Nuova demo su interazione tra reale e virtuale senza controller

Nuova demo su interazione tra reale e virtuale senza controller

In futuro, gli utenti di realtà virtuale saranno in grado di interagire in modo ancora più semplice, naturale e in tempo reale tra mondo reale e mondo virtuale. Una nuova tecnologia X-reality che rende ciò possibile è stata presentata dal Fraunhofer Heinrich Hertz Institute al Cebit di Hannover

di pubblicata il , alle 18:01 nel canale Periferiche
 

Le applicazioni di Realtà Mista aprono a tante possibilità di impiego, nei settori professionali oltre che per l'intrattenimento. Ad esempio, con una soluzione come quella mostrata dal Fraunhofer HHI Institute un mondo simulato può essere combinato con il mondo reale in tempo reale e ad alta qualità.

Un possibile scenario di utilizzo potrebbe essere quello che prevede un installatore intento a riparare qualcosa in un sito ma non avere le competenze necessarie per completare il lavoro. Allora, un collega dall'ufficio può utilizzare il visore VR per ottenere una rielaborazione virtuale del sito e intervenire, mostrando le componenti con cui interagire.

Fraunhofer HHI Institute

"L'interazione fisica che non prevede controller invadenti è più naturale e confortevole", ha detto al Cebit Paul Chojecki, Project Manager presso il Fraunhofer HHI. "La nostra soluzione può adattarsi in modo flessibile, ad esempio, alle dimensioni dell'utente e aumentare l'immersione e ridurre i sintomi di motion sickness che spesso fanno parte dell'esperienza di realtà virtuale".

La tecnologia X-reality mostrata al Cebit che si sta svolgendo ad Hannover si basa essenzialmente su due processi: nel mondo reale, otto telecamere registrano la scena da varie angolazioni generando delle mappe di profondità che si aggiornano con una frequenza di 30 Hertz. Contemporaneamente, vengono rilevati gesti e altri movimenti dinamici. Tutti i dati, infine, vengono elaborati da algoritmi e trasmessi in tempo reale alla postazione di realtà virtuale.

X-reality può essere utilizzata nell'interazione uomo-robot, nelle telecomunicazioni o nella telepresenza, per finire negli ambiti videoludici e di intrattenimento
Nello scenario remoto, un'altra telecamera registra l'utente immerso nella realtà virtuale e, grazie ad algoritmi di rilevamento del corpo in tre dimensioni e di interpretazione dei gesti, il sistema riesce a consentire all'utente di interagire nella realtà virtuale senza dover usare controller o marcatori sul corpo. Il proprio corpo si trasforma in questo modo in controller ed è possibile interagire in un ambiente in cui non ci si trova fisicamente. "La combinazione delle due tecnologie rende possibili nuovi scenari di interazione e collaborazione a distanza", rimarca Chojecki.

Per questo progetto, vengono utilizzati speciali algoritmi di elaborazione delle immagini messi a punto dai ricercatori di Fraunhofer HHI. C'è un grosso lavoro di ottimizzazione da parte del software, perché le immagini campionate dalle telecamere potrebbero non essere sempre adeguatamente pulite.

La tecnologia X-reality può essere utilizzata in molteplici ambiti: oltre all'assistenza remota, il metodo può essere utilizzato nell'interazione uomo-robot, nelle telecomunicazioni o nella telepresenza, per finire negli ambiti videoludici e di intrattenimento. Due individui che si trovano in spazi differenti possono ritrovarsi nella virtualità e giocare allo stesso tavolo da gioco.

Nella demo al Cebit, gli utenti devono risolvere un puzzle nella realtà, mentre in VR ricevono suggerimenti e istruzioni su come procedere. Tornando nel contesto reale, poi, possono mettere in pratica quanto imparato.

Per altri dettagli vi rimandiamo al sito dell'organizzazione tedesca che si occupa di ricerca e raccoglie 60 istituti specializzati in ambiti differenti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^