Architetture ARM anche nel futuro delle soluzioni notebook

Architetture ARM anche nel futuro delle soluzioni notebook

E' questo l'obiettivo al quale sembra voler mirare Qualcomm: al CES di Las Vegas l'azienda mostrerà le prime soluzioni di questo tipo, a delineare un futuro sempre più integrato tra i dispositivi mobile

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 17:01 nel canale Portatili
ARMQualcomm
 

Uno degli eventi attesi al CES di Las Vegas, la principale fiera legata all'informatica e all'elettronica di consumo nel mercato nord americano, riguarda la definizione delle strategie future di Intel per il mercato dei processori destinati ai sistemi mobile e in generale ai prodotti di più piccole dimensioni.

In questo ambito è ARM l'azienda di riferimento, grazie alle proprie architetture che vengono utilizzate in licenza dalla maggior parte di produttori di sistemi SOC. Tra i vari player Qualcomm è quello che nel corso degli ultimi mesi si è mosso in modo più aggressivo, grazie ad una completa gamma di prodotti che dovrebbe andare a interessare non solo smartphone e tablet ma anche notebook.

Qualcomm infatti utilizzerà proprio la cornice del CES, nella giornata inaugurale del 10 Gennaio, per mostrare una propria soluzione notebook basata su System on a Chip basato su architettura ARM. Paul Jacobs, CEO dell'azienda, ha confermato questa intenzione in occasione di un'intervista con Bloomberg.

Quello dei notebook è un settore storicamente da sempre in mano ai produttori di soluzioni x86, quindi Intel e AMD. In particolare è la prima ad aver da sempre detenuto la principale quota di mercato, grazie allo sviluppo di piattaforme che per caratteristiche tecniche e funzionalità accessorie sono specificamente state sviluppate per l'utilizzo mobile.

Che Qualcomm, ma lo stesso può essere detto di tutti i player del settore dei tablet e degli smartphone, abbia intenzione di entrare nel settore dei notebook con propri prodotti non deve di certo sorprendere: è un mercato in costante crescita da molti anni a questa parte, destinato a rappresentare negli anni a venire sempre più la quota dominante delle soluzioni PC acquistate dai consumatori.

L'interesse dei consumatori è sempre più rivolto alle soluzioni mobile: resta da capire verso quale tipologia nello specifico andranno a veicolare gli acquisti tra notebook, tablet e smartphone. Tutti i produttori di semiconduttori vogliono essere presenti con proprie soluzioni in questo mercato, ed è significativo vedere come i partner ARM cerchino progressivamente di spostarsi nei territori storicamente di competenza delle architetture x86, come i notebook, mentre Intel al contrario voglia ritagliare una propria presenza tra smartphone e tablet.

Un ruolo importante a riguardo, nel corso del 2012, verrà sicuramente rivestito da Microsoft con il proprio sistema operativo Windows 8. Il supporto di quest'ultimo alle architetture x86 come a quelle ARM lascerà ai consumatori maggiori margini di flessibilità nella scelta delle periferiche, potendo mantenere un ambiente di utilizzo che sia comune tra i dispositivi.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
frankie04 Gennaio 2012, 17:24 #1
è da anni che li aspetto. Voglio l'autonomia a due cifre!

Poi al massimo se serve un app (oops un programma) che gira su win, si virtualizza. in effetti sto provando a farli girare su _X

OS?
Opteranium04 Gennaio 2012, 18:57 #2
aspettiamo fiduciosi
bambi2304 Gennaio 2012, 19:38 #3
Ottima notizia

forse in un futuro li vedremo anche sui desktop ?
Rudyduca04 Gennaio 2012, 19:50 #4
Cioè? Un tablet con la tastiera?

Non so, sono un po scettico!
Snickers04 Gennaio 2012, 23:58 #5
Originariamente inviato da: Rudyduca
Cioè? Un tablet con la tastiera?

Non so, sono un po scettico!

Mmm, non lo sarei: Già i nuovi dual core su disegno ARM A9 sono più che sufficienti per un utilizzo soho. A questo aggiungi Windows 8+il futuro Cortex A15, che secondo le dichiarazioni sarà, a parità di clock e numero cores, il 40% più veloce dell'A9 (e l'A15 può arrivare a 2Ghz tranquillamente di frequenza). Un netbook del genere (A15 Quad a 2Ghz e Win 8) credo andrebbe a ruba...
gianfeb305 Gennaio 2012, 00:18 #6
sarebbe bello avere un tablet con hd decente,autonomia elevata ed un buon dual core,perché no un bel quad core ed almeno 2/3 usb...pura fantasia?allora sarebbe un bel kill tutto(tablet e netbook)
birmarco05 Gennaio 2012, 00:44 #7
Non vedo l'ora!

La svolta che darebbe una scossa al mercato e al monopolio intel! Concorrenza a tre poli... non aspetto altro!
Dcromato05 Gennaio 2012, 04:38 #8
Son 3 anni che la sento e ncora non si vede un tubo....sperum...
Baboo8509 Gennaio 2012, 09:44 #9
Originariamente inviato da: frankie
è da anni che li aspetto. Voglio l'autonomia a due cifre!

Poi al massimo se serve un app (oops un programma) che gira su win, si virtualizza. in effetti sto provando a farli girare su _X

OS?


Occhio che per risparmiare spazio e costi sarebbero capaci di metterci 1 batteria da 1000mAh come negli smartphone... Altrimenti mettendo batterie con capienza simile a quella attuale.....altro che 2 cifre, mi aspetto un'autonomia di giorni!

OS? Su ARM ci sta android, ci sta linux e ci sta(ra') anche Windows 8.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^