.S.I I.B.M/Hitachi, oltre che nel nuovo 7K400, già da tempo!).

Marco.
canislupus29 Marzo 2004, 13:47 #5
Bah francamente non mi piacciono molto queste soluzioni.
Sono sicuramente molto comodi da portare in giro (ho visto degli X31 e non sono malaccio), ma francamente non vedo cosa se ne possa fare uno di un pc che non ha nè floppy, nè cd-rom. Dovunque si vada potrebbe capitare di aver bisogno di un floppy o di un cd-rw anche solo per salvare i propri dati e trovo assurdo dover ogni volta magari salvare tutto in locale o in rete !!!
E' vero che sicuramente esiste anche per questi modelli, la mini dock (in pratica è una sorta di replicatore di porte e se non mi ricordo male fornisce anche il cd, ma ovviamente il peso e l'ingombro aumentano e quindi diventa inutile avere un pc così piccolo...).
stefanotv29 Marzo 2004, 14:02 #6
x canislupus

ti assicuro che lavorando sempre in ambienti con rete, il cdrom non lo usi praticamente mai,
il floppy poi non so piu' a cosa possa servire, l'unica cosa era l'aggiornamento del bios, ma ora lo fai direttamente dal sistema operativo....
se devi fare un salvataggio hai la possibilita' di microdrive o chiavi usb,
in ogni caso cd-rom/dvd/mst esterni al giorno d'oggi li trovi a prezzi abbordabilissimi, quindi se a uno interessa il peso, è senza dubbio un'ottima scelta.
atomo3729 Marzo 2004, 14:54 #7
un vero spettacolo, ma ibm non è anconra entrata nel segmento tablet?
biffuz29 Marzo 2004, 21:00 #8
ma perché la IBM non svecchia un po' il design? usano lo stesso da 15 anni, ormai...
alechino29 Marzo 2004, 21:44 #9
Ma se è proprio il design essenziale e privo di fronzoli e il solidissimo telaio sempre uguale a se stesso il fascino di IBM?
biffuz29 Marzo 2004, 23:12 #10
Originariamente inviato da alechino
Ma se è proprio il design essenziale e privo di fronzoli e il solidissimo telaio sempre uguale a se stesso il fascino di IBM?


fascino? a me sembra vecchio e basta... sarà che sono assuefatto all'iBook che ho sulla scrivania

seriamente: non ho ancora trovato nessuno a cui piacciano (esteticamente parlando). sono d'accordo sul fatto che certi design "innovativi" poi risultino delle autentiche porcherie, ma adesso esagerano, e non venitemi a parlare di design "professionale".

Ciao!

Gabriele

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^