Google Project Tango: una delle prime applicazioni reali è targata Accenture per Fiat

Google Project Tango: una delle prime applicazioni reali è targata Accenture per Fiat

In anteprima vi proponiamo in video una delle prime applicazioni commerciali per Project Tango di Google: firmata da Accenture Interactive per FCA permette di configurare una Cinquecento virtualmente posizionata nello spazio reale di fronte ai nostri occhi. Dal tablet è possibile cambiare il colore della carrozzeria, gli interni e i cerchioni, ma anche vedere la macchina con le luci accese.

di pubblicata il , alle 18:46 nel canale Multimedia
AccentureGoogleFiatVirtual reality
 

Il Mobile World Congress di Barcellona riserva sempre delle chicche molto interessanti e la palma della migliore al momento va a una delle prime applicazioni commerciali di Project Tango, il noto progetto di Google per la realtà aumentata su dispositivi mobile. Sviluppata da Accenture Interactive per FCA, in particolare per Fiat, permette di visualizzare sul display di un tablet l'auto virtuale a grandezza naturale nello spazio reale di fronte a noi, con la possibilità di configurarne tutte le caratteristiche in tempo reale.

Siamo riusciti ad avere una demo della tecnologia, direttamente dalla voce di Matteo Aliberti, Responsabile Digital Innovation di Accenture Interactive, che ha curato da vicino lo sviluppo dell'app. L'auto viene posizionata virtualmente e di fronte all'utente, ma in perfetta interazione con lo spazio reale: se ad esempio usassimo il tablet davanti al nostro garage potremmo verificare, prima dell'acquisto, come e se l'auto può essere posizionata nel box. La macchina è fissa nello spazio: se ci allontaniamo la vediamo più piccola, se ci avviciniamo possiamo apprezzarne i particolari.

Inoltre è possibile visitare completamente l'interno, sempre avendo come sfondo lo spazio reale che ci circonda, con le persone attorno a noi visibili attraverso la portiera aperta, ma anche in trasparenza attraverso parabrezza, finestrini e lunotto. La precisione è davvero elevata ed è possibile cogliere anche la texture dei sedili e degli interni, con la sensazione di porteli quasi toccare. Ci ha colpito la fluidità dell'app (sviluppata su Unity), davvero già pronta per creare uno showroom in realtà aumentata nei concessionari e, poi, anche direttamente a casa degli utenti quando i terminali basati su Project Tango saranno acquistabili dagli utenti finali. Che altro dire? Vi lasciamo direttamente al nostro video in presa diretta della dimostrazione della tecnologia, non perdetevelo!

[HWUVIDEO="2012"]Google Project Tango: una delle prime applicazioni reali è targata Accenture per Fiat[/HWUVIDEO]

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
hexaae24 Febbraio 2016, 02:35 #1
Ok, ma in Microsoft HoloLens sarebbe meglio
sliver8024 Febbraio 2016, 08:37 #2
a parte il riconoscimento degli spazi e vedere gli oggetti reali attraverso i finestrini, di aumentato non ci vedo nulla, se non la necessità di avere sufficiente spazio per rappresentare il modello e muoversici dentro.
Secondo me il concept dell'applicazione è sbagliato, si punta tutto su un ottimo modello tridimensionale e sulla sua interattività, aveva più senso farla per VR
GiGBiG25 Febbraio 2016, 10:29 #3
E dove starebbe la novità? E' un programmino fatto discretamente, ma pur sempre una banalissima applicazione del concetto di realtà aumentata... e poi non capisco cosa ci sia da stupirsi nel vedere attraverso i finestrini, se sono trasparenti è ovvio che ci si veda attraverso!!! Sarebbe piuttosto una gran figata se gli oggetti e le persone potessero stare DAVANTI al modello 3D, a lasciarli dietro son capaci tutti!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^