Kingston: nuove memorie a basso voltaggio

Kingston: nuove memorie a basso voltaggio

Kingston lancia una nuova proposta di memorie caratterizzate da elevate frequenze ma con bassa tensione operativa

di pubblicata il , alle 09:25 nel canale Memorie
Kingston
 

Kingston Technology, il più grande produttore al mondo di moduli di memoria, ha annunciato la nuova famiglia di soluzioni che cercando di combinano frequenze elevate con tensioni operative piuttosto contenute.

Si tratta delle soluzioni HyperX LoVo che possono operare a frequenze di 1866MHz con timings CL9 9-9-27 a tensioni di 1,35V e a 1333MHz o 1600MHz (sempre CL9 9-9-27) alla tensione di 1,25V, al di sotto dello standard i 1,3V delle memorie DDR3 low-voltage. La famiglia di soluzioni HyperX LoVo in kit dual channel supporta inoltre la tecnologia XMP (extreme memory profile).

Di norma i produttori di moduli di memoria cercano di differenziare i propri prodotti in molti modi: contenendo il più possibile i timings, innalzando esageratamente le frequenze operative oppure cercando un compromesso tra le due. E' la prima volta che si assiste ad una proposta di memorie che percorre una strada completamente differente, ovvero quella dell'efficienza energetica.

Le memorie della serie HyperX LoVo sono disponibili in tre differenti kit, tutti da 4GB. I moduli con frequenza di 1866MHz sono proposti 203 dollari, i moduli a 1600MHz a 158 dollari mentre i moduli da 1333MHz vengono proposti al prezzo di 154 dollari.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

23 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gianni187909 Marzo 2010, 09:31 #1
mica male
g.dragon09 Marzo 2010, 09:45 #2
è come mettere le lampadine a basso consumo...cmq se si potranno istallare anche sui portatili..la batteria di questi ultimi durerà di piu credo (dico credo perche nn so a quanto vanno le loro memorie)
djfix1309 Marzo 2010, 09:47 #3
carina come idea...ma il bios supporta questo downvoltaggio della ram? perchè nella mia asus (che ha però DDR2) si poteva solo salire con il voltaggio.
share_it09 Marzo 2010, 09:49 #4
Anche io credo che senza un bios adatto non te ne fai nulla.
g.dragon09 Marzo 2010, 09:57 #5
ma ad abbassare il voltaggio si fa sempre presto basta un aggiornamento del bios e nn dovtrebbe essere un problema..l'importante è che tale tecnologia si diffonda..se le ram che l'adottano restano 2 sui 1000 chi je lo fare al produttore delle schede madri di mettersi a riscrivere il bios e cavoli vari.... cmq la mia asus credo che lo supporti nn so dovrei controllare con il pc che ho a casa ora sono in ufficio e il bios è bloccato
Human_Sorrow09 Marzo 2010, 10:05 #6
Mi pare esagerato gridare al miracolo per 0,05 V in meno ...
Sopratutto a fronte di GPU che consumano 200 watt ...

g.dragon09 Marzo 2010, 10:12 #7
nn sono 0.05 v in meno ormai le memorie sono arrivate a consumare 1.60 v quindi è parecchio di meno e poi questo è l'inizio..magari fra 10 anni avremo pc che consumano 200watt in full
Human_Sorrow09 Marzo 2010, 10:24 #8
Originariamente inviato da: g.dragon
nn sono 0.05 v in meno ormai le memorie sono arrivate a consumare 1.60 v quindi è parecchio di meno e poi questo è l'inizio..magari fra 10 anni avremo pc che consumano 200watt in full


non capisco ... l'articolo riporta:
"... alla tensione di 1,25V, al di sotto dello standard di 1,3V delle memorie DDR3 low-voltage ..."

Per me la differenza è 0,05 ... ovvio che sarà maggiore (la differenza) con le RAM standard / spinte o da overclock ... cmq rimane che con quelle standard c'è 0,05 V di differenza, penso sia ovvio che chi si prende una ferrari sa che consumerà di più.
g.luca86x09 Marzo 2010, 10:41 #9
Originariamente inviato da: Human_Sorrow
non capisco ... l'articolo riporta:
"... alla tensione di 1,25V, al di sotto dello standard di 1,3V delle memorie DDR3 low-voltage ..."

Per me la differenza è 0,05 ... ovvio che sarà maggiore (la differenza) con le RAM standard / spinte o da overclock ... cmq rimane che con quelle standard c'è 0,05 V di differenza, penso sia ovvio che chi si prende una ferrari sa che consumerà di più.


un risparmio del 3,85% sulla tensione si traduce con un risparmio del 7,7% sulla potenza (rispetto alle più parche low voltage), scusa se è poco... Bisogna sempre verificare calcoli alla mano, non commentare senza cognizione di causa
Marcus Scaurus09 Marzo 2010, 10:45 #10
Capisco i vantaggi elettrici di questi moduli... Ma io in estate ho preso la ram in firma (2x2gb Ocz 1600mhz cl7 ddr3) a 75 euro. Mi sembra che la differenza di costo sia tale da non farle prendere nemmeno in considerazione queste nuove proposte. Cioè le mie ram in tutta la loro vita non consumeranno mai 75 euro di corrente in più!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^