Cashback sul pedaggio autostradale, partono oggi i rimborsi per ritardi dovuti ai lavori in corso

Cashback sul pedaggio autostradale, partono oggi i rimborsi per ritardi dovuti ai lavori in corso

Parte il cashback di Autostrade, per ottenere il rimborso dei pedaggi in caso di ritardi nelle tratte percorse, ma solo se dovuti a lavori in corso imputabili al gestore. Si fa tutto tramite l'app Free To X

di pubblicata il , alle 14:21 nel canale Mercato
ASPI
 

Autostrade per l'Italia lo aveva annunciato da tempo, e finalmente oggi si inizia. Parliamo del servizio di cashback del pedaggio autostradale, che è possibile richiedere da oggi, in caso si siano riscontrati ritardi nella tratta percorsa. In base alla quantità di ritardo, il cashback può essere parziale o totale. Il servizio resterà in regime di sperimentazione fino al 31 dicembre 2021, ma comunque aperto a tutti, mentre fino a ieri era a disposizione di pochi tester.

Per chiedere il cashback del pedaggio si dovrà utilizzare l'app Free To X (qui disponibile per iOS e Android) registrando un proprio account. La società ha anche rilasciato un video con alcune spiegazioni sull'utilizzo:

Non è vincolante il tipo di pagamento utilizzato al casello, si potranno ricevere cashback per Telepass, contanti, carte di credito, bancomat o Viacard. Il vantaggio per i clienti Telepass risiede nella possibilità di inserire l'identificativo del proprio dispositivo, così da generare la notifica automatica della possibilità di un rimborso. Chi invece utilizza altri metodi di pagamento dovrà inviare, tramite app, una foto della ricevuta ottenuta al casello, che diventa dunque fondamentale.

È necessaria però una puntualizzazione. I rimborsi sono dovuti solo per ritardi causati da lavori in corso effettuati da ASPI, e non per traffico, incidenti o cause non direttamente imputabili al concessionario. Per meglio comprendere quale sia il rimborso a cui si può aver diritto, in proporzione ai chilometri del proprio viaggio, Autostrade ha rilasciato la seguente tabella:

ASPI Cashback

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^