Asus, concept di nuovi dispositivi ma non solo

Asus, concept di nuovi dispositivi ma non solo

Prime immagini dei modelli presentati in occasione di Cebit. Prototipi, concept ma anche tanta importanza al gaming, uno dei temi cui Asus si dedica particolarmente

di Gabriele Burgazzi pubblicata il , alle 10:16 nel canale Portatili
ASUS
 

Attiva su quasi tutti i segmenti del mercato IT, Asus ha da tempo focalizzato la sua attenzione nello sviluppo di soluzioni portatili e per il gaming, da cui sono nati rispettivamente i prodotti della serie Eee, successivamente allargata al mondo desktop, e ROG - Republic of Gamers. Se i piani a breve termine sono abbastanza delineati, la società in occasione della manifestazione di Hannover mostra in anteprima alcune idee che potrebbero rappresentare, in un futuro nemmeno troppo distante, delle interessanti novità.

Dalla necessità di emulare gli inimitabili libri, Asus ha così sviluppato un concept definito dual-panel, caratterizzato, come facilmente desumibile dal nome, dalla presenza di due pannelli LCD touch, che consentono di interagire in modo fisico con un ebook, riproducendo, almeno in parte, lo stile di lettura cartaceo.

Sempre parlando di prototipi Asus introduce Origami, per un semplice concept che prevede lo spostamento della tastiera in corrispondenza dell'apertura del notebook. La posizione leggermente inclinata della tastiera, oltre a rendere più comoda la digitazione, rappresenta una posizione in grado di alleggerire il carico di tensione sui polsi.

Nell'area gaming troviamo fare bella mostra di sè anche il modello G50Vt, destinato al mondo del gaming: sviluppato con grafica dedicata GeForce 9800M GS, questo notebook si caratterizza per la presenza di un pannello in grado di raggiungere una frequenza di 120Hz. La presenza di una scheda video NVIDIA e un pannello con tale caratteristica sono due requisiti fondamentali per l'utilizzo della tecnologia stereoscopica, lanciata con l'inizio del nuovo anno dal produttore americano.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
keglevich03 Marzo 2009, 10:24 #1
sarebbe interessante conoscere il peso del dual-panel, se si potesse effettivamente usare come un libro, potrebbe essere un forte incentivo al segmento, che diventerebbe piu' user friendly secondo me
LethalSniper03 Marzo 2009, 10:29 #2
Una 9800M GS e stereoscopia?
Interessante l'eBook, basta che nelle scuole lo sfruttino
poaret03 Marzo 2009, 10:31 #3

ma si sbrigano o no?

pensassero un po' di più ai nostri figli che vanno a scuola e si spaccano la schiena con le cartelle piene di cartacei,altro che concept
TrapanatoreFolle03 Marzo 2009, 10:37 #4
Originariamente inviato da: poaret
pensassero un po' di più ai nostri figli che vanno a scuola e si spaccano la schiena con le cartelle piene di cartacei,altro che concept


a parte che non mi sembra che sia mai morto nessuno studente schiacciato dalla propria cartella , comunque c'è un business gigantesco alle spalle dei libri scolastici ergo se mai avverrà il "passaggio" sarà tra moltissimo tempo e chissà a quali condizioni (immagino che i libri digitali, per assurdo, costeranno di più di quelli cartacei. Certo, sono digitali )
T-Bird03 Marzo 2009, 10:53 #5
Ma l'eeephone non dovevano presentarlo proprio al cebit? che fine ha fatto?
poaret03 Marzo 2009, 10:53 #6

@ trapanatore

dipende da come affronti lo studio:io di libri non ne avevo mai abbastanza e dovevo selezionare quelli indispensabili e mettermi d'accordo col compagno per integrare la mancanza. oltre alla schiena rotta c'era anche il cxxo rotto dei miei per pagarmi i libri che ogni anno venivano e vengono "inspiegablmente" sostituiti:magari adesso (o meglio dire domani) ci si accorgerà che le stesse nozioni "indispensabili" che ci sono sui nuovi testi c'erano già sui vecchi testi e tutto con un solo gesto della mano sull'e.book. Voglio vedere chi avrà ancora il coraggio di cambiare libro tutti gli anni solo perchè foraggiato dagli editori. ciao
poaret03 Marzo 2009, 11:08 #7
...aggiungo che non vedo il pericolo per gli editori. durante gli anni di studio vado di e.book e in base a ciò che mi sembra utile ricordare mi prendo anche la versione cartacea molto più sicura e durevole : come si dice "carta canta".
amagriva03 Marzo 2009, 11:09 #8

Guarda che ti sbagli

Bambini dai venticinque ai quaranta chili con zaini da dieci chili...Vedi un po' tu...
Cooperdale03 Marzo 2009, 12:04 #9
poaret, io sono insegnante e ti faccio presente che attualmente è in vigore una regola che vieta di cambiare libro prima di tre anni.

In ogni caso i cambi frequenti del libro di testo non sono dovuti al "foraggiamento" da parte degli editori (sinceramente è un'idea piuttosto ridicola), ma al troppo rapido alternarsi di docenti diversi sulla stessa cattedra.
TRF8303 Marzo 2009, 12:11 #10
Io pesavo 40kg alle superiori e avevo uno zaino da 13 (se non ricordo male, una regola prevede che lo zaino non debba pesare più di un terzo del proprio peso corporeo). Mi facevo 3km a piedi tra casa->stazione->scuola e percorso inverso, ma non sono mai morto, né ho particolari problemi di schiena! L'han fatto tutti, da che mondo e mondo..capisco che possa essere una bella innovazione, ma non mi pare il caso di attaccare così veemente zaini e libri! Ci son problemi ben più seri..come la mancanza di voglia di studiare o la troppa voglia di fare casino, ma di certo non sarà un ebook a cambiare queste cose!
Sul discorso "libri da cambiare ogni due per tre", è vero..non hanno troppo senso..ma d'altronde, ogni prof ha le proprie idee..e chi ci smena siamo sempre noi.. Ma,ovviamente, un ebook ce lo farebbero pagare come, se non di più, della versione cartacea..siamo in Italia, ragazzi!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^