Gigabyte svela tre nuovi alimentatori compatti fino a 750 watt

Gigabyte svela tre nuovi alimentatori compatti fino a 750 watt

Gigabyte ha presentato tre nuovi alimentatori, un modello 80 Plus Gold da 750 watt e due soluzioni minori 80 Plus Bronze, un 550 e un 450 watt.

di pubblicata il , alle 14:01 nel canale Periferiche
Gigabyte
 

Gigabyte ha ampliato la sua gamma di alimentatori con tre nuove proposte ATX dal design compatto: P750GM è un modello da 750W con certificazione 80 PLUS Gold, P550B è un 550W 80 PLUS Bronze e il P450B un 450W, sempre 80 PLUS Bronze.

Il P750GM si presenta con dimensioni di 150 x 140 x 86 mm, quindi è profondo solo di 14 centimetri. Si propone quindi a tutti quelli che desiderano realizzarsi un computer potente ma al tempo stesso con dimensioni non troppo ingombranti.

Dotato di condensatori giapponesi e totalmente modulare, è dotato di un singolo canale +12V e una ventola Smart Hydraulic Bearing (HYB) da 120 millimetri che rimane ferma in standby o con un carico inferiore al 20%. Per quanto riguarda le protezioni, il quadro è completo con una lista nutrita in cui troviamo OVP, OPP, SCP, UVP, OCP e OTP.

I Gigabyte P550B e P450B hanno le stesse dimensioni del modello maggiore, un'efficienza 80 Plus Bronze e si rivolgono a sistemi di medio-basso livello. A differenza del 750W hanno un design semi modulare. La ventola, inoltre, perde la funzionalità smart, quindi rimane in funzione anche a bassi carichi.

Al momento non sono noti i prezzi di vendita dei nuovi alimentatori, ma sul sito di Gigabyte sono indicati come garantiti fino a 5 anni nel caso del 750W e 3 anni nel caso degli altri due modelli - anche se Gigabyte specifica che la durata della garanzia può variare in base all'area geografica.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
acerbo13 Giugno 2020, 17:35 #1
ok le dimensioni compatte ma se a pieno carico la ventola fa piu' rumore di un dyson v11 tanto vale prendere soluzioni un po' piu' ingombranti.
WarSide13 Giugno 2020, 19:23 #2
Originariamente inviato da: acerbo
ok le dimensioni compatte ma se a pieno carico la ventola fa piu' rumore di un dyson v11 tanto vale prendere soluzioni un po' piu' ingombranti.


Ho un ali corsair SFX 600W 80+ Platinum (125 × 63.5 × 100 mm) che neanche accende la ventola se non assorbi almeno 400W. E, anche quando si accende, è praticamente inudibile.

La cosa assurda è che ci siano ancora prodotti 80+ o 80+ bronze. Dovrebbero imporre l'obbligo di certificazione 80+ Platinum o Titanium a tutti i produttori.
elessar13 Giugno 2020, 21:15 #3
Originariamente inviato da: WarSide
Ho un ali corsair SFX 600W 80+ Platinum (125 × 63.5 × 100 mm) che neanche accende la ventola se non assorbi almeno 400W. E, anche quando si accende, è praticamente inudibile.

La cosa assurda è che ci siano ancora prodotti 80+ o 80+ bronze. Dovrebbero imporre l'obbligo di certificazione 80+ Platinum o Titanium a tutti i produttori.


Non è che i produttori non "possano" sfornare alimentatori più efficienti; ma costano! Se non fai un utilizzo da gamer continuo o usi "intensivi" e frequenti del PC (rendering?), è difficile pensare ad un rientro. Il mio 9400f con RX570 consuma, nell'uso "normale" (navigazione, ma anche sviluppo software) 70/80W. Su tali consumi un aumento dell'efficienza anche rilevante come può esserci tra 80plus bronze e 80plus platinum (al 20% di carico 80plus bronze è dato almeno all'85%, 80plus platinum al 92%) ha bisogno di anni e anni per ammortizzare il costo dell'alimentatore; e spesso quelli con efficienza più alta hanno un wattaggio superiore, difficili trovarli da meno di 550/600W, il che sposta ancora più in su la fascia di maggior efficienza.

Insomma, se ti cimenti in eSport 12 ore al giorno, ha senso, altrimenti è da valutare.
WarSide13 Giugno 2020, 23:01 #4
Originariamente inviato da: elessar
Non è che i produttori non "possano" sfornare alimentatori più efficienti; ma costano! Se non fai un utilizzo da gamer continuo o usi "intensivi" e frequenti del PC (rendering?), è difficile pensare ad un rientro. Il mio 9400f con RX570 consuma, nell'uso "normale" (navigazione, ma anche sviluppo software) 70/80W. Su tali consumi un aumento dell'efficienza anche rilevante come può esserci tra 80plus bronze e 80plus platinum (al 20% di carico 80plus bronze è dato almeno all'85%, 80plus platinum al 92%) ha bisogno di anni e anni per ammortizzare il costo dell'alimentatore; e spesso quelli con efficienza più alta hanno un wattaggio superiore, difficili trovarli da meno di 550/600W, il che sposta ancora più in su la fascia di maggior efficienza.

Insomma, se ti cimenti in eSport 12 ore al giorno, ha senso, altrimenti è da valutare.


Lo stato della California è dal 2018 che obbliga i produttori a vendere PSU almeno 80+ gold. In questo modo spingi anche i produttori a non sedersi sugli allori.
elessar13 Giugno 2020, 23:39 #5
Originariamente inviato da: WarSide
Lo stato della California è dal 2018 che obbliga i produttori a vendere PSU almeno 80+ gold. In questo modo spingi anche i produttori a non sedersi sugli allori.


Hai una fonte per quello che sostieni sui PSU della California? Non trovo riferimenti in merito.

Comunque, certo, anche sugli elettrodomestici viene fatto, anche sugli immobili. Ci sono le certificazioni energetiche. Ma il problema è se passare da 80plus bronze a 80plus platinum abbia tutto questo senso, in particolar modo per un PC "casual". Spendi 100 eur in più per un alimentatore, e risparmi 5 eur all'anno. Ti conviene?

Per le case nuove, se non ricordo male, la classe obbligatoria per legge è C, che garantisce una buona qualità di isolamento. A++ è meglio? Certo. Ma costa un botto di più per un risparmio marginale.
WarSide14 Giugno 2020, 00:21 #6
Originariamente inviato da: elessar
Hai una fonte per quello che sostieni sui PSU della California? Non trovo riferimenti in merito.


https://ww2.energy.ca.gov/2019publi...40-2019-002.pdf

Quello è l'ultimo vademecum dove ci sono le regolamentazioni per le appliance elettriche. Buona lettura.

Se poi vuoi approfondire, qui ci sono i doc col dettaglio dei requirements per i pc: https://efiling.energy.ca.gov/Lists...mber=16-AAER-02 . In particolare ti interessa dare un'occhiata a "FINAL STATEMENT OF REASONS Computer, Computer Monitors, and Signage Displays Appliance Efficiency Rulemaking".
A pagina 38 c'è una bella tabella che dice chiaramente che l'efficenza delle PSU interne per pc deve essere almeno del 90% al 50% del carico (= certificazione 80+ Gold).


Originariamente inviato da: elessar
Ma il problema è se passare da 80plus bronze a 80plus platinum abbia tutto questo senso, in particolar modo per un PC "casual". Spendi 100 eur in più per un alimentatore, e risparmi 5 eur all'anno. Ti conviene?

Per le case nuove, se non ricordo male, la classe obbligatoria per legge è C, che garantisce una buona qualità di isolamento. A++ è meglio? Certo. Ma costa un botto di più per un risparmio marginale.


Non è una questione di convenienza. Perché potrei dirti che a questo punto ci conviene anche tornare ai motori 2 tempi e alle centrali a carbone, abbandonando smart grid & co

Se certe cose non vengono imposte, non vedrai mai miglioramenti. Questo perché è economicamente svantaggioso per le aziende fare R&D se non c'è una grande richiesta di prodotti più efficienti.
elessar14 Giugno 2020, 08:37 #7
Originariamente inviato da: WarSide
In particolare ti interessa dare un'occhiata a "FINAL STATEMENT OF REASONS Computer, Computer Monitors, and Signage Displays Appliance Efficiency Rulemaking".
A pagina 38 c'è una bella tabella che dice chiaramente che l'efficenza delle PSU interne per pc deve essere almeno del 90% al 50% del carico (= certificazione 80+ Gold).


Interessante!

Però io leggo che quello che tu indichi si applica a "Small-scale servers, high expandability computers, mobile workstations, and workstations.". Ci sono altre categorie per i desktop e i laptop che non ricadono sotto quelle descrizioni, se non sbaglio (il doc è un po' incasinato, non vorrei aver letto male).


Non è una questione di convenienza. Perché potrei dirti che a questo punto ci conviene anche tornare ai motori 2 tempi e alle centrali a carbone, abbandonando smart grid & co

Se certe cose non vengono imposte, non vedrai mai miglioramenti. Questo perché è economicamente svantaggioso per le aziende fare R&D se non c'è una grande richiesta di prodotti più efficienti.


Comprendo il problema e sono d'accordo con l'obiettivo, ma imporre per legge l'efficienza è, a mio avviso, la scelta sbagliata. Il problema è che non viene fatta pagare l'esternalità negativa. Un mio vicino di casa (anziano) ha una vecchia auto (fine anni Novanta) ma con pochi km, e sta valutando di cambiarla perché spesso non può più andare in centro città (norme antinquinamento). Ma lui percorrerà, in TUTTO, 50 km al mese.

E' davvero più ecologico "forzarlo" a cambiare auto, come se l'impatto della produzione di un nuovo mezzo superfluo non esistesse? Non sarebbe meglio, chessò, che con un'auto meno ecologica paghi una "sovrattassa" chilometrica con qualcosa tipo telepass? O che le aree C abbiano un prezzo differenziato a seconda della classe del veicolo?

Se io spendo per l'auto magari non ho i soldi per mettermi i pannelli solari o comprarmi gli elettrodomestici in classe A++. Sto migliorando l'ambiente?

Stesso discorso per l'elettricità, IMHO. Mettiamo un prezzo sull'esternalità e applichiamolo in bolletta; a quel punto l'economia dovrebbe (non è sempre detto, eh) fare il suo corso. Se uso un PC 1 ora al giorno per task da ufficio, 80plus bronze mi andrà benissimo.
acerbo14 Giugno 2020, 09:47 #8
Originariamente inviato da: WarSide
Ho un ali corsair SFX 600W 80+ Platinum (125 × 63.5 × 100 mm) che neanche accende la ventola se non assorbi almeno 400W. E, anche quando si accende, è praticamente inudibile.

La cosa assurda è che ci siano ancora prodotti 80+ o 80+ bronze. Dovrebbero imporre l'obbligo di certificazione 80+ Platinum o Titanium a tutti i produttori.


in che tipo di case lo utilizzi? Io ebbi una pessima esperienza con un sistema miniITX da gioco, in estate anche senza lanciare applicazioni 3D dopo un po' la ventola dell'alimentatore si metteva a girare a pieno regime perché la temperatura intera saliva a causa del volume ridotto.
Il formato SFX potrebbe essere interessante se assemblato in case costruiti in maniera intelligente e per ora non é ho trovati molti, se sono compatti scaldano troppo e fanno rumore, se sono piu grandi allora tanto vale prendere un ali atx che costa di meno.
WarSide14 Giugno 2020, 10:57 #9
Originariamente inviato da: elessar
Interessante!
Però io leggo che quello che tu indichi si applica a "Small-scale servers, high expandability computers, mobile workstations, and workstations.". Ci sono altre categorie per i desktop e i laptop che non ricadono sotto quelle descrizioni, se non sbaglio (il doc è un po' incasinato, non vorrei aver letto male).


high expandability computers = i pc desktop che hanno componenti sostituibili. I laptop rientrano in un'altra categoria perché hanno una batteria. Nel primo doc trovi tutto.

Originariamente inviato da: elessar
Comprendo il problema e sono d'accordo con l'obiettivo, ma imporre per legge l'efficienza è, a mio avviso, la scelta sbagliata. Il problema è che non viene fatta pagare l'esternalità negativa. Un mio vicino di casa (anziano) ha una vecchia auto (fine anni Novanta) ma con pochi km, e sta valutando di cambiarla perché spesso non può più andare in centro città (norme antinquinamento). Ma lui percorrerà, in TUTTO, 50 km al mese.

E' davvero più ecologico "forzarlo" a cambiare auto, come se l'impatto della produzione di un nuovo mezzo superfluo non esistesse? Non sarebbe meglio, chessò, che con un'auto meno ecologica paghi una "sovrattassa" chilometrica con qualcosa tipo telepass? O che le aree C abbiano un prezzo differenziato a seconda della classe del veicolo?

Se io spendo per l'auto magari non ho i soldi per mettermi i pannelli solari o comprarmi gli elettrodomestici in classe A++. Sto migliorando l'ambiente?

Stesso discorso per l'elettricità, IMHO. Mettiamo un prezzo sull'esternalità e applichiamolo in bolletta; a quel punto l'economia dovrebbe (non è sempre detto, eh) fare il suo corso. Se uso un PC 1 ora al giorno per task da ufficio, 80plus bronze mi andrà benissimo.


Le auto le usi su suolo pubblico. Gli elettrodomestici, pc & co no.
L'unica è incentivare i consumatori a comprare prodotti + efficienti oppure forzare le aziende a produrli.
Nel primo caso le aziende non sono incentivate ad abbassare i prezzi, nel secondo caso si smuove tutto il mercato per cercare di ottimizzare la produzione per farne calare i prezzi ed incrementare i guadagni.


Originariamente inviato da: acerbo
in che tipo di case lo utilizzi? Io ebbi una pessima esperienza con un sistema miniITX da gioco, in estate anche senza lanciare applicazioni 3D dopo un po' la ventola dell'alimentatore si metteva a girare a pieno regime perché la temperatura intera saliva a causa del volume ridotto.
Il formato SFX potrebbe essere interessante se assemblato in case costruiti in maniera intelligente e per ora non é ho trovati molti, se sono compatti scaldano troppo e fanno rumore, se sono piu grandi allora tanto vale prendere un ali atx che costa di meno.



Non so che SFX tu abbia comprato, ma il mio SF600 ne mio ncase m1 è muto.
Questa è la mia main build che fa i viaggi intercontinentali con me: https://pcpartpicker.com/b/Mfw6Mp (nel frattempo ho sostituito il 3600 con un 3900X)
acerbo14 Giugno 2020, 18:59 #10
Originariamente inviato da: WarSide

Non so che SFX tu abbia comprato, ma il mio SF600 ne mio ncase m1 è muto.
Questa è la mia main build che fa i viaggi intercontinentali con me: https://pcpartpicker.com/b/Mfw6Mp (nel frattempo ho sostituito il 3600 con un 3900X)


vedo che sei pieno di ventole noctua
Quanto é lungo quel case?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^